Rassegna della Stampa Russa - 12.07.2013





 

Eventi, problematiche e dati statistici generali

*          “Il triennio 2014-2016  sara` il periodo cruciale per l’economia nazionale” – e` cio` che prevede la primo viceministro vicario delle Finanze Tat’jana Nesterenko, 54 anni, in una lunga intervista rilasciata a “Vedomosti” (10 luglio; pag.8-9). La Signora lavora nel Ministero dal 2007 e rileva che “la nostra economia pur avendo avuto parecchi anni di crescita, e` passata anche attraverso un periodo di un calo; pero` il rallentamento e il ristagno, come quelli di oggi, sono capitati per la prima volta”. La Nesterenko ha indicato tutto questo per far capire quanto sia stato difficile preparare il Bilancio federale per l’anno prossimo e per gli anni 2015-2016. A suo parere, nel 2014 – per la prima volta nell’ultimo quinquennio - le entrate reali diminuiranno; gia` adesso anche le uscite sono state ridotte. Quest’anno il governo, come negli anni della crisi, potrebbe usare il denaro accumulato nel “Fondo di riserva”. Nell’illustrare diffusamente la struttura e la eventuale dinamica nell’esecuzione della “Finanziaria” la primo viceministo ha sottolineato che tutti i ministeri, i dicasteri e gli Enti statali dovranno osservare rigidamente la cosiddetta “regola di bilancio”, cioe` realizzare i loro piani e programmi con gli stanziamenti prefissati,  senza chiedere dei finanziamenti aggiuntivi. Inoltre ha parlato dei rischi di un ulteriore calo delle entrate, dell’aumento degli stipendi degli impiegati federali e del passaggio delle societa` pubbliche al calcolo dei dividendi secondo gli standard di contabilita` internazionali. Rispondendo a una domanda riguardo l’uso “sociale” degli introiti provenienti dalla privatizzazione, la Nesterenko ha duramente replicato: “La privatizzazione non e` un guadagno: e` una risorsa finanziaria per appianare  il deficit”.

*          In conformita` ai criteri internazionali la popolazione di un Paese viene definita “vecchia” qualora la percentuale delle persone sopra i 65 anni supera il 7 per cento. Il Ministero del Lavoro e della Previdenza sociale ha comunicato che in Russia questa categoria di gente conta gia` il 13 per cento della popolazione. Si prevede che entro il 2035 il numero delle persone attive pareggera` quello dei pensionati. E` non si tratta di circostanze demografiche, perche` la nativita` e aumentata e la durata media della vita diventa sempre piu` alta (principalmente per le donne). Per cio` il Ministero ritiene che le riserve lavorative vanno cercate tra i disoccupati e gli invalidi, nonche` in un notevole aumento della produttivita` del lavoro  -      (“Rossijskaja gazeta” (“RG”) dell’8 luglio; pag.1 e 3).

*          In quest’ultimi giorni parecchi esperti, giornalisti e anche economisti hanno dato rilievo alla vittoria dell’”Aeroflot” in una gara internazionale, a seguito della quale la compagnia di bandiera e` diventata il trasportatore ufficiale dell’ultra campione del calcio inglese “Manchester United”. Gli specialisti stanno calcolando gli utili di tale collaborazione per l’”Aeroflot”; molti sostengono quasi unanimamente che il “contratto stipulato senz’altro potra`  avere  effetto positivo per “l’immagine della nuova Russia””. Dalle pubblicazioni si ricava che le sponsorizzazioni dell’”Aeroflot” a diversi club calcistici si aggirano su 20 milioni di US$, cioe` “sono a livello mondiale”      -     (“RG”, pag.4, “Nezavisimaja gazeta”, p.4, “Izvestia”, “RBK daily” e altri quotidiani del 10 luglio; “Vedomosti” dell’11 luglio; pag.7.

 

 

Economia, settori e mercati, grandi aziende e PMI

*          Parecchie edizioni di questi giorni hanno riferito sullo svolgimento della tradizionale Fiera internazionale “INNOPROM-2013” apertasi giovedi` 10 luglio a Ekaterinburg, capoluogo di un’importante regione  industriale, gli Urali. Il  tema principale  dell’esposizione e` “Industria globale”.  Le autorita` e  gli imprenditori russi discuteranno con gli ospiti stranieri di piu` di 70 Paesi le  prospettive di una collaborazione vantaggiosa, che  consentirebbe  tra l’altro di evitare  un ulteriore  rallentamento della  produzione locale. Durante la visita alle esposizioni il presidente del CdM Dmitrij Medvedev ha parlato con gli imprenditori dell’applicazione delle innovazioni, dei problemi delle grandi societa` e delle PMI, dell’opportunita` di sviluppare la cooperazione economica con gli USA e con i paesi dell’Africa. A parere di molti giornalisti ed esperti, le tesi e proposte espresse durante i dibattiti,  i numerosi incontri e contratti stipulati aiuteranno ad ultimare la bozza della legge sulla politica industriale della Federazione, che dovrebbe essere varata entro la fine d’anno   (“RG”; 10.7, pag.2, nonche` i quotidiani di oggi 12.7 “RG”, p.3, “Kommersant”, pag.2, “RBK daily”, pag.3, ecc).

    La impellente necessita` di ammodernare questa politica e` avvalorata dai ritardi inammissibili dell’industria nazionale che con grande fatica attua il passaggio verso una politica innovativa. Per esempio da un confronto tra la Russia e la Finlandia risulta che nella Federazione la produzione di vernici, lacche e mastici e` inferiore di decine di volte, la produzione di materie plastiche e` piu` bassa di 22-25 volte e quella di mobili e` inferiore di 26 volte; la Russia e` dietro anche nella produzione di .... saponi   -     (“RG”; 11.7; pag.3).

300 miliardi di rubli (circa 7,3 mld.di euro al cambio attuale) saranno stanziati in totale (90 miliardi dal Bilancio federale) negli anni 2014-2020 per la realizzazione di un programma di sviluppo sociale delle zone rurali, approvato mercoledi` (10.7) dal CdM. I suoi principali obiettivi sono un notevole miglioramento delle condizioni di vita nelle regioni agricole (adesso li abitano piu` di 37 milioni di persone) e la creazione di 32 mila nuovi posti di lavoro. Il governo ha preso in esame diversi aspetti dei progressi dell’industria biologica e ha programmato di aumentare di 10 volte l’attuale volume del settore entro il 2025. Adesso la Federazione produce soltanto lo 0,1 per cento del volume del mercato biologico mondiale; piu` dell’80% dei prodotti e delle tecnologie biologiche e` importato      -    (“RG” dell’11 luglio; pag.3)

*           E ora vediamo le pubblicazioni sulla situazione di varie industrie e mercati:

il settore industriale militare  -  il Ministero delle Finanze ha concordato con il Ministero della Difesa la ripartizione delle risorse finanziarie destinate al riequipaggiamento tecnico delle Forze Armate. Nei prossimi due anni le rispettive spese federali aumenteranno, rispetto al primo preventivo (2014 – 2,6 trilioni di rubli; 2015 – 3,1 trilioni), pero` il totale del programma statale fino al 2020 rimane immutato: 20 trilioni di rubli, cioe` circa 500 miliardi di euro -  “Vedomosti”; 10.7; pag.4.  Il quotidiano inoltre ha dato rilievo (pag.1 e 13) ai grandi contratti per le forniture all’Aeronautica militare dei nuovi motori e  degli aerei “IL-76 MD” (“e` praticamente  il primo nuovo aereo di linea prodotto dall’industria negli ultimi 21 anni”) per il totale di circa 5 miliardi di US$.   A questo proposito segnalo che, secondo una recente indagine del “Centro sociologico Levada”, il 46% dei russi condivide l’aumento delle spese per  la difesa mentre nel 1998  e` stato approvato dal 35%  della popolazione  (“Kommersant”; 11.7, pag.3);

l’aeronautica civile  -  la banca VEB (Vnesheconombank) e diverse strutture ufficiali stanno trattando  le “possibilita` per salvare la ZAO “Aerei civili Sukhoj”, produttrice dell’aereo “Sukhoi Superjet”, che ha accumulato  debiti per un totale di $ 2 miliardi e ha gia` violato alcuni accordi sui crediti. L’anno scorso la ZAO ha venduto 12 velivoli (ha fatturato 198 milioni di US$ con perdite annue pari a $111 milioni) mentre quest’anno intende venderne 27  -   “Kommersant” dell’11.7; pag.1 e 7.   Nell’edizione del 9 luglio il quotidiano ha riferito (pag.1 e 8) che, secondo una bozza della delibera dell’esecutivo, nel prossimo quinquennio le compagnie aeree locali potranno assumere fino a 200 comandanti di aereo stranieri all’anno, risparmiando fino al 20-30% dello stipendio dei loro colleghi russi;

l’industria del petrolio e del gas  -   “Vedomosti” del 10 luglio  ha analizzato (pag.11) vari fattori del calo delle esportazioni di petrolio nei paesi non appartenenti alla C.S.I. nel primo semestre (-2,04 per cento, 115,4 mln.di tonnellate) nonostante il record dell’estrazione degli ultimi 25 anni: 10,53 milioni di barili  al giorno. Ha pubblicato inoltre (pag.5) un sunto della ricerca del “Centre for European Policy Studies”, in cui  si afferma che “adesso le quotazioni del petrolio dipendono in misura maggiore dalla politica delle Banche centrali che dai fattori fondamentali”.  L’anno scorso gli introiti delle dieci maggiori societa` di trading hanno raggiunto $1 000 miliardi; gli utili sono aumentati da $2,1 miliardi nel 2000 a 33,5 miliardi di US$  nel 2012.   Addito agli esperti del settore anche una nota scritta per “Profil”( № 26 dell’8.7; pag.31) da Serghej Pravosudov, direttore dell’”Istituto nazionale di energie”, che prevede la “prossima fine della rivoluzione del gas schistoso in America che provochera` trasformazioni radicali nei mercati del gas”.

il mercato automobilistico  - gli analisti del settore probabilmente sapranno gia`, che il Servizio antitrust federale ha incluso la SrL “Volkswagen Group Rus”, affiliata russa del gruppo tedesco, nel registro delle societa`, la cui quota di mercato ha superato il 35% (controlla piu` del 50% del commercio all’ingrosso dei pezzi di ricambio per le auto “Volkswagen”, “Audi: e :Seat”), e l’ha annoverata tra le “compagnie monopoliste”  -    “Izvestia” del 9.7; pag.8.   Lo stesso giornale ha rilevato in un suo servizio (11.7; pag.4) che al fine di sviluppare il trasporto delle automobili prodotte in Estremo Oriente , nelle altre regioni dell’enorme Paese lo Stato stanziera` 4,9 miliardi di rubli per il 2013 e gli altri 6,5 miliardi per i due anni seguenti;

il settore portuale       -   nel primo semestre la circolazione di merci dei porti marittimi e` aumentata del 4,7%, rispetto al medesimo periodo dello scorso anno, a 284,1 milioni di tonnellate. Cio` e` avvenuto soprattutto grazie al trasporto dell’”Oro nero” e  del carbone. I risultati piu` notevoli li hanno mostrati i porti dell’Estremo Oriente, del Mar Baltico, nonche`  quelli situati nell’Artico: vedi l’apposita tabella riassuntiva; “Vedomosti” del 10.7; pag.13;

Internet e la telefonia mobile -  nei primi 6 mesi  il numero degli utenti di Internet e` aumentato “solo” del 10,8% (+17,5% nel primo semestre del 2012 e +22% nei primi sei mesi del 2011) sullo stesso periodo del 2012, a 26,32 milioni di famiglie. Gli esperti sono convinti che si tratta di una tendenza stabilizzata, e prevedono un incremento degli abbonati del 7,5% per  l’intero 2013  e del 5% - per il 2014   -  “Vedomosti”; 10.7; pag.17.  Nell’edizione di giovedi` 11 luglio il quotidiano (pag.8-9) ha approfonditamente illustrato l’attivita` della SpA “Rostelecom”, il maggiore operatore della telefonia fissa e uno dei leader della telefonia mobile. La sua capitalizzazione ammonta a 317 mld.di rubli (circa $10 miliardi); l’anno scorso la compagnia ha fatturato 312,3 mld.di rubli con un utile netto di 35,24 miliardi. Nel primo trimestre gli introiti sono ammontati a 77,1 mld.di rubli (la loro struttura e` presentata in un diagramma).

*          “Il nostro obiettivo e` creare un leader mondiale del settore della pesca” -  cosi` Andrej Tetjerkin, direttore generale della compagnia “Mare russo – Pesca(fondata solo 2 anni fa; da non confonderla col gruppo “Mare russo”) che come ha riferito “Vedomosti” dell’8 luglio; pag.18, ha aumentato le vendite e nel primo semestre ha aumentato i ricavi del 20,6% su base annua, a 7,25 miliardi di rubli) ha “modestamente” evidenziato i piani ambiziosi dei maggiori azionisti e dei manager della societa`. Nell’intervista rilasciata a “Kommersant” (11.7; pag.10), il direttore ha parlato della graduale realizzazione del suddetto obiettivo e ha caratterizzato e criticato  l’attuale stato dell’industria della pesca (non e` consolidata, la maggior parte delle quote di  pesca e` divisa tra una miriade di aziende, eccetera).

*          Buona parte del supplemento di 8 pagine “Casa” a “Kommersant” dell’11 luglio e` dedicata ai pregi e agli svantaggi degli appartamenti oltre i 500 metri quadrati e delle case di classe premium. Gli analisti del mercato immobiliare russo troveranno le informazioni aggiornate e utili sulla sua dinamica di giugno (molto tranquilla); inoltre i lettori possono conoscere le “situazioni assurde degli abitanti della capitale trovatisi di punto in bianco nei territori  della Regione di Mosca” assegnati alla costruzione della “nuova megalopoli”.

*          Nello sfogliare varie edizioni di “Kommersant” si e` saputo tra l’altro che adesso il mercato degli alimentari con consegna a domicilio non supera un miliardo di US$  mentre quello mondiale ammonta a $75 miliardi (3 luglio; pag.8),  e che “lo stato non e` interessato a diminuire l’import dei prodotti alimentari, poiche` una notevole parte del Bilancio federale e` costituita dai dazi doganali” (10.7; pag.7).  Il settimanale “Kompanija” (№ 26 dell’8.7;  pag.44-47)  ha  evidenziato  il rilancio della catena “Spar-Retail” (piu` di 20 punti di vendita a Mosca e nella Regione) controllata dal miliardario Aleksandr Mamut. A proposito, i consumatori russi sono poco fidelizzati alle catene commerciali e facilmente passano dall’una all’altra appena scorgono qualche difettto: e` cio` che risulta da una ricerca “Global Consumer Pulse”, effettuata dalla compagnia “Accenture” e riassunta da “RBK daily” di oggi (12.7; pag.1 e 8).  

L’altro giornale di oggi “Izvestia” (12.7; pag.8) ha riferito che nel primo mese dall’abolizione dell’embargo del 2006 la Giorgia ha fornito alla Russia 1,16 milioni di bottigie di vino.    Nell’edizione del 9 luglio “Kommersant” (9.7; pag.8) ha dato rilievo al fatto che l’anno scorso la societa` “L’Etoual” ha fatturato 47 miliardi di rubli ed e` diventata la prima compagnia venditrice di prodotti cosmetici entrata nelle TOP-30 dei maggiori retailers operantri in Russia.

*          Agli esperti del settore turistico segnalo: un’ampia conversazione di “RG” (pag.1 e 11) con Aleksandr Rad’kov, capo dell’Agenzia federale “Rosturism”, che ha parlato della soluzione molto lenta dei problemi, legati alla semplificazione del regime dei visti d’ingresso, e ha previsto un graduale miglioramento dell’industria del turismo all’interno del Paese, nonche` un servizio di “Kompanija” (№

26; pag.48 - 51) in cui si parla di alcune particolarita` del progetto “Weekends. Travel”,  destinato alle persone che parlano lingue straniere e preferiscono  organizzare autonomamente  i loro viaggi all’estero anche se di poche giornate.

*          “Izvestia” di oggi (12.7) ha diffuso in allegato un supplemento di 16 pagine “Le Regioni russe”, che tratta i vari aspetti dell’agricoltura, dell’edilizia e della politica urbana nella Regione di Mosca,  delle nuove tecnologie negli stabilimenti metallugici della Regione di Celjabinsk, nonche` dei vari problemi che incontrano le grandi societa` durante l’espansione in nuovi territori e dell’attenzione ai pensionati nella Regione di Ivanovo.

   Addito ancora tre pubblicazioni “regionali”. “RG” (10.7; pag.7) ha messo in evidenza il recente aumento degli investimenti nell’economia di Mosca e ha rilevato che nel primo semestre le autorita` locali sono riuscite a risparmiare 56,5 mld.di rubli (un terzo del totale) nell’eseguire le commesse statali.  Secondo “Vedomosti” (8.7; pag.19), quest’anno la Regione di Mosca  puo` stabilire un record del dopocrisi del 2008-2009: mettere in funzione depositi per una superficie di 1,1 mln.di metri quadrati.   Ancora “RG”,  che nell’edizione del 5 luglio (pag.4) ha scritto che  attualmente per le strade della capitale circolano 71 auto elettriche: i loro “padroni” possono usufruire  servizi necessari presso  3 stazioni, che hanno l’impianto per la ricarica delle batterie

 

 

Finanza, fisco, dogana, leggi, settore assicurativo  

*          Dopo due anni di discussioni e di preparativi nella FR sara` formato il Consiglio per la stabilita` finanziaria: in questi giorni il premier Dmitirj Medvedev ne ha firmato la  delibera. Le sue sedute plenarie avranno luogo non meno di 2 volte all’anno. I convenuti dovranno valutare i rischi dell’economia mondiale e di quella nazionale e presentare indicazioni opportune  ai Ministeri, alle Agenzie e agli Enti federali   -    (“Vedomosti”; 10.7, pag.4).

*          Il Ministero delle Finanze ha elaborato una serie di proposte, tese ad abassare i tassi sui crediti concessi alla piccole e medie imprese. Uno dei provvedimenti finalizzati alla diminuzione della pressione finanziaria sulle PMI e` l’emissione di obbligazioni bancarie garantite da tali crediti e il finanziamento statale seguente concesso su pegno dei titoli emessi -  “Kommersant”; 10.7; pag.1 e 8.  Nell’edizione del 9 luglio lo stesso giornale ha riportato (p.7-8) una breve analisi sulle cause del ristagno dei crediti corporate e di un rallentamento  del retai bancario. Nell’articolo si fa notare che nonostante questi problemi le banche – come confermano anche i dati della Banca centrale – “guadagnano bene: i direttori e i titolari di parecchi istituti finanzairi di credito credono di superare il record 2012 per l’importo degli utili ottenuti”.

*           E` interessante e molto informativa l’ampia analisi di “Vedomosti” (5.7; pag.6) sulla dinamica del mercato azionario nel secondo trimestre. Si rileva che “gli investitori nelle azioni delle societa` metallurgiche- minerarie e del settore dei metalli preziosi ricorderanno con tristezza questo periodo: le suddette attivita` hanno subito perdite dal 20 al 50 per cento”.

      E` come lavorano le banche d’investimento private in queste condizioni del mercato azionario “indebolito”, quando le quotiazioni di alcuni titoli sono scese  a livello di fine del 2008  e quando il mercato M&A e` quasi fermo? Per trovare una risposta a questa e ad altre domande e per conoscere meglio l’attivita` e i problemi dei banchieri privati “Kommersant” (10.7; pag.10) ha intervistato Dmitrij Bugaenko, partner amministratore della compagnia d’investimenti “Veles Kapital” (fondata nel 1995; adesso gestisce  attivi che ammontano a 17 mld.di rubli; ha chiuso l’esercizio 2012 con un utile netto pari a 202 mln.di rubli, circa 5 milioni di euro).

*          Lo stesso “Vedomosti” (10.7; pag.5) ha rilevato che il governo puo` irrigidire le procedure, legate all’acquisto da parte di stranieri di beni patrimoniali di societa` e di compagnie operanti in settori strategici.  E` cio` che si ricava da una bozza delle modifiche da apportare alla “Legge sugli investimenti stranieri”.

*          Mercoledi` scorso (10.7) molti quotidiani hanno dato grande attenzione ai numerosi problemi legati alla lotta alla corruzione.  Tale interesse e` stato suscitato in particolare da una “Delibera” della Corte Suprema della FR, che ha illustrato molte modalita` delle sanzioni giuridiche nei confronti dei corruttori; tra l’altro la Corte ha equiparato la tangente alla “bustarella” (откат in russo) e il “pagamento volontario” al funzionario pubblico.

        Il Procuratore generale Jurij Ciajka  durante un colloquio con Vladimir Putin ha riconosciuto “inefficienti” le multe in rubli, pur aumentate,  come una delle sanzioni usate nella lotta alla corruzione.    Nel frattempo 9 russi su 10 intervistati sostengono che “la corruzione e` diventata un grave problema per lo Stato”. Il 50% dei partecipanti a un’indagine della “Trasparency International” e` convinto che negli ultimi 2 anni il livello della corruzione e` aumentato   -  (“RG” pag.1 e 6,  “Kommersant” pag.1 e 5, “Nezavisimaja gazeta” pag.4  e altri giornali del 10 luglio).

*          Nel mercato del lavoro la concorrenza tra i russi e gli immigranti diventa sempre piu` evidente  soprattutto per l’impiego poco qualificato, cioe` nel settore in cui non sono pochi i datori di lavoro “disposti” a trasgredire le norme e le regole vigenti. “RG” (9.7; pag.5) ha parlato delle principali tendenze del mercato con i sociologi dell’Accademia delle scienze. Si rileva tra l’altro che abbastanza spesso i russi sono costretti ad ottenere lo stesso stipendio degli immigrati, che e` inferiore al salario medio nazionale.

 

 

Verso le Olimpiadi invernali 2014 di Soci e I Mondiali di calcio 2018

Agli esperti e alle persone coinvolte nella preparazioni delle importantissime manifestazioni sopraindicate segnalo un sunto della ricerca approfondita sui fattori dell’aumento, anche clamoroso, dei preventivi dei megaprogetti sportivi, in particolare dei Giochi Olimpici (“Vedmosti”; 10.7; pag.20),  una conversazione col titolare del gruppo “Bosco di Ciliegi” Mikhail Kusnirovich convinto che le sue compagnie siaoo gia` pronte per le Olimpiadi di Soci (“Kommersant” del 4.7; pag.10)   e   un lungo servizio    del    settimanale    “Ekspert” (№ 27 dell’8.7;  pag.58-61),   in cui si tratta dell’inizio dei preparativi al Campionato mondiale di calcio, che costera` al Paese circa 664 mld.di rubli (piu` di 15 mld.di euro), ma che “ poco probabilmente dara` tanti impulsi a un vero e proprio sviluppo economico in parecchi territori della Federazione”.

 

 

ringraziandoVi per la costante attenzione prestataci durante gli ultimi 11 mesi,
Vi comunico che la redazione della “Rassegna..” da lunedi` 15 luglio
va in ferie. La prossima nostra “opera” verra` editata e trasmessa
a tutti Voi, che ci seguite, venerdi` 16 agosto.
Con tutto l’affetto auguriamo a tutti
BUONE VACANZE!

Distinti e cordiali saluti.

 

 

A cura di Valerij Shvetsov (con la collaborazione di Canzio Cavallini)

e-mail: valerio.m@unimpresa.ru

Telefoni: ufficio +7 (495) 411-79-48 (int. 3413); cell: +7 (916) 531-04-45

www.confindustriarussia.it


 Associazione Conoscere Eurasia - Via dell'Artigliere, 11 37129 Verona Italia - C.F. 93197240232 - P.IVA 03739750234 T: +39 0458020904 F: +39 0459299924 M: info@conoscereeurasia.it