Rassegna della Stampa Russa - 01.10.2013

 

Eventi, problematiche e dati statistici generali

 

*  Come hanno riferito diversi giornali di quest’ultimi giorni, i partecipanti al 42-mo “Forum internazionale per gli investimenti” di Soci  (26-28 settembre) – membri del governo, businessman russi e stranieri, investitori, economisti ed esperti  - hanno prestato la massima attenzione alle “ricette giuste” per uno sviluppo moderno e per un nuovo modello dell’economia nazionale. Il premier Dmitrij Medvedev ha constatato che nell’ultimo anno “il rallentamento della crescita  e` stato causato principalmente dalla struttura  dell’economia, dalla sfavorevole congiuntura per le materie prime, nonche`  dal fatto che l’aumento della produzione avviene in alcuni settori soltanto grazie all’intervento  statale “. A suo parere, il quasi azzeramento dei ritmi di crescita delle industrie chiave ha dimostrato che un’ulteriore avanzamento “non puo` basarsi soltanto sulla domanda statale e sul sostegno finanziario dal Bilancio federale”. Per cio` bisogna, secondo il capo del governo, cercare delle “nuove fonti di crescita, soprattutto nei settori non statali” e snellire al piu` presto la  “macchina statale”. A questo proposito alcuni giornali hanno evidenziato la proposta fatta da parecchi governatori di diminuire drasticamente il numero degli impiegati federali operanti nelle Regioni. 

     Durante il Forum e` stato comunicato, che al fine di facilitare alle piccole e medie imprese  l’accesso ai crediti piu` bassi e di lungo termine verra` costituito il Fondo di garanzie federale e che nel Bilancio federale sono previsti 70 miliardi di rubli (circa 1,5 mld. di euro) per sostenere  piccole imprese produttive e di innovazione. Ampi echi e commenti sono stati espressi dai convenuti a proposito della previsione di Dmitrij Medvedev, relativa alla maggiore mobilita` della popolazione che potrebbe diventare uno dei presupposti del “modello economico piu` adeguato alle condizioni moderne”.  Inoltre molti partecipanti hanno analizzato e approfondito le questioni legate al finanziamento dei progetti infrastrutturali: qui` i principali problemi sono causati dal “conflitto tra due concetti della politica economica per gli anni 2014-2016”, che, forse, sara` in quale modo attenuato durante la discussione del Bilancio federale triennale (2014-2016) nelle ambedue Camere del Parlamento nazionale: nella GosDuma e dopo nel Consiglio della Federazione. Il titolare del Ministero delle Finanze Anton Siluanov ha ribadito la necessita` di riesaminare le cosiddette “agevolazioni fiscali” che hanno raggiunto il bell’importo di 1 800 miliardi di rubli, cioe` piu` di 40 miliardi  di euro      -    (“Rossijskaja gazeta” (“RG”), pag. 1 e 3, “RBK daily”, pag.3, “Kommersant”, pag.6, alcuni altri quotidiani del 30 settembre; “Izvestia” del primo ottobre, pag.9).

* La Commissione del Comitato Olimpico Internazionale, che da 6 anni controlla i preparativi delle Olimpiadi invernali del 2014, la settimana scorsa e` stata  a  Soci e ha espresso un giudizio positivo sullo stato di attuazione degli stadi, palazzi, impianti, villaggio e altre opere destinate allo svolgimento dei Giochi che inizieranno il 7 febbraio pp.vv.  Il vicepremier Dmitrij Kozak con soddisfazione ha constatato che “tutti gli impegni sono stati mantenuti, per cio` adesso non non ci sono problemi, connessi alla  preparazione  delle Olimpiadi e alla  modernizzazione della citta`”.   La visita

 

della commissione, purtroppo e` stata accompagnata da forti piogge e piene, situazioni che in autunno avvengono spesso a Soci e nei suoi dintorni,  che sono diventate in tal modo l’altro importante “test” per le costruzioni e per la futura capitale dei Giochi olimpici; esse hanno superato “a pieni voci”  l’esame della natura. Nel frattempo dal Monte Olimpo e` partita la staffetta della fiaccola olimpica che nei prossimi giorni arrivera` in Russia    -   (“Nezavisimaja gazeta” (25.9; pag.6),  “RBK daily”, pag.3, “Kommersant”, pag.16, “RG”, “Sport-Express” e altri giornali del 27 e del 30 settembre). 

* Piu` di 517 milioni di rubli (circa 12 mln.di euro) sono stati raccolti dagli organizzatori e i partecipanti - musicisti, attori e note personalita`, letterati e imprenditori -  alla maratona in diretta del “Primo Canale TV”.  Domenica scorsa (29 settembre) e` durata 10 ore e ha visto la partecipazione di milioni di russi, che con i loro SMS hanno inviato da 50 a 1 000 e piu` rubli ciascuno e hanno formato quella grande somma, destinata alla costruzione di nuove case nelle zone dell’Estremo Oriente, fortemente danneggiate tra luglio e settembre  -         (“Kommersant”, pag.1 e 3, e altri quotidiani del 30 settembre; “RG”del primo ottobre, pag.13).

 

Economia, settori e mercati, grandi aziende e PMI   

 

* Il Ministero dello Sviluppo economico nella sua nuova “versione di base” della previsione macroeconomica per il prossimo triennio  (ci sono anche altre ipotesi, comprese quelle due “straordinarie”, calcolate come se il prezzo del petrolio scendesse fino a $80 o salisse  a $120 al barile) prevede che quest’anno il PIL  crescera` dell’1,8%, del 3 per cento nel prossimo anno e del 3,3% nel 2016. Queste previsioni, inferiori a quelle rese note all’inizio dell’anno,.si spiegano soprattutto dai dati attuali che non suscitano tanto ottimismo: gli investimenti e l’attivita` nel settore delle costruzioni sono ancora in ristagno; solo il 22-29% dei dirigenti intervistati dei settori dell’estrazione e della trasformazione credono in un miglioramento della situazione economica nei prossimi 6 mesi; il commercio al minuto aumenta del 4% annuo che e` la meta` del ritmo di crescita del 2012, ecc. E` significativo che anche la “Banca Mondiale” prevede la crescita dell’economia russa in quest’anno pari all’1,8% su base annua. Pero` “le vie e le modalita` della crescita economica, definite dal Ministero e dalla Banca, sono completamente diverse”. Quest’ultima insiste sulla tradizionale “ricetta di cura” per l’economia russa: realizzare una rigida politica monetaria e creditizia e liberarsi dalle produzioni inefficaci. Il Ministero di Aleksei Ulukaev punta invece  sul rapido aumento degli investimenti nel capitale di base (dal 2,5% di piu` in quest’anno al 3,9% di piu` nel 2014 e al 6% nel 2016), cosa che consentirebbe di ripartire i redditi a favore dei settori delle trasformazioni e – in tal modo – di renderli piu` competitivi e   piu` “appettibili” per gli investitori  -   (“Ekspert” №  39 del 30.9; pag. 7 e 94).

          “RG” (27.9; pag.4) nella sua analisi dell’attuale situazione dei comparti industriali ha evidenziato che i titolari delle aziende e imprese continuano a diminuire l’organico, licenziando il personale, anche se non cosi` spesso come prima,  e “chiedono di elaborare una stabile formula per l’aumento delle tariffe e di non cambiarla”.   

    “Kommersant” di oggi (primo ottobre; p.6) ha pubblicato un sunto della relazione sull’attivita` delle

 

zone economiche speciali dal momento di loro creazione fino ad oggi. Purtroppo molti risultati sono inferiori a quelli programmati: per esempio, all’inizio di quest’anno sono stati registrati soltanto 323 residenti (l’87% del piano); in tutti questi anni sono stati creati soltanto 8mila nuovi posti di lavoro; sono stati investiti 69,3 mld.di rubli (91% del piano e solo il 48% del programma dello scorso anno). Lo Stato ha investito nelle infrastrutture 13,6 miliardi di rubli (96% del piano) e ha incassato 2,9 miliardi (135 per cento) tra tasse, imposte e dazi.     

* Comincio la rassegna delle pubblicazioni settoriali da due approfonditi supplementi: “Gli investimenti(pag.A1-A20), diffuso in allegato da “RG”, e “Trasporto ferroviario” (pag.18-20: viene ampiamente illustrata la strategia di sviluppo fino al 2020), ch’e` allegato all’edizione di ”Kommersant” di oggi,  primo di ottobre.

          Il primo principale tratto (dal 15-mo al 58-mo km) dell’autostrada a pedaggio Mosca-S.Pietroburgo (lunga 640 km) sara` aperto l’anno prossimo; agli abitanti delle grandi  citta` il Ministero dei Trasporti consiglia di usare molto piu` spesso la bicicletta; i tram, filobus e altri mezzi di trasporto ecologici arrivano in varie Regioni grazie agli ingenti sussidi statali – tutto questo e molti altri fatti e problemi del settore dei trasporti sono stati illustrati in un’intervista rilasciata a “RG” (30.9; pag.4) dal ministro Maksim Sokolov, accanito automobilista che per il suo lavoro e per lunghe distanze e` costretto ad usare  l’aereo.     Agli esperti segnalo inoltre una interessante conversazione di “Vedomosti” (26.9; pag.8-9) con Viktor Livanov, direttore generale del “Complesso aeronautico Il’jushin”, che ha parlato con soddisfazione sull’inizio della rinascita dell’aviazione di trasporto militare, e sulla situazione attuale dell’aeronautica russa, nonche` un servizio di “Ekspert” (№ 39 del 30.9; pag. 30-32) sulla costruzione del grande eliporto per circa 300 elicotteri nei dintorni di Mosca.

          “Kommersant” (26.9; pag.1 e 9) ha riportato alcuni dei punti piu`importanti della nuova “Strategia di sviluppo della “Corporazione cantieristica unita” fino al 2030” che prevede tra l’altro un radicale cambiamento della struttura di questa superholding. Il programma d’investimento aziendale e` stimato in 1 trilione di rubli (circa 24 miliardi di euro), con lo Stato che stanziera` il 20 per cento del totale; dopo varie trasformazioni la stessa Corporazione dovrebbe fatturare ogni anno circa 500 miliardi di rubli (piu` di 12 miliardi di euro al cambio attuale). 

       Ruslan Pukhov, direttore generale del “Centro per l’analisi delle strategie e delle tecnologie”, ha scritto una nota per “Profil” (№ 36 del 30.9; pag.33), in cui ha espresso il suo “grande dubbio sulle prospettive di una partnership pubblico-privata nell’industria militare”.  Inoltre il settimanale ha descritto in breve (pag.36-38) la situazione del settore delle tecnologie di informazione, rilevando che “lo Stato rimane ancora il principale utente dei servizi IT”.

        L’anno prossimo, come prevedono le autorita` federali, il prezzo dell’energia elettrica  al dettaglio aumentera` non del 12% ma soltanto del 7 per cento. Secondo “Vedomosti” (26.9; pag.12), il maggiore effetto positivo di tale diminuzione dovrebbero averlo la metallurgia, il commercio, il complesso petrolifero e il sistema dei servizi urbani e comunali (ЖКХ in russo). Nell’edizione del 27 settembre lo stesso quotidiano ha analizzato (pag.13) le previsioni del Ministero dello Sviluppo economico riguardanti l’industria automobilistica, secondo il quale l’anno prossimo, dopo un periodo abbastanza lungo di calo potrebbero cominciare ad aumentare sia le importazioni delle automobili in Russia che la loro percentuale del mercato: fino al 37,7 per cento nel 2016.  “RBK daily” (30.9; pag.6)

 

ha riferito che la joint-venture “Ford Sollers” intende progettare alcuni nuovi modelli speciali dei veicoli commerciali per la Russia.    

* Il settimanale “Kompanija” (№ 36 del 30.9; pag. 44-50) ha pubblicato una lunga rassegna su come cambia  il commercio in seguito all’uso sempre piu` crescente della telefonia mobile e dei programmi mobili per smartphone. Anche molti altri giornali in quest’ultimi giorni hanno prestato molta attenzione alla dinamica dei consumi e  alla situazione del retail commerciale. Si rileva che la dinamica dei consumi ultimamente sia in calo, che gli abitanti delle grandi citta` per acquistare i prodotti alimentari vanno piu` spesso nei piccoli “mercatini rionali” e che i retailers prevedono “magro” l’ultimo semestre dell’anno  (“Kommersant” del 20.9; pag.6 “Monitoraggio”; “Vedomosti” del 20 settembre e del 26 settembre, pagine 18). 

         Inoltre la stampa ha diffusamente commentato le informazioni sul “prossimo acquisto” della catena dei negozi di prodotti alimentari Sed’moi Kontinent (Settimo continente) da parte dell’altra grande catena di distribuzione “X5 Retail Group”  (“Kommersant”, pag.10, e “Vedomosti”, p.7, del 26 settembre;  “Kompanija” № 36; pag. 20-21, e “Profil” № 36; pag. 29).  “RBK daily” (30.9; pag.7) ha riferito che il proprietario della catena “Sed’moj Kontinent” Aleksandr Sanadvorov sta consolidando  i beni immobili “prima di concludere la vendita della parte operativa del proprio business”. Nell’edizione di oggi (1.X; pag.11)

        “Vedomosti” ha scritto che la “X5 Retail Group” intende rinnovare il formato dei negozi con prezzi scontati “Piatjerochka” che forniscono piu` della meta` del fatturato aziendale.

         “Profil” (№ 36 del 30.9; pag. 40-42) ha posto l’attenzione anche sul progetto avviato dall’altro grande retailer russo “Azbuca vkusa” (“Abbici del gusto”): la direzione della  catena ha invitato i suoi clienti non solo a presentare varie proposte, mirate a migliorare la attivita` della societa`, ma anche a realizzarle.     Infine segnalo un articolo di “RG” (26.9; pag.5) in cui viene trattata la possibilita` che l’anno prossimo in Russia - per prima volta - venga compilata e pubblicata una “lista bianca” di produttori legali delle merci, comprese quelle per l’infanzia.

 

Finanza, fisco, dogana, leggi, settore assicurativo  

 

* Secondo alcune previsioni “ufficiose”, gia` nei prossimi giorni la GosDuma deve cominciare ad analizzare e a discutere la bozza del “Bilancio federale per gli anni 2014-2016”.  Nel frattempo il documento  viene criticato sia dalle posizioni “di sinistra” che da quelle “di destra”. Secondo parecchi esperti intervistati da “Profil” (№ 36 del 30.9; pag. 30-32), tale aspro carattere della discussione sarebbe legato al fatto che il “documento non indica nettamente le vie per risolvere molti problemi del Paese e non crea degli  stimoli per una sua crescita”.

* “Ekspert” (№ 39 del 30.9; pag. 81-91) ha pubblicato due rassegne, che riguardano i diversi fattori di un rallentamento della crescita del mercato dei  crediti bancari al consumo nel 2013 e il sistema di garanzie degli accumuli pensionistici.

        Ad agosto la “Sberbank” ha stabilito un record nel settore dei crediti ipotecari: ha concesso ai richiedenti  62,7 miliardi di rubli. Intervistata da “RBK daily” (27.9; pag.7), Natalia Alymova, direttore

 

della direzione di crediti ipotecari, ha puntualizzato alcuni motivi dell’Istituto: in particolare, “la crescita dei crediti agli acquirenti di abitazione assicura la collaborazione piu` stretta con aziende edili”. Nella stessa edizione il giornale ha pubblicato (pag.5) un’approfondita conversazione con Galina Morosova, presidente del “Fondo pensioni non governativo” presso la “Sberbank”, che ha espresso il suo parere sui “guai” della riforma pensionistica, sull’attivita` del nuovo regolatore del sistema finanziario nazionale  e ha fatto alcune previsioni, relative all’attivita` e al numero dei suddetti Fondi nel prossimo anno.

        Il settimanale “Kompanija” (№ 36 del 30.9; p.51) ha riportato il parere di Diljara Ermakova, direttore esecutivo della banca “BTsK-Mosca”,  su come le piccole e medie imprese cambiano l’attivita` di molti istituti finanziari di credito.

* Agli analisti e agli esperti segnalo “Kommersant” del 30 settembre, che ha dedicato l’intera pagina 13 alle attuali tendenze dei mercati M&A mondiale e russo, nonche` ai fattori e ai presupposti di una sua crescita negli ultimi mesi.

* “RG” (30.9; pag.3) ha parlato con Pavel Medvedev, difensore civico per il settore finanziario.  Anche lui e` sbalordito dal fatto che nei tre anni, durante i quali ha svolto il suo incarico, la legge in materia non e` stata ancora approvata.  Ultimamente al governo e` stata presentata una bozza dell’atto legislativo che, secondo Medvedev, “e` un documento abbastanza adeguato e di buona qualita`.  

* In un articolo sullo stato  e sulle prospettive dello sviluppo del mercato delle assicurazioni  “Vedomosti” (27.9; pag.18) ha dato rilievo al fatto che parecchie compagnie hanno iniziato ad includere nella polizza di assicurazione medica volontaria le malattie oncologiche e altre malattie gravi.  

* Infine segnalo ancora una volta “Profil” (№ 36; pag. 8-12) che ha raccolto e riassunto diverse risposte alla domanda: “La Russia puo` andare avanti senza gli immigrati?”.

 

Cari lettrici e lettori, grazie per l’attenzione.

Distinti e cordiali saluti.

 

A cura di Valerij Shvetsov (con la collaborazione di Canzio Cavallini)

e-mail: valerio.m@unimpresa.ru

Telefoni: ufficio +7 (495) 411-79-48 (int. 3413); cell: +7 (916) 531-04-45

www.confindustriarussia.it

 

 


 Associazione Conoscere Eurasia - Via dell'Artigliere, 11 37129 Verona Italia - C.F. 93197240232 - P.IVA 03739750234 T: +39 0458020904 F: +39 0459299924 M: info@conoscereeurasia.it