Rassegna della Stampa Russa - 04.07.2017

 

 

Eventi, problematiche e dati statistici generali 

   Domenica 2 luglio a San Pietroburgo è terminata la FIFA Confederations Cup. La nazionale tedesca, squadra molto giovane con un’età media dei suoi calciatori di 24 anni, ha battuto in una finale molto combattuta la squadra cilena; al terzo posto si è classificata la nazionale portoghese che ha superato quella messicana. La Russia non è riuscita nemmeno a raggiungere la semifinale. Questo risultato, secondo la stampa periodica e i mass-media che negli ultimi due giorni hanno citato numerosi funzionari del Ministero dello Sport ed esperti di calcio, “è l’unico aspetto negativo di quest’importante prova dei Mondiali di calcio che avranno luogo in Russia esattamente tra un anno. Tuttavia, quest’esperienza si è rivelata complessivamente positiva”. Infatti, gli esperti e numerosi turisti stranieri (26 mila persone sono giunte in Russia con il Fan ID, ovvero il passaporto del tifoso) hanno dato risalto alla cordiale accoglienza dei russi, ai viaggi e ai voli gratuiti tra le varie città, all’attività di oltre 6 mila volontari di 78 Paesi, al buon ordine pubblico, nonché alla bellezza delle città di San Pietroburgo, Mosca, Kazan’ e Soci, in cui si sono svolte le partite, seguite in media da 38.000 spettatori. Molti ospiti, allenatori e giocatori stranieri hanno dichiarato di aver visto “una Russia aperta e molto diversa dal Paese descritto dai mass-media dei loro Stati”.
 
Gianni Infantino, presidente della FIFA, ha elogiato “l’altissimo livello delle infrastrutture sportive e della sicurezza”. A conclusione della sua conferenza stampa ha dichiarato che “l’importante manifestazione sportiva, organizzata bene in tutti i dettagli, è stata coronata dal successo”. Ha ringraziato la Russia, tutto il popolo russo e il comitato organizzatore. Draxler, capitano della “bundesteam”, ha inviato una lettera aperta ai padroni di casa, in cui ha esaltato l’ottima organizzazione della Confederations Cup – (numerose agenzie, Internet, e tutti i quotidiani del 3 e 4 luglio, compresi Rossiskaja gazeta (RG) del 3.7, pag.12: link: https://rg.ru/2017/07/02/chem-zapomnitsia-kubok-konfederacij-v-rossii.html, Kommersant (Kom-t), pp.1 e 12, RG, pag.12, Sport Express, Sovetskij Sport, ecc).
 
   Alla vigilia della sua visita ufficiale in Russia (03-05.07) il presidente della Repubblica Popolare Cinese Xi Jinping ha rilasciato un’approfondita intervista al quotidiano del governo Rossijskaja gazeta (RG, 3.7, pag.1 e 6, nonché pag.4 e 8). Ha dichiarato che “attualmente le relazioni sino-russe stanno sperimentando il miglior periodo del loro partenariato e della loro interazione strategica”. Il presidente ha inoltre sottolineato che la Cina “mantiene lo status di maggior partner commerciale della Russia per il settimo anno consecutivo”. La stampa ha evidenziato che dall’inizio di quest’anno Putin e Xi Jinping si incontrano per la terza volta; almeno altri 3 incontri e colloqui sono fissati per la seconda metà di quest’anno – (TASS, RG, p.2, Izvestia e gli altri giornali di oggi).
 
   Lamberto Zannier, segretario generale dell’Organizzazione per la sicurezza e la collaborazione in Europa (OSCE) ha scritto un articolo per il giornale Izvestia (3.7, pag.5: link: http://iz.ru/613199/lamberto-zaner/kliuch-k-bezopasnosti-mira-v-evrope), in cui ha dichiarato che il continente europeo sta attraversando un momento difficile per la sua sicurezza. Il Sig. Zannier ha inoltre formulato diverse proposte finalizzate a ricostruire l’atmosfera di “stabilità asimmetrica” e di sicurezza che esisteva in Europa prima della crisi in Ucraina.
 
  Valentina Matvienko, presidente del Consiglio della Federazione (la Camera alta dell’Assemblea federale), ha dichiarato che “la decisione presa dal Ministero degli Esteri russo di sospendere i pagamenti del contributo nazionale al Consiglio d’Europa è assoloutamente giusta”. Secondo il parere della presidente, questo passo dei diplomatici è “un segnale contro un ulteriore degrado del dialogo interparlamentare in Europa” – (le agenzie e Internet del 3.7; Vedomosti, p.2, e alcuni altri quotidiani di oggi 4 Giugno).
 
   Il Servizio federale statistico (Rosstat) ha reso noto che lo scorso anno la durata media della vita in Russia ha raggiunto i 71,87 anni. Si tratta di un record poiché nel 2015 la durata media è stata pari a 71,4 anni e nel 2012 a circa 70,2 anni. È probabile che questo aumento sia legato in qualche modo al raddoppio dell’utilizzo dei taxi negli ultimi 3 anni: da 22 mln di persone nel 2014 a 45 milioni di persone nel 2016 – (Metro pag.5, e Izvestia, pag.6: link: http://iz.ru/612710/nataliia-berishvili/nashi-liudi-v-bulochnuiu-na-taksi-ezdiat, del 30 giugno).  
 

Economia 

   Situazione generale:
  Venerdì 30 giugno i presidenti di Russia e Bielorussia, Vladimir Putin e Aleksandr Lukashenko hanno visitato a Mosca il 4° Forum delle regioni dei due Paesi, ovvero la “piazza d’affari” dello Stato alleato. Al Forum, dedicato quest’anno alle alte tecnologie, hanno partecipato circa 40 regioni russe, la città di Mosca e tutte le 6 regioni bielorusse. Sono stati firmati oltre una cinquantina di accordi e contratti di cooperazione per un totale superiore a $400 mln. Durante la riunione del Consiglio supremo dello Stato alleato i capi di Stato e le delegazioni hanno approvato un ulteriore coordinamento della politica estera e delle decisioni finalizzate ad intensificare la collaborazione per creare un’economia digitale – (il supplemento “Unione Russia- Bielorussia” a RG del 29.6, pag.1 e 3; RG, pag.2: link: https://rg.ru/2017/07/02/rossiia-i-belorussiia-nachnut-rabotat-nad-sovmestnymi-it-proektami.html, e Izvestia, pag.2, del 3 luglio).
 
  Lunedì 3 luglio i vari giornali hanno descritto alcuni piani legati allo sviluppo della suddetta economia digitale. RBK (03.07, pag.1 e 9: link: http://www.rbc.ru/newspaper/2017/07/03/5958d9c29a7947e1a748af1a) ha illustrato i principali punti dell’omonimo programma che è stato elaborato dal Ministero delle Telecomunicazioni e presentato a Vladimir Putin venerdì 30 giugno. Il programma prevede, in particolar modo, la creazione di una decina di aziende competitive sul mercato globale delle alte tecnologie entro il 2024. Nei prossimi anni, inoltre, verranno realizzati circa 30 progetti nel campo dell’economia digitale con un bilancio non inferiore a 100 mln di rubli per ogni ricerca. Anche il Centro di elaborazioni strategiche diretto dall’ex vicepremier e ministro Aleksej Kudrin ha elaborato un programma relativo al passaggio della FR all’economia digitale. Molti esperti hanno messo in rilievo che il documento prevede di stanziare ogni anno circa il 30% del Pil annuo, ovvero circa 185 trilioni di rubli nel periodo dal 2018 al 2024, ricavandolo da diverse fonti finanziarie – (Kommersant, p.1-2: link: https://www.kommersant.ru/doc/3338723, e Profil № 25, pag.6, del 3.7; Vedomosti; 4.7, pag.1 e 6).
 
A questo punto agli esperti e agli analisti dell’economia russa segnalo alcune pubblicazioni utili per avere un’idea più chiara sulle problematiche affrontate in Russia dagli scienziati, dai tecnici e da tutta la comunità imprenditoriale, e sulle difficoltà da superare. Sono un’intervista a Grigorij Kociarov, primo vice del direttore generale della compagnia IBS, dedicata alle conseguenze della “quarta rivoluzione industriale e all’importanza della robotica (pag.34-37) e due pubblicazioni del settimanale Expert № 27 del 3 giugno (link: http://expert.ru/expert/2017/27/rezidentyi-vseh-parkov-kooperirujtesi/),“Il primo rating nazionale dei parchi industriali e delle zone economiche speciali” (pag.65-78 link: http://expert.ru/expert/2017/27/promyishlennost-osobogo-poryadka/;).
 
RG (30.06, pag.4) ha riferito sulla conferenza internazionale di Ekaterinburg, i cui partecipanti hanno discusso le prospettive dell’industria nucleare e dei reattori veloci destinati alle centrali atomiche. Nella stessa edizione di RG del 30.07 (pp.1 e 3: link: https://rg.ru/2017/06/29/andrej-romanchenko-cifrovoj-efir-ohvatit-svyshe-98-procentov-naseleniia.html) si può trovare una breve conversazione con Andrej Romancenko, dirigente della RTRS (Rete russa delle trasmissioni televisive e rediofoniche), che ha illustrato l’andamento dell’ultima fase del passaggio alla TV digitale in tutta la Russia.  
 
   Settori, grandi società e PMI: Nel commentare i dati aggiornati sulla ripresa dell’economia nazionale, resi noti dal Rosstat, dalla Banca Centrale e da alcune altre fonti di ricerca, Kommersant (30.6, pag.2: link: https://www.kommersant.ru/doc/3338750) ha messo in evidenza una notevole differenza tra le valutazioni riguardanti i ritmi di crescita e la qualità dei cambiamenti in corso. Expert (№ 27 del 3.7, pag.80) nell’analisi sull’attuale congiuntura d’affari ha rilevato una diminuzione degli utili nell’economia reale e il loro aumento nel settore bancario rispetto ai primi quattro mesi dell’anno scorso, nonché una dinamica positiva ma lenta dei crediti corporate.
 
Negli ultimi giorni la stampa ha prestato grande attenzione ai settori seguenti:
 
- gli investimenti nell’energia rinnovabile – (RBK del 3.7, pag.5);
 
- l’industria automobilistica: tra gennaio ed aprile gli utili dei produttori sono ammontati a 15,3 mld di rubli; anche quest’anno AvtoVAZ intende mantenere la propria quota di mercato pari al 20% – (Izvestia del 3.7, p.6: link: http://iz.ru/613203/sergei-fish/proizvoditeli-avto-ushli-ot-ubytkov; Kom-t del 3.7, pag.9);
 
- il settore ferroviario: in seguito all’aumento dell’export di carbone e di fertilizzanti RZhD (“Ferrovie russe” SpA) ha ristabilito il livello del carico dei vagoni del 2012 – (Vedomosti; 26.6, p.12);
 
- il mercato degli smartphone: nei primi 6 mesi il volume del mercato ha costituito 12,1 mln di unità vendute (+9% su base annua) e 153 mld di rubli (+ 13%); il prezzo medio è pari sempre a 12.600 rubli – (Kom-t del 30.6, pag.10);
 
- le merci sottoposte all’embargo: secondo la Dogana centrale, nei primi 5 mesi di quest’anno il totale delle suddette merci andate distrutte (innanzitutto gli agroalimentari) è aumentato del 79% su base annua: da 1.526 ton a 2.736 tonnellate – (Izvestia; 3.7, pag.1 e 4: link: http://iz.ru/613207/bogdan-stepovoi/iabloki-i-pomidory-prikinulis-afrikanskimi);
 
- le “Poste russe”: il contratto stipulato con Dmitrij Strashnov, direttore generale dell’Ente federale, è scaduto il primo luglio e non è stato prorogato; in 4 anni l’ente statale è diventato una struttura più efficiente rispetto agli anni precedenti – (Vedomosti del 4.7; pag.16);
 
- il mercato immobiliare: un considerevole cambiamento dei grandi territori assegnati alla “Nuova Mosca” – (Profil № 25 del 3.7, pag.46-47); la dinamica del mercato nei territori che circondano la capitale – (Kom-t del 22.6: link: https://www.kommersant.ru/doc/3331108); il calo (-30% su base annuale, fino a $1,8 mld) degli investimenti negli immobili commerciali e negli uffici – (Kom-t del 27.6, pag.7);
 
- il comportamento dei consumatori russi e il loro atteggiamento verso la regolamentazione statale del mercato alimentare: (il supplemento di 4 pagine a Izvestia del 30.6: link: https://iz.ru/rubric/potrebitelskii-rynok; vedi inoltre un commento di Kom-t del 20.6, p.10, sul calo del numero dei retailers internazionali operanti in Russia e il “Monitoraggio” dei consumi in Russia (Kom-t del 21.6, p.2));
 
- l’attività dei centri commerciali: spesso al fine di conservare i fatturati essa non è legata al proprio core-business – (Expert № 27 del 3.7, pag.26-29);
 
- l’ecologia urbana: il relativo rating è compilato sulla base dei sondaggi della popolazione di molte città russe – (Izvestia del 3.7, pag.8-9: link: https://iz.ru/612698/roman-kretcul/reiting-gorodov-po-ekologii);
 
- la cinematografia: i risultati del 39o Festival internazionale di Mosca – (Expert № 27 del 3.7, pag.60-64, l’intervista al critico Kirill Razlogov: link: http://expert.ru/expert/2017/27/kak-ustroen-mmkf/; Metro del 3.7, pag.7, ecc).  
 

Finanza, fisco, dogana, leggi, settore assicurativo 

   Nell’edizione di oggi 4 luglio RG (pag.1 e 13: link: https://rg.ru/2017/07/04/deficit-biudzheta-v- etom-godu-snizitsia-pochti-na-tret.html) ha pubblicato le principali modifiche apportate dal parlamento al Bilancio federale per l’anno in corso. Da queste modifiche, aumentate in seguito all’incremento dei prezzi del petrolio, si trae che le entrate ammonteranno a 14.700 mld di rubli (prima erano state programmate a 13.500 mld di rubli) e che tra queste aumenterà la percentuale dei redditi provenienti dall’industria degli idrocarburi. Le uscite sono cresciute da 16.240 a 16.600 mld di rubli. Alla fine dell’anno il passivo del Bilancio potrebbe costituire non il 3,2% ma solamente il 2,1% del Pil.
 
   Il ministero delle Finanze ha appoggiato la proposta della Corte dei Conti Federale di multare le banche e le organizzazioni finanziarie di credito che “ignorano l’economia reale”. Esse hanno usufruito degli ingenti sostegni statali stanziati in conformità al piano anticrisi del governo ma successivamente non hanno aumentato i crediti destinati all’economia reale. Oggi l’importo di una multa è pari al 2% della somma ricevuta per aumentare la capitalizzazione della banca o dell’organizzazione finanziaria di credito – (Izvestia del 30.6, pag.1 e 5).
  Il settimanale Profil (link: http://www.profile.ru/economics/item/118255-brat-v-dola-krizisu-vopreki № 25 del 3.7, pag.48-54:) nella sua rassegna approfondita sulla situazione attuale del settore bancario ha brevemente descritto anche la dinamica della concessione dei crediti al consumo, rilevando un suo graduale aumento malgrado la continuazione del calo dei redditi reali della popolazione.
 
   I giornali hanno trattato inoltre:
 
- le prime esperienze delle banche nell’elaborare Big Data – (Expert № 27, p.50-51);
 
- la TOP-5 dei crediti POS – (Kom-t del 14.6, pag.7);
 
- le riserve finanziarie della FR e gli investimenti russi nei titoli e nelle obbligazioni statunitensi – (Nezavisimaja gazeta del 28.6, pag.1 e 4);
 
- un considerevole aumento dell’uso delle carte di credito “MIR”, nuovo strumento del sistema nazionale dei pagamenti – (Vedomosti di oggi 4.7, pag.11 link: https://www.vedomosti.ru/finance/articles/2017/07/04/707874-karti-mir);
 
- il calo degli investimenti stranieri nell’economia della Federazione Russa e i fattori principali dell’aumento degli attivi dei fondi comuni d’investimento – (Kom-t del 3.7, pag.1 e 8).  
 

Russia- Italia 

  Il mese di giugno è stato contrassegnato in Russia da numerose importanti manifestazioni culturali italo-russe e da alcuni rilevanti cambiamenti nel calcio russo avvenuti grazie ad alcuni italiani.
 
  “Solo la musica può difendere la pace nel mondo e l’amicizia tra i diversi popoli” – è ciò che la senatrice Antonella Rebuzzi ha ribadito durante una breve conversazione con la nostra redazione. Adesso è evidente che proprio questa convinzione ha aiutato la senatrice e membro onorario dell’Associazione GIM-Unimpresa a superare alcuni problemi e difficoltà e ad organizzare il concerto di Al Bano al Cremlino (28.06). Il suo concerto è stato molto atteso dal pubblico, non solo moscovita: Al Bano è popolarissimo in Russia da almeno una trentina d’anni. Il concerto è stato sponsorizzato dai dirigenti di GIM-Unimpresa Vincenzo Trani (lo sponsor principale) e Maria Luisa Barone, dalla senatrice Rebuzzi e dal Sig. Luca Lattanzio della “Nuova perla musicale”. Al Bano si è esibito come sempre in forma smagliante: ha cantato da solista e con Romina Power, eseguendo molte canzoni, risultate particolarmente gradite dalle circa 4 mila persone presenti nella sala del Palazzo dei congressi del Cremlino. Dopo il concerto, al ritorno nell’albergo Metropol, il cantante è stato accolto da un folto gruppo di suoi fans russi e di amici della senatrice Rebuzzi, radunati per una cena in onore del cantante. Albano Carrisi ha rilasciato numerosi autografi, firmato dischi e CD e ha augurato a tutti una buona cena. Ritornato in Italia Al Bano ha raccontato ai giornalisti di essere appena arrivato da Mosca, dove “al Cremlino è stato un successo pazzesco”. Inoltre, egli ha aggiunto, rivolgendosi ai suoi detrattori online: “Sto bene e canto. Andate in vacanza a rilassarvi”.
 
  Molti giornali – Izvestia del 13.6, p.10-11; Nezavisimaja gazeta, del 14.6, pag.7; RG del 30.6, p.13: link: https://rg.ru/2017/06/20/reg-cfo/v-moskve-projdet-vystavka-rabot-ticiana-tintoretto-i-veroneze.html, ecc – hanno riferito sul grande interesse dei moscoviti e degli ospiti della capitale per la splendida mostra “Venezia del Rinascimento: Tiziano, Tintoretto, Veronese” che proseguirà fino al 20 agosto presso il Museo delle arti figurative “A.S.Pushkin”.
  Il trio dei giovani tenori italiani “Il Volo” ha effettuato solamente un concerto a Mosca (18.06). Intervistato da RG (16.6, p.7) Gianluca Ginoble ha detto che egli stesso e i suoi colleghi vogliono “instaurare una collaborazione proficua con i musicisti e i cantanti russi.
 
  Il teatro lirico di Mosca “Ghelicon” ha messo in scena l’opera verdiana “Il Trovatore”. Vedomosti (29.6, pag.22) e Kommersant (link: https://www.kommersant.ru/doc/3342004 03.07, pag.11:) hanno recensito lo spettacolo. Il critico di Kom-t ha scritto di “uno show stravagante”.
 
  Michele Placido, uno degli attori italiani più famosi in Russia è stato a Mosca come ospite del Festival cinematografico e come produttore del film “7 minuti”. Nell’intervista a RG (30.6, pag.12) ha espresso la speranza che il suo film venga visto da molti spettatori russi. Ha sottolineato inoltre l’importanza del mercato cinematografico russo come parte integrante del mercato europeo.
 
  Infine, due parole sul “contributo italiano” all’ulteriore sviluppo del calcio russo. La stampa russa ha scritto molto sul nuovo allenatore dello Zenit di San Pietroburgo, una delle squadre più forti del campionato russo: dal mese di giugno questa carica è ricoperta da Roberto Mancini. Uno dei veterani dello stesso club è Domenico Criscito: pochi giorni fa, in vista della prossima apertura della nuova stagione di calcio, è stato eletto a capitano.
 
 
  Cari lettori,
aspettiamo da voi informazioni e impressioni ricevute dalle manifestazioni culturali e sportive in Russia e in particolare da quelle italo-russe. Arricchiranno senz’altro la nostra rassegna stampa.  
 
 
 Cari lettori, grazie per l'attenzione. 

Cordiali saluti.
A cura di Valerij Shvetsov
in collaborazione con Anita Mengon e Paolo Cantarello
e-mail: valerio.m@yandex.ru
Telefono - cell: +7 (916) 531-04-45

 


 Associazione Conoscere Eurasia - Via dell'Artigliere, 11 37129 Verona Italia - C.F. 93197240232 - P.IVA 03739750234 T: +39 0458020904 F: +39 0459299924 M: info@conoscereeurasia.it