Rassegna della Stampa Russa - 11.06.2013





Eventi, problematiche e dati statistici generali

 

*          Secondo gli studiosi  del “Centro dello sviluppo” presso la “Scuola superiore di economia”,  tra novembre 2012 e marzo 2013  sono diminuiti il volume e il totale delle esportazioni; un maggiore calo non e` avvenuto grazie soltanto all’aumento dell’export del gas e dei metalli preziosi. In marzo il totale delle importazioni e` diminuito del 6,7 per cento, rispetto a dicembre dell’anno scorso. Nel riassumere la ricerca sull’andamento del commercio estero della FR “Kommersant” di oggi (11.6; pag.6) ha illustrato la dinamica mensile degli scambi commerciali per diverse tipologie merceologiche. In marzo dopo 4 mesi del calo continuo il saldo della bilancia commerciale e` aumentato un pochino, principalmente in seguito alla diminuzione delle importazioni.

*          La direzione del gruppo “Gazprom” ha previsto che quest’anno le esportazioni di metano verso i paesi non appartenenti alla Comunita` degli Stati Indipendenti (C.S.I) aumenteranno del 9% e raggiungeranno circa 152 miliardi di metri cubi. Secondo il vicepresidente del CdA Aleksandr Medvedev, il prezzo del gas diminuira` mediamente del 5 per cento, a $370-380 a mille metri cubi. Medvedev ha esteso la previsione fino all’anno 2020, quando – a suo parere – la domanda di gas russo aumentera` fino a 80 miliardi  di metri cubi. Parecchi esperti non hanno condiviso l’“eccessivo” ottimismo dei dirigenti di “Gazprom” e hanno ricordato che una gran parte dei consumatori ha chiesto ultimamente con maggiore insistenza  al “colosso” di diminuire i prezzi  e di rinunciare alla loro correlazione con i costi del petrolio        -             (“Profil” № 22 del 10 giugno; pag.28).

*          Quasi i due terzi (il 64%) delle persone interpellate dai sociologi del “Centro Levada” ha approvato l’attivita` di Vladimir Putin in qualita` del Presidente. Nello stesso tempo soltanto il 41% dei partecipanti all’indagine effettuata lo scorso mese ha segnalato tra i pareri suggeriti quello che Putin sia “un ideale o quasi ideale  Capo dello Stato” -   (“Kommersant” del 10.6; pag.2).


 

Economia, settori e mercati, grandi aziende e PMI

 

*          Al Cremlino continua una serie di riunioni, presiedute da Vladimir Putin e dedicate all’analisi delle misure e dei provvedimenti, mirati a stimolare la crescita economica. In un suo servizio “Kommersant” di oggi (11.6; pag.1 e 6) ha riferito sulla riunione di ieri, durante la quale i convenuti hanno dedicato la massima attenzione ai presupposti dell’aumento del PIL e agli investimenti da varie fonti finanziarie in grandi progetti infrastrutturali.

*           “Ekspert” (№ 23 del 10.6; pag.86) in una sua rapida indagine sull’attuale  congiuntura d’affari ha presupposto che dopo la pubblicazione dei dati statistici ufficiali molti analisti indicheranno

le lunge feste di maggio come una delle principali cause degli “scarsi risultati economici” ottenuti in questo mese. E potrebbero sbagliarsi, pioche` da molti sondaggi risulta invece che in maggio “l’occupazione e` aumentata nei settori terziari mentre la riduzione del personale nei settori delle trasformazioni  e` notevolmente rallentata”. Nell’analizzare la recente dinamica del corso  del cambio del rublo  il settimanale ha prestato maggiore attenzione non tanto ai cosiddetti “stimoli della crescita economica ideati dal governo” quanto ai “fattori fondamentali dell’indebolimento della valuta nazionale: la diminuzione dell’attivo del bilancio commerciale che continua dall’inizio del 2012; un eventuale eccesso di domanda  delle valute rispetto alla loro offerta; un indebolimento generale della politica monetaria della Banca centrale in vista dei prossimi cambiamenti personali nella sua direzione; ecc.. Come sempre la rubrica “Indicatori”  del settimanale e` corredata  da alcuni grafici specifici.

*           Secondo il ministro dell’Energia Aleksandr Novak, entro il 2020 la Russia potrebbe controllare circa il 10% del mercato globale del gas liquido. Attualmente nel Paese funziona soltanto uno stabilimento nell’isola di Sakhalin  (Estremo Oriente) che produce 10 milioni di ton. di gas liquido all’anno; entro la fine del decennio si dovranno costruire altri 3-4 stabilimenti, il che consentira` al Paese di aumentare la sua quota sul mercato mondiale. Gli specialisti prevedono che  il gruppo “Gazprom” annuncera` la costruzione di un nuovo stabilimento nella Regione di Leningrado. Nello stesso tempo la societa` ha quasi al 100% chiuso il progetto, relativo all’esplorazione del giacimento di gas “Shtokman” (Estremo Nord), il piu` grande al mondo con risorse stimate a 4 mila miliardi di metri cubi, che veniva considerato la principale fonte per fornire  gas liquido agli Stati Uniti e ai Paesi d’Europa   -   (“Kommersant” del 10.6; pag.9 e 11; il servizio e` corredato con i grafici del commercio di gas liquido e delle previsioni sull’aumento della produzione, eccetera).  

*          L’anno scorso la compagnia “Aerei civili Sukhoj” nonostante abbia aumentato il fatturato,  ha chiuso l’esercizio con una perdita pari a 4,5 miliardi di rubli (110 mln.di euro). Adesso sta realizzando una serie di provvedimenti e misure – aumento della produttivita del lavoro;  riduzione di spese operative; ricalcolo dei prezzi dei sistemi e della componentistica per velivolo, ecc. – mirati a migliorare notevolmente la situazione finanziaria.   Ne ha parlato Artjem Pogosjan, vicepresidente per i problemi economici e per le finanze, che, intervistato da “Ekspert” (№ 23 del 10.6; pag.28-30), ha illustrato anche alcuni nuovi progetti della societa`.

    L’altro settimanale “Kompanija” (№ 22 del 10.6; pag.30-35) ha raccontato la storia “travagliata” della compagnia aerea internazionale “Sibir” (il marchio “S7 Airlines”: 51 aerei; l’anno scorso con la compagnia “Globus” ha trasportato 8,29 mln.di passeggeri). Poco tempo fa i proprietari – Vladislav e Natalia Filev, marito e moglie - hanno aumentato il pacchetto di controllo fino al 97 per cento delle azioni, ma il debito di “Sibir” e` salito a 6,3 miliardi di rubli. Ora il destino della compagnia dipendera` anche da ”Alfa-bank”, nota per il rigido atteggiamento nei confronti dei suoi debitori.  

    Agli esperti del trasporto segnalo una nota di “Vedomosti” (7.6) sui tentativi sempre piu` fermi dei proprietari dell’aeroporto “Vnukovo” (la societa` “Vnukovo-Invest” controlla il 75%  dell’Aeroporto internazionale e il 25% dell’aeroporto interno omonimo; il valore del complesso aeroportuale e` stimato in 45 mld. di rubli) di appropriarsi del pacchetto azionario di controllo dell’aeroporto “Ermolino” di Kaluga, che puo` diventare il quarto aeroporto della capitale russa.

*          Nell’analizzare i risultati finanziari e operativi (per la maggior parte provenienti da Internet mobile) della compagnia MTS (“Sistemi delle telecomunicazioni mobili”; capitalizzazione attuale - $19,6 mld; nel 2012 ha fatturato 12,4 mld.di US$ con l’utile netto di un miliardo di US$)  “Vedomosti” (10.6; pag.16) ha dato rilievo al fatto, che gli introiti del grande operatore  aumentano piu` rapidamente dei concorrenti (“Megafon”, “Vympelcom”) grazie alle numerose costruzioni della rete di terza generazione. Il quotidiano ha pubblicato inoltre (pag.8-9) un’approfondita conversazione con il presidente della MTS Andrej Dubovskov di 47 anni, che con dovizia di particolari ha illustrato la strategia tecnica ed economica della compagnia e l’attuale situazione generale del settore delle telecomunicazioni.

*          Gli esperti del mercato dei fertilizzanti chimici senz’altro troveranno utili le serie riflessioni e le informazioni aggiornate in un articolo di “Rossijskaja gazeta” (“RG”; 7.6; pag.10), che lancia l’avvertimento del “ pericolo del monopolio della societa` “FosAgro” per tutto il complesso agroindustriale”, nonche` in una rassegna pubblicata da “Ekspert” (№ 23; pag.20-22) che tratta le prospettive della produzione di concimi potassici fino al 2018, illustrando la posizione dominante e le attivita` della holding “Uralkalij”.  

*          “Profil” (№ 22 del 10.6; pag.34-36)  ha riportato numerosi dati sulla crisi operativa dell’Ente Poste russe”, letteralmente “sommerso” da pacchi e carichi non spediti e da varie sanzioni finanziarie, definite dai lodi dei tribunali di arbitraggio.   Si riconosce che le poste si sono trovate  anche davanti  alle  difficolta` obiettive, nate dal notevole aumento delle spedizioni internazionali: da 2,3 mln. nel 2009 fino a 17 milioni dell’anno scorso. Il loro numero aumenta e aumentera` ancora con la costante crescita dell’e-commerce.  Il settimanale rileva inoltre “la rapida comparsa di servizi postali alternativi in seguito all’incapacita` dell’Ente  ad eseguire  tutte le sue funzioni” .  A questo punto addito una rassegna di “Ekspert” (№ 23 del 10.6; pag.20-24) in cui si parla del grande potenziale di sviluppo del commercio in Internet, perche` la gran parte dei negozi russi adesso non offre ai clienti  scelte sufficienti.  Pero` - come giustamente fa notare il settimanale – “tale sviluppo puo` avvenire soltanto con grandi investimenti nella logistica”.

*          Vedomosti” (7.6; pag.12 e 19) ed “Ekspert” (№ 23; pag.7) hanno fatto notare il notevole cambiamento del mercato mondiale della vodka. La holding “Russkij Standard” del milionario Rustam Tariko  dopo l’acquisto per $440 milioni del gruppo “Central European Distribution Corporation” (CEDC) e` diventata il primo produttore della “bevanda nazionale” in Russia e il “numero  due”  del  mercato  globale  (dopo  la  societa` inglese “Diageo”).  Adesso il “gigante” (controlla anche la casa  vinicola “Gancia”) dovra` convogliare l’attenzione della clientela russa sui nuovi brend e farlo mentre aumentano l’accise sulla vodka ed e` in atto una  contrazione del mercato pubblicitario degli alcolici.

*          Svetlana Jurmanova, capo dipartimento del Ministero delle Risorse naturali, ha comunicato  che l’imposta sull’utilizzo delle immondizie entrera` in vigore non prima del 2016. Due anni fa la GosDuma (Camera bassa del Parlamento) ha approvato in prima lettura il relativo progetto di legge; pero` - secondo gli specialisti - l’elaborazione dei documenti attuativi e l’approvazione delle numerose modifiche necessitera` (su permesso di Vladimir Putin) ancora di un paio d’anni. Nel  frattempo la superfice totale delle 14 700 discariche ufficializzate ammonta a 4 milioni di ettari (e` il territorio della

Svizzera). Il numero delle discariche illegali va da 13mila a 23 000 poligoni. Ogni anno in Russia si producono circa 60 milioni  di tonnellate di rifiuti   (“Vedomosti” del 7 giugno; pag.4).

*          Lunedi` (10 giugno) “Kommersant” ha dedicato l’intera pagina 13 alle diverse questioni e problematiche, legate alla difesa dei diritti d’autore e alla lotta contro la pirateria on-line. I cineasti russi hanno recentemente calcolato che ogni anno perdono circa 2 miliardi di US$ dall’attivita` dei pirati di Internet. D’altro canto anche l’inizio di una discussione di provvedimenti da realizzare fa nascere le affermazioni, che “la difesa eccessiva dei diritti d’autore da parte degli organi di potere ostacola le innovazioni  nel settore della distribuzione”.

*          E` aumentato del 50% il numero delle persone che passeggiano  in centro a Mosca dopo il divieto di parcheggio sulla via Tverskaja e in alcune zone adiacenti. Secondo il settimanale “Itoghi” (№ 22 del 3.6; pag.8), forse, il fatto e` maggiormente legato all’inizio del periodo estivo.


 

Finanza, fisco, dogana, leggi, settore assicurativo

 

*          Ieri (10 giugno) il Consiglio dei direttori della Banca centrale durante l’ultima riunione, alla quale ha partecipato l’attuale governatore Serghej Ignat’ev, ha lasciato invariato il tasso di rifinanziamento e ha lievemente alleggerito le condizioni delle operazioni di lungo termine con il principale istituto finanziario del Paese.  Nell’ultimo periodo lo stesso Ignat’ev e alcuni ministri non hanno escluso un ribasso dei tassi della Banca centrale al fine di stimolare la crescita dell’economia nazionale e di aumentare la domanda di prodotti esportati. A parere di alcuni analisti, e` probabile che questa volta la decisione sia stata presa in base agli argomenti  favorevoli al mantenimento dell’attuale politica monetaria e creditizia      -     (“RBK daily” di oggi, 11.6; pag.8;  “Profil” № 22; pag.28, ed “Ekspert” № 23; pag.6, del 10 giugno).

*          In maggio l’utile netto della maggiore banca pubblica “Sberbank” e` ammontato a 28 miliardi di rubli: il 10,8 per cento di meno rispetto ad aprile e il 13,3% di meno sul mese di marzo. “Vedomosti” (10.6; pag.13), analizzando il calo degli utili di “Sberbank” per 3 mesi consecutivi, ha legato queste diminuzioni all’aumento delle varie riserve obbligatorie,  alla rivalutazione degli investimenti fatti prima nel mercato finanziario turco e ad alcuni altri fattori.  

   Il settimanale “Kompanija” (№ 22 del 10.6; pag.49) ha illustrato alcuni risultati dell’esercizio annuo di “Sberbank” (nel 2012 ha ottenuto l’utile record di circa 348 miliardi di rubli) nonche` le previsioni di un’ulteriore aumento dei crediti concessi e dell’utile nel 2013.

*              “Profil” (№ 22 del 10.6; pag.42-43) in un suo articolo ha dato rilievo all’estensione dei servizi di banking mobile e di Internet: gia` il 70 per cento delle societa` e delle aziende russe usano questi strumenti. A parere del settimanale, adesso il compito principale e` quello di ampliare i sistemi dei servizi bancari a distanza. Il settimanale ha inoltre riportato un’analisi dell’attuale sistema tributario, che – a parere di parecchi esperti – “perde la competizione globale per gli investimenti”.  Si rileva anche un paradosso: “la pressione fiscale generale in Russia  non e` superiore a quella che vige nei Paesi sviluppati; pero` le imposte sul salario e i dazi amministrativi  trasformano  il sistema tributario in un freno per  un’ulteriore sviluppo”.

*          “Kommersant” (6.6; pag.9) ha rilevato che dall’inizio di quest’anno il numero dei crediti bancari arretrati  e` quasi raddoppiato. Le agenzie di informazione sui dati societari e personali associano tali crediti alla categoria delle truffe. In maggio la percentuale  di questi crediti-truffa e` salita al record del 2,5% del numero totale del retail creditizio.

      “Vedomosti” (7.6; pag.15) ha rivelato che la Banca centrale e` preoccupata per i casi sempre piu` frequenti, quando gli istituti finanziari trasferiscono le operazioni con i “crediti a rischio” nelle loro organizzazioni microfinanziarie. La spiegazione e` facile: tale outsourcing consente di “raggirare” le prescrizioni del regolatore.   

       Secondo “Profil” (№ 22; pag.39), lo scorso anno le otto maggiori compagnie private hanno fatto aumentare la loro quota sul mercato delle microfinanze al 20%; quest’anno possono aumentarla fino al 25%. Gli analisti dell’agenzia “Ekspert RA” sostengono che il mercato dei microprestiti cresce piu` rapidamente rispetto agli altri mercati del settore finanziario. Secondo le loro previsioni, quest’anno  il protafoglio dei prestiti concessi alle organizzazioni microfinanziarie aumentera` del 30-40%, mentre il retail bancario crescera` del 30% e i crediti cncessi alle piccole e medie imprese – “solo” del 17%.

*          “Kommersant” (pag.6) e “Vedomosti” (pag.15) hanno “salutato” il ritorno del noto politico e imprenditore Igor’ Jurghens nella comunita` degli assicuratori: poco tempo fa e` stato eletto presidente dell’Unione degli assicuratori panrussa, una delle cinque maggiori organizzazioni del settore. Jurghens  ha gia` coperto questa carica dal 1998 al 2002, e adesso gli operatori del mercato delle assicurazioni credono che il presidente difendera` gli interessi del settore durante la discussione e l’approvazione della legge, relativa alla creazione della “Organizzazione autoregolamentata unita” (СРО in russo).

*          Infine agli analisti addito un articolo scritto per “Izvestia” (5.6; pag.10) dal Presidente della Corte dei conti Serghej Stepashin: ha riassunto brevemente i risultati ottenuti nella “veramente continua e sistemica” lotta alla corruzione e ha indicato alcuni principali obiettivi  delle azioni successive.


 

Verso le Olimpiadi invernali 2014 di Soci

 

Lunedi` “Vedomosti” (10.6; pag.10 e 19) ha riferito che il partner del Comitato organizzatore dei Giochi Olimpici, la compagnia “Jet Set Sports” ha iniziato la vendita dei biglietti e delle camere negli alberghi di Soci.  Il costo dei pacchetti offerti dal fornitore ufficiale delle Olimpiadi  varia da 81mila a 670 000 rubli (da due a circa 17 mila euro) per due persone. 


 

Cari lettrici e lettori,
grazie per l'attenzione.


Distinti e cordiali saluti.

A cura di Valerij Shvetsov (con la collaborazione di Canzio Cavallini) e-mail:valerio.m@unimpresa.ru

Telefoni: ufficio +7 (495) 411-79-48 (int. 3413); cell: +7 (916) 531-04-45 www.confindustriarussia.it;







 Associazione Conoscere Eurasia - Via dell'Artigliere, 11 37129 Verona Italia - C.F. 93197240232 - P.IVA 03739750234 T: +39 0458020904 F: +39 0459299924 M: info@conoscereeurasia.it