Rassegna della Stampa Russa - 01.12.2017

 

 

Eventi, problematiche e dati statistici generali 

  Per quei pochi che non lo sapessero, informiamo che il campionato mondiale di calcio maschile-2018 si terrà in Russia dal 14 giugno al 15 luglio. Alla vigilia del sorteggio della fase finale di questi Mondiali, che avrà luogo stasera al Grande palazzo del Cremlino a Mosca, il campione del mondo del 2006 Fabio Cannavaro ha detto di “sentirsi bene a Mosca, una città molto moderna. Nel campionato in Russia - ha aggiunto Fabio - l’Italia non giocherà; perciò tifo per la Russia, una squadra simpatica. Le dico: “in bocca al lupo!”. Oltre a Cannavaro al sorteggio, ossia alla definizione dei gruppi eliminatori, parteciperanno molte altre “stelle” del calcio mondiale come Diego Maradona, Cafù, Laurent Blanc, Diego Forlan e il grande campione russo, vicepresidente dell’Unione russa di calcio Nikita Simonjan di 91 anni – (le agenzie d’informazione, Internet, i giornali russi degli ultimi giorni e di oggi, compresi Sport Express, Sovetskij Sport, Rossijskaja gazeta (RG) – link, Izvestia, Kommersant (Kom-t), Mosca Sera, ecc).
 
   Martedì (28 novembre) nella seduta del “Consiglio di coordinamento della realizzazione delle azioni e degli atti negli interessi dell’infanzia” il presidente Putin ha proposto una serie di nuove misure e provvedimenti finanziari, economici e sociali finalizzati a stimolare l’aumento del tasso di natalità in Russia, a sostenere le famiglie giovani e quelle numerose e poco agiate, nonché a prevenire un calo della popolazione. Tutte le misure proposte entreranno in vigore già dal primo gennaio del 2018. In realtà - come hanno rivelato i giornali - il Capo dello Stato ha dichiarato un “riavvio” della politica dello sviluppo demografico in Russia – (RG, pag.1-2, Izvestia pag.2, RBK, pag.4, Kommersant, pag.1-2, e gli altri quotidiani del 29 novembre).
 
   I due terzi degli 85 Soggetti della Federazione (Repubbliche, Regioni, Territori, città di Mosca e di San Pietroburgo) non “riescono ad adempiere pienamente ai loro impegni di spesa” – è ciò che il vicepremier Dmitrij Kozak ha evidenziato nell’intervento al Consiglio della Federazione (la Camera alta dell’Assemblea federale) durante la discussione delle relazioni interbudgetarie svoltasi mercoledì 29.11. La commissione governativa, da lui diretta, ha recentemente deciso di stanziare oltre 100 mld di rubli per un allineamento dei bilanci delle regioni “in difficoltà”. Valentina Matvienko, presidente del Consiglio summenzionato, ha criticato il Ministero dello Sviluppo Economico e ha proposto di cambiare il sistema finanziario attuale che permette di riscuotere all’erario federale oltre la metà delle entrate regionali e successivamente dividerà le risorse finanziarie a “regime manuale” in modo più equo – (RG, pag.2, e Kom-t, p.4 – link, del 30.11; v. inoltre Kom-t del 28.11, p.2: il parere del FMI sulla “politica interbudgetaria” in Russia).
 
   Izvestia (29.11, pag.3) è venuto a conoscenza del fatto che l’Assemblea parlamentare (PACE) e il Consiglio d’Europa stanno studiando varie possibilità su come si possa convincere la delegazione della Federazione Russa a riprendere la sua attività. Il vicepresidente della GosDuma (la Camera bassa del parlamento russo) Piotr Tolstoj ha ribadito pochi giorni fa che la FR “non tornerà all’Assemblea finché non sarà garantita la partecipazione equa di tutte le delegazioni”. Ha aggiunto che “i deputati russi sono aperti al dialogo” e che a dicembre, probabilmente, si terranno le trattative con i loro colleghi europei.
 
  Il nuovo ambasciatore dell’Unione Europea in Russia Marcus Ederer ha rilasciato un'approfondita intervista a RBK (29.11, pag.6-7: link). Il diplomatico tedesco prima di tutto si è detto “felice di ritornare in Russia, poiché stimo molto la sua cultura e la gente”. Ha riconosciuto che lavorerà a Mosca in un periodo non semplice delle relazioni tra la Federazione Russa e l’UE.
 
  D’altro lato, Marcus Ederer è incoraggiato da 2 circostanze. La prima è una stabilizzazione delle relazioni bilaterali negli ultimi mesi. Il secondo fattore positivo, a suo parere, è “l’esistenza di molti forum e piattaforme di collaborazione che continuano a lavorare. Il mio compito è quello di ampliare la cooperazione in tutti gli ambiti”. Secondo l’ambasciatore, le accuse reciproche non potranno avvicinare un progresso. Ha espresso la convinzione che “il tempo per abolire le sanzioni imposte a Mosca non è ancora giunto, poiché gli Accordi di Minsk non vengono implementati”.
 
   Gli scienziati dell’Accademia russa delle scienze e della “Società degli storici russi” in uno studio comune e imparziale, dedicato alla rivoluzione del 1917 in Russia, l’hanno definita un “unico processo composto da una seria di avvenimenti interconnessi”. Per questo motivo hanno proposto un nuovo termine: la Grande rivoluzione russa degli anni 1917-1922. La rivoluzione, hanno sostenuto gli studiosi, è veramente “Grande”, poiché si tratta di un “avvenimento globale risultato come un punto di svolta nella storia della Russia e nella storia del mondo” – (RG del 29.11, p.6 - link).  
 

Economia 

* Situazione generale: 

  Vladimir Putin durante la conversazione con gli operai, tecnici ed altri dipendenti di un deposito ferroviario di Mosca ha definito il 2017 “un anno fortunato” per l’economia russa: “è uscita dalla recessione ed è iniziata una sua ripresa”. Questo parere è stato condiviso dal premier Dmitrij Medvedev che ieri (30.11) ha rilasciato la tradizionale e approfondita intervista di fine anno a 5 canali televisivi russi. Il capo del governo ha messo in risalto che “l’inflazione inferiore al 3% gioverà direttamente sia all’economia che a tutti i nostri cittadini”. Ha sottolineato che attualmente la Russia “riceve il 60% delle entrate non dal commercio di petrolio e gas”.
 
  A questo punto ha stigmatizzato le affermazioni e le “voci” su “un esaurimento della crescita economica”. Medvedev ha risposto alle numerose domande sui vari aspetti della vita e del lavoro in Russia e ha dichiarato che in questo periodo politico non presenterà la sua candidatura alle elezioni presidenziali – (l’agenzia RIA Novosti, RG, pag.2, Kom-t, pag.1 e 3, Metro, p.4 del 30.11, ecc; RG, p.1 e 3, RBK, pag.1-2: link, Nezavisimaja gazeta, p.1-2, e alcuni altri quotidiani del 1o Dicembre).
 
  Gli analisti della Banca Mondiale credono nell’inizio della ripresa economica in Russia e hanno migliorato la relativa previsione: secondo loro il Pil russo aumenterà dell’1,7% su base annuale (+1,3% nella previsione di maggio) nel 2017 e nel 2018, mentre nel 2019 accelererà all’1,8%. Questa dinamica dei settori economici sarà sostenuta principalmente dalla domanda interna. A parere della BM, un rallentamento dell’inflazione e il ripristino dei redditi della popolazione nei prossimi anni consentiranno alla Russia di diminuire considerevolmente il livello di povertà nel Paese – (Vedomosti, pag.4 – link, RG, pag.4, e Kom-t, pag.2, del 30 novembre; “Non si deve sopravvalutare la scala della nostra povertà” – la conversazione con la sociologa Tat’jana Maleva - RG del 29.11, pag.9 – link).
 
  Dmitrij Medvedev ha presieduto (28.11) la riunione della commissione governativa che ha preso in esame l’andamento dello sviluppo sociale ed economico delle regioni orientali. I convenuti hanno messo in risalto che nei primi 10 mesi i volumi della costruzione nella macroregione sono aumentati dell’11%, la produzione industriale del 3% e l’agricoltura del 5% sullo stesso periodo del 2016. Tra gennaio e settembre gli investimenti di base sono cresciuti di circa il 10% e il totale degli investimenti dichiarati ha superato 3.500 mld di rubli. Medvedev ha evidenziato alcuni problemi delle regioni dell’Estremo Oriente e ha criticato i ministeri per il ritardo della preparazione dei programmi, relativi allo sviluppo prioritario delle suddette regioni, in particolare, lo sviluppo di 40 aeroporti locali – (RG del 29.11, pag. 3).
 
  Il governo russo sta per definire alcune nuove modalità della riorganizzazione del sostegno statale all’export. Si prevede di unire il gruppo “Centro russo di export” con le sue società “affiliate”, la Roseximbank e l’Agenzia d’assicurazione delle esportazioni EXAR, ed istituire una persona giuridica. La Banca centrale russa deve elaborare diversi indicatori per questa nuova struttura, tanto più che “3 società lavorano insieme ma non sono orientate alle PMI” – (Kom-t del 28.11, p.2). Segnalo inoltre un’intervista a Piotr Fradkov, direttore del gruppo, che ha stimato le varie opportunità e possibilità per l’imprenditoria russa di operare sui mercati dell’Asia e dell’Oceano Pacifico – (Kommersant-Den’ghi № di 52 del 28.11, pag.18-20: link). Dall’11.09 al 24.11 in seguito alle “minacce” di terroristi telefonici contro 3.400 negozi, centri di business ed edifici sono state evacuate circa 2,5 mld di persone – (RG del 27.11, pag.6).  
 

* Settori e mercati: 

  Il Ministero delle costruzioni ha alzato il prezzo medio di 1 metro quadrato di un’abitazione nuova (che richiede una considerevole rifinitura) stabilito per il primo trimestre del 2018: sarà pari a 37.848 rubli, ovvero 540 euro al cambio attuale, 640 rubli in più rispetto al primo trimestre di quest’anno. In realtà i prezzi sono e saranno molto diversi da una regione all’altra. Ad esempio, attualmente il prezzo più economico si può trovare nella Repubblica dell’Adygheia (nel Caucaso Settentrionale): 26.490 rubli. Nel 2018 il prezzo più alto sarà, evidentemente, a Mosca: oltre 91 mila rubli per un m.q – (RG del 28.11, pag.2).
 
  Agli esperti dell’edilizia e delle costruzioni segnalo due supplementi “Beni immobiliari” pubblicati dai quotidiani Izvestia (29.11, pag.1-4: crediti ipotecari, il mercato secondario delle abitazioni a Mosca, ecc - link) e da RG (30.11, pag.A1- A6: modifiche alle normative di costruzione; sconti per le case d’élite; l’acquisto di una residenza; “boom” di costruzioni nella Nuova Mosca; parchi industriali nella Regione di Mosca, ecc).
 
  Il Ministero dell’Industria e del Commersio ha reso noti due programmi di crediti agevolati per gli acquirenti di nuove automobili nel 2018. Si rileva che tale credito sarà concesso anche per un’auto che costa 1,5 mln di rubli – (RG del 27.11, pag.2 – link).
 
  I giornali hanno riferito inoltre che l’Associazione russa dei dealer del settore automobilistico ha inviato una lettera al vicepremier Dvorkovich in cui ha lamentato “l’introduzione di prescrizioni e dazi sempre più rigidi che peggiorano il clima d’investimento e rendono più complesse le attività imprenditoriali” – (v.Kommersant del 22.11, pag.7). Vedomosti (28.11, pag.15) ha rivelato che il grande dealer “Nezavisimost’” sta per terminare la sua attività: la società ha chiuso i suoi saloni a Mosca e nelle regioni.
 
  RBK del 29 novembre ha pubblicato (pag. 1-3: link) un’analisi dello stato attuale del settore russo dei lanci commerciali nello spazio. Nel 2016 il volume del mercato mondiale ammontava a $213,62 mld.
 
  Nella stessa edizione il quotidiano (pag.1 e 12-13) ha descritto i motivi, per i quali la compagnia di bandiera Aeroflot ha smesso di acquistare le informazioni dalle organizzazioni dell’Agenzia delle informazioni meteorologiche (“Rosghidromet”).
 
  Il 27 settembre scorso in Russia è stato distrutto l’ultimo contenitore militare di sostanze chimiche: in tal modo gli specialisti russi hanno distrutto tutte le riserve di armi chimiche 3 anni prima del termine stabilito dagli accordi internazionali. RG (29.11, pag.5) ha riassunto i principali risultati del relativo programma federale, rivelando l’enorme lavoro preparativo e l’utilizzo di molte tecnologie sofisticate originali.
 
  Il settimanale Profil (№ 13 del 27.11, pag.12-17, link) ha esaminato l’esecuzione dell’accordo dei Paesi produttori di petrolio sulla riduzione dell’estrazione. Ha evidenziato che la Russia ha ricevuto circa 1000 mld di rubli di entrate aggiuntive; di questi 830 mld di rubli sono stati usati solo per diminuire il passivo del Bilancio federale dal 3,2% al 2,1% del Pil. Nezavisimaja gazeta (22.11, pag.1 e 4) in un suo articolo ha fatto un’analisi della situazione dell’industria russa del petrolio e ha messo in evidenza l’aumento della produzione di petrolio negli Stati Uniti.
 
  Negli ultimi giorni la stampa ha descritto: lo stato attuale del mercato russo del trasporto urbano di merci (il supplemento Kommersant- Den’ghi № 52 del 28.11, pag.57-58); l’aumento della produzione di software in Russia (Kom-t del 24.11, pag.9) e le “guerre di prezzo” sul mercato russo del tabacco – (Kom-t del 27.11, pag.7).
 
  Il grande retailer “Azbuka del gusto” (nell’anno finanziario terminato il 31 marzo ha fatturato 49,8 mld di rubli) ha deciso di condurre un esperimento: aprire un ristorante con “prezzi democratici” nel quartiere Moscow-City. Inoltre la società intende triplicare il numero di acquirenti. Ne ha scritto ampiamente Vedomosti del 28 novembre (pag.16 e pag.8-9: link) che ha pubblicato anche una conversazione approfondita con Vladimir Sadovin, direttore generale della Srl “Supermercato urbano”.  
 

Finanza, fisco, dogana, leggi, settore assicurativo 

  Mercoledì 29 novembre il Consiglio della Federazione ha approvato la legge sul Bilancio federale per il 2018 e per gli anni successivi 2019 e 2020. Valentina Matvienko, presidente della Camera alta, ha espresso il parere che “questo documento, elaborato a fatica, crea le basi dello sviluppo economico e sociale del Paese” – (RG; 30.11, pag.2 – link). In questa occasione segnalo anche una conversazione approfondita con Tat’jana Golikova, presidente della Corte dei Conti, che ha valutato eventuali rischi della situazione economica e finanziaria nel Paese, ha illustrato alcune difficoltà nel realizzare la riforma pensionistica e ha espresso il parere sull’ottimizzazione dell’attivita dell’apparato statale, ecc – (Vedomosti del 29.11, p.8-9: link).
 
   La Banca Centrale Russa (BCR) in relazione all’aumento inatteso del numero di esperti internazionali dei prezzi dei bitcoin e di molte altre valute criptate ha sostenuto che “questa crescita impetuosa crea rischi per l’economia globale”. Il Regolatore teme l’apparizione di “una bolla di sapone” sul mercato finanziario e ha proposto di regolamentare il mercato delle valute criptate. Il primo ddl in materia è gia stato presentato alla GosDuma. I suoi autori hanno proposto di creare una borsa statale per la circolazione delle valute criptate, tra le quali ci sarà anche il rublo criptato – (RBK del 29.11, pag.16; Kommersant del primo dicembre, p.1 e 12 – link).
 
   Kommersant (29.11, pag.8) ha recensito “La rassegna della stabilità finanziaria” diffusa dalla BCR martedì 28 novembre. Il quotidiano ha fatto notare che la pubblicazione presenta “un ampio quadro dell’equilibrio eccezionale del mercato finanziario in Russia”. I rischi principali provengono, evidentemente, dall’estero: dall’UE, dagli USA e dai Paesi dell’Asia. A proposito dei rischi la BCR ha chiamato le compagnie pubbliche a creare “commissioni speciali per la valutazione dei rischi di operazione” – (RG del 29.11, pag.5).
 
  I giornali hanno trattato inoltre:
 
- l’aumento della pressione fiscale (Expert № 48 del 27.11, pag.8 - link);
 
- l’incremento degli investimenti bancari nella pubblicità – (Kom-t del 30.11, pag.7);
 
- tra gennaio e settembre la banca “Russkij standart” ha ricavato un utile pari a 1,4 mld di rubli mentre nel medesimo periodo dello scorso anno ha subito perdite per un totale di 3 mld di rubli – (Vedomosti del 30.11, pag.14).
 
  In conclusione di questo capitolo segnalo l’approfondita intervista di Kommersant di oggi primo dicembre (pag.14 – link) a Piotr Aven, comproprietario di Alfa-bank. Ha parlato principalmente dei processi di risanamento degli istituti finanziari e della politica monetaria.  
 

Regioni e Territori della Federazione Russa 

  Oggi, come abbiamo promesso nell’edizione precedente del 28.11, saranno riassunte le numerose e interessanti pubblicazioni dedicate alla Regione di Mosca e alla capitale russa.
 
   Molti quotidiani hanno messo in risalto l’attivazione delle relazioni della Regione con i vari Paesi esteri. Nell’ultimo mese sono stati instaurati contatti fruttuosi con gli investitori giapponesi – (Nezavisimaja gazeta, pag.6, e RG, pag.10, del 21 novembre.
 
  La stampa ha ampiamente descritto il miglioramento della qualità delle autostrade regionali (quest’anno sono stati ristrutturati circa 3.000 km) e lo sviluppo della rete viaria – (Nezavisimaja gazeta dell’8.11, pag.4 - link, Vedomosti del 10.11, pag.4, ecc).
 
  Inoltre i giornali hanno prestato attenzione all’aumento della produzione del latte (RBK del 7.11, pag.7, RG del 10.11, pag.4, ecc) e allo sviluppo costante della sanità – (NG; 8.11, p.8: l’intervista al ministro regionale Dmitrij Markov)/
 
   Tra i servizi, articoli, interviste e reportage sulla vita della città di Mosca si segnalano quelli dedicati alle seguenti problematiche:
 
- il bilancio municipale per il 2018 e per gli anni 2019-2020 – (RG del30.11, pag.3 – link);
 
- lo sviluppo del mercato immobiliare e il programma “renovazia”, ossia il “rinnovamento immobiliare” – (Profil № 13 del 27.11, pag.46-49; RG del 29.11, pag.2);
 
- la costruzione di nuove stazioni della metropolitana, la soluzione dei problemi del traffico automobilistico e dei parcheggi, la creazione di stazioni di rifornimento ecologiche – (Mosca Sera del 7.11, p.4; Vedomosti del 14.11, pag.16-17; RG del 17.11, p.7; RBK del 24.11, pag.6; Kom-t, pag.5, RG pag.10 – link, e Vedomosti, p.1 e 6, del 28.11, ecc);
 
- l’equilibrio degli spazi commerciali nei grandi centri d’affari – (Kom-t del 28.11, pag.9);
 
- l’inaugurazione del campo di pattinaggio più grande in Europa (oltre 20 mila metri quadrati) presso il complesso espositivo VDNKh e i programmi di 22 parchi per le Feste di Capodanno – (RG del primo dicembre, pag.10, Metro del 29.11, pag.2, Mosca Sera, ecc).  
 

Russia - Italia 

  L’agenzia TASS e alcuni siti internet hanno riferito che con Decreto del Presidente Vladimir Putin del 27 novembre 2017, l’Ambasciatore Cesare Maria Ragaglini è stato insignito dell’Ordine dell’Amicizia per il grande contributo dato a favore del rafforzamento delle relazioni tra l’Italia e la Federazione Russa.
 
  L’intervistato da Izvestia (15.11, pag.3), l’economista Kirill Koktysh ha messo in risalto la discussione del modello “Made with Russia” durante il recente Consiglio russo-italiano per la collaborazione economica. A suo parere la realizzazione del modello porterà molti vantaggi per la Russia nel risolvere il problema della localizzazione di nuove produzioni. Tra le altre pubblicazioni segnalo:
 
- l’intervista di Vedomosti (23.11, pag.8-9) a Remo Ruffini, presidente e direttore creativo del gruppo Moncler, produttore e creatore di abiti e abbigliamento di moda, ecc;
 
- un servizio di RG (27.11, pag.9) sull’esposizione dei ritratti e quadri di Modigliani e dei suoi colleghi apertasi a San Pietroburgo;
 
- il supplemento Stile di 24 pagine di Kommersant (30.11) interamente dedicato all’Italia;
 
- un reportage di Kommersant di oggi primo dicembre (pag.15) sul Festival cinematografico di Torino.  
 
 
 Cari lettori, grazie per l'attenzione. 

Cordiali saluti.
A cura di Valerij Shvetsov
in collaborazione con Anita Mengon e Paolo Cantarello
e-mail: valerio.m@yandex.ru
Telefono - cell: +7 (916) 531-04-45

 


 Associazione Conoscere Eurasia - Via dell'Artigliere, 11 37129 Verona Italia - C.F. 93197240232 - P.IVA 03739750234 T: +39 0458020904 F: +39 0459299924 M: info@conoscereeurasia.it