Rassegna della Stampa Russa - 14.07.2017

 

 

Eventi, problematiche e dati statistici generali 

  La Commissione elettorale centrale della Federazione Russa ha comunicato che il prossimo 10 settembre in 82 Regioni, Repubbliche e Territori (escluse la Repubblica d'Inguscezia, la città di San Pietroburgo e la Regione di Magadan) si svolgeranno circa 6 mila elezioni e referendum. Saranno eletti 16 governatori e capi dei vari Territori, 2 deputati della GosDuma (la Camera bassa dell’Assemblea federale) e oltre 36 mila funzionari degli organi del potere locale e deputati delle assemblee regionali e locali – (Rossijskaja gazeta (RG) del 13.7, pag.2).  
 
  I Paesi membri dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa hanno concordato le candidature a segretario generale e a dirigente di 3 istituzioni specializzate dell’OSCE. Le candidature saranno approvate definitivamente dal consiglio permanente dell’organizzazione dopo il 18 luglio, se nessun Paese non esprimerà il proprio dissenso. Al fine di superare l’attuale crisi dell’OSCE la Federazione Russa ha appoggiato le candidature proposte. Secondo alcuni esperti, il raggiungimento di un compromesso ha rappresentato un avvenimento importante ma, purtroppo, ancora raro nelle relazioni tra Russia e gli altri Stati dell’OSCE – (RBK; 14.7, p.5: link).  
 
   Gli analisti del Dipartimento per le ricerche e le previsioni macroeconomiche della Banca Centrale hanno previsto che il Pil di quest’anno aumenterà di circa l’1,5- 1,6% su base annua: nel secondo trimestre fino allo 0,5-0,6% in più, nel terzo trimestre + 0,6% e nell’ultimo trimestre + 0,5-0,6%. Un miglioramento della previsione rispetto a quella precedente è stato reso possibile dalla dinamica positiva di molti indicatori importanti della produzione industriale. Si prevede che il prezzo “conveniente” del petrolio sarà quello pari a $40-50 al barile. La Banca centrale inoltre ha reso noto che nel secondo trimestre il conto corrente della bilancia dei pagamenti è stato chiuso con un passivo inatteso di $300 mln. Secondo glispecialisti, il passivo si è creato in seguito ad un aumento rapido delle importazioni e ai pagamenti dei redditi d’investimento. Il divario della bilancia è stato compensato da un considerevole miglioramento del conto finanziario della suddetta bilancia grazie all’afflusso di investimenti diretti – (Kommersant (Kom-t) del 12 e 13 luglio, pagine 2).  
 
  Circa i due terzi dei russi sposati hanno affermato che le questioni più importanti vengono discusse da tutta la famiglia, indipendentemente dall’età e dal sesso. I sociologi durante un’inchiesta sulla situazione familiare hanno tratto la conclusione che negli ultimi 10 anni la “democrazia” nelle famiglie russe ha sostituito l’“autoritarismo”. Oltre il 76% degli intervistati ha messo in risalto che “sente il sostegno dei propri familiari nelle situazioni difficili”. L’altro 12% ha auspicato un sostegno maggiore da parte dei propri cari – (RG del 10.7. p.4: link).  
 
  Quest’anno il festival “L’estate di Mosca. Fiori, marmellate e gelati” avrà luogo dal 20 luglio al 6 agosto. Molte piazze e vie pedonali nelle diverse parti della megalopoli saranno occupate da 42 “piazzali d’affari e di studi del mestiere”. La piazza Tverskaja nel centro della capitale sarà trasformata in un “giardino sotto un cielo ricamato”. La piazza della Rivoluzione diventerà un “mercato verde” dove tutti gli interessti potranno imparare come coltivare al meglio giardino e fiori. All’interno di una grande tenda dipinta, denominata “Fabbrica”, ai visitatori sarà data la possibilità di elaborare il piano di sviluppo di uno stabilimento di gelati, ecc – (Mosca Sera dell’11.7, pag.4).  
 

Economia 

  Situazione generale: Maksim Oreshkin, ministro dello Sviluppo Economico, nel suo intervento alla Fiera industriale internazionale “Innoprom-2017” ha parlato principalmente della ripresa in molti settori economici. A suo parere, per raggiungere una crescita economica più elevata “è necessario assicurare un forte incremento delle spese per le opere infrastrutturali. Allo stesso tempo il ministro, tenendo conto della riduzione continua degli stanziamenti dal Bilancio federale, ha avvertito che un’ulteriore accelerazione della crescita dell’economia potrebbe essere limitata nei prossimi anni dai problemi del mercato del lavoro e dall’insufficiente sviluppo delle infrastrutture. A questo proposito è stato rivelato che il Ministero sta elaborando un piano che prevede lo sviluppo di infrastrutture con la partecipazione di investitori privati – (Nezavisimaja gazeta dell’11.7, pag.4: link). Alcuni giorni fa il governo ha deliberato la proroga del programma dei crediti agevolati agli acquirenti di automobili nuove. Al primo giugno il portafoglio congiunto dei crediti automobilistici è ammontato a 693 mld di rubli. Gli esperti del settore si sono detti convinti che la proroga del programma “potrà sostenere il trend positivo del mercato automobilistico” – (Kom-t del 12.7, pag.8). Il Ministero delle Finanze ha inviato alla GosDuma la bozza del documento dal titolo “Le direttrici della politica fiscale, doganale e di bilancio per il periodo 2018- 2020”. Il Ministero ha elaborato tale documento per la prima volta poiché precedentemente venivano preparate separatamente le tre relative bozze. A marzo la GosDuma ha richiesto di preparare un documento unico al fine di consultare l’insieme dei piani del Ministero delle Finanze. La Camera comincerà a discutere le “Direttrici” durante la seduta del 18 luglio – Kommersant dell’11.7, pag.1-2: link RG (12.7, pag.3) in una nota sul suddetto documento ha evidenziato la diminuzione delle spese del Bilancio federale destinate alla realizzazione della politica sociale nel 2018: da 5.103 mld di rubli di quest’anno a 4.859 mld per l’anno prossimo. Si prevede inoltre la riduzione degli stanziamenti per la voce “Economia nazionale” negli anni 2018 e 2020 rispetto all’importo fissato per Negli ultimi giorni alcuni economisti ed esperti hanno espresso le proprie opinioni sulla relazione “Riforma dei mercati finanziari e del settore finanziario non bancario”. Si tratta di uno degli studi approfonditi pubblicati dal “Centro di elaborazioni strategiche” diretto dall’ex ministro Aleksej Kudrin, che costituiranno la base del programma delle riforme strutturali ed istituzionali nella FR negli anni 2018-2024. Gli autori dI questa relazione hanno accertato negli ultimi 6 anni un rapido degrado dei principali indici del settore finanziario non bancario (nei paesi sviluppati esso è la fonte principale degli investimenti) e hanno steso un piano di ristabilimento del settore, “di cui molti punti contrastano con le strategie realizzate dal governo attuale” – (Kom-t del 12.7, pag.1-2). Segnalo inoltre un articolo scritto per il giornale governativo RG (12.7, pag.1 e 3: link) da Jakov Mirkin. Molti dati riportati dal noto economista mettono in evidenza lo stato reale dell’economia russa. L’autore ha indicato anche alcuni fattori e soluzioni che potrebbero aiutare la società russa a mantenere le prime posizioni nei settori relativi alle materie prime e a riacquistarle nei settori della produzione ad alto contenuto tecnologico. Il 2017.  
 
  Settori, grandi società e PMI: Il Centro per le esportazioni russe ha pubblicato numerosi dati relativi ai risultati dei primi 5 mesi. Da questi risulta che tra gennaio e maggio l’export di prodotti trasformati è aumentato del 16,1% su base annua, ammontando a $45,5 mld. Il totale delle esportazioni dei primi 5 mesi ha costituito $137,7 mld con un rilevante aumento del 30,5%. Come in precedenza, i migliori risultati sono stati assicurati prevalentemente dall’aumento dell’export di idrocarburi e di combustibili: +41,2%, il totale è di $87,3 mld – (Kom-t del 12.7, pag.2, la rubrica “Monitoraggio”: link). Tra le pubblicazioni settoriali più approfondite segnalo il supplemento di 16 pagine a Kommersant di oggi 14 luglio (link) in cui è presentato un quadro piuttosto completo di due settori: la metallurgia e l’industria mineraria. Dai servizi, articoli e interviste con gli specialisti sulla situazione del mercato e dell’industria automobilistica si viene a sapere che nel primo semestre le vendite di nuove autovetture e di LCV sono cresciute del 6,9% rispetto al medesimo periodo del 2016. Il totale delle vendite a giugno ha superato 141 mila automobili – (RBK del 10.7, pag.8: link). Tuttavia, un lento ristagno del mercato costringe i produttori a cercare nuove possibilità per attrarre acquirenti. Ad esempio, le società Hyundai e Ford offrono di acquistare a credito le loro auto senza alcun anticipo. La compagnia coreana ha dichiarato che quest’anno intende aumentare la produzione del 10%, a 145.000 automobili – (Vedomosti del 13.7, pag.8, e del 5.7, pag.9). La società giapponese Isuzu tenendo conto della ripresa del mercato automobilistico russo ha deciso di produrre insieme allo stabilimento SimAZ di Ul’ajanovsk un piccolo autobus che prima assemblava in Ucraina – (Kom-t dell’11.7, pag.9). Durante la fiera Innoprom la compagnia UAZ, facente parte del gruppo automobilistico Sollers, ha presentato la nuova automobile “Profi” munita di un motore ibrido: alimentato a benzina e ad elettricità – Vedomosti dell’11.7, pag.11. Nella stessa edizione il quotidiano d’affari ha pubblicato (pag.8-9: link) un’ampia conversazione con Adil’ Shirinov, nuovo presidente e direttore generale della società Ford-Sollers. I piani della compagnia sono abbastanza ambiziosi: essa intende aumentare la propria quota sul mercato russo e vuole diventare leader del settore LCV. Nel numero del 13 luglio lo stesso Vedomosti (pag.8-9) ha pubblicato un’intervista ad Andrej Pankov, direttore generale di Renault Russia. Nei primi cinque mesi di quest’anno la compagnia ha aumentato del 16% le vendite di 5 modelli prodotti in Russia e ha elevato la sua percentuale di mercato all’8,4%. Il settimanale Profil (№ 26 del 10.7, pag.49-52 – link) ha presentato ai lettori le auto blu utilizzate dai leader dei vari stati del mondo; nella breve rassegna si tratta anche della “Kortegh” (Corteo), la futura automobile per il presidente Putin e per le massime autorità russe, la cui produzione in serie comincerà nei primi mesi del 2018, alla vigilia delle elezioni presidenziali. Il giornale del governo RG (10.7, pag.1 e 5: link) ha rivelato soltanto alcune “sorprese” del prossimo Salone aerospaziale internazionale MAX-2017 che sarà inaugurato martedì 18 luglio. La Russia presenterà agli specialisti, ai commercianti e al pubblico 116 velivoli civili e 18 aerei militari, compreso il modernissimo caccia MiG-35S. Gli esperti aspettano con interesse le presentazioni dell’aereo A350-900 e dell’aereo da trasporto italiano Piaggio Aerospace P-180 2 Avanti. I diversi quotidiani hanno previsto che nel 2017 le compagnie aeree russe trasporteranno oltre 100 mln di persone battendo un nuovo record (Vedomosti dell’11.7, pag.11) e che la holding “Elicotteri russi” elaborerà una nuova strategia che prevede una rilevante diminuzione della produzione di elicotteri militari e un aumento di 4-5 volte della produzione di elicotteri civili per la Russia e per alcuni Paesi asiatici (Kommersant del 13.7, pag.7: link). Lo scorso anno la Russia ha aumentato gli investimenti nella produzione di energia elettrica di $ 2 mld (in totale $87 mld) ma ciò nonostante è scesa dal quarto al quinto posto nella TOP- 5 dei Paesi con maggiori investimenti nel settore energetico: la Cina $357 mld; gli USA $276 mld; l’UE $245 mld e l’India $88 mld – (RBK del 12.7, pag.10: link). RG (12.7, pag.4) ha descritto alcune innovazioni del settore energetico presentate durante la fiera industriale internazionale “Innoprom-2017” di Ekaterinburg. Agli esperti del mercato russo dell’energia elettrica segnalo un’interessante intervista con Aleksandr Starcenko, presidente del consiglio di sorveglianza dell’Associazione “Comunità dei consumatori di energia” (un’organizzazione di lobby industriali, concentrata sulla dinamica dei prezzi dell’elettricità in Russia). L’intervistato ha rivelato con dispiacere che “il rincaro è veramente significativo poiché avviene malgrado l’enorme esuberanza dell’offerta” – (Kommersant di oggi 14 luglio, pag.10). Alcuni altri giornali hanno descritto alcuni problemi degli ex grandi imprenditori edili e immobiliari di Mosca (Kom-t del 7.7, pag.13) e hanno commentato l’accordo tra i leader della telefonia mobile, le compagnie Megafon e Vympercom, relativo a una ristrutturazione del business della catena di saloni e negozi “Euroset” – (Vedomosti, pag.11 e17, e Kom-t, pag.7-8, del 13 luglio). RBK del 12.7 (pag.9: link) ha messo in rilievo il calo della stabilità di Runet, ovvero l’Internet russo, che è stato classificato al 13o posto tra i 15 Paesi analizzati.  
 
  Altre informazioni in breve: - l’avvio della costruzione del rompighiaccio atomico “Arktika”, su decisione di Vladimir Putin, è stato rinviato dal 2017 al 2019 – (Kom-t; 12.7, pag.1 e 9: link); - la compagnia Rosneft ha vinto l’asta e pagherà 20,7 mld di rubli (3 volte in più rispetto al prezzo iniziale) per ottenere la licenza di sfruttare il grande giacimento petrolifero nel Distretto autonomo Khanty- Mansijskij con risorse stimate in 103 mln di ton – (Vedomosti del 13.7, p.11); - la compagnia “Cuoio russo” ha avviato nel capoluogo regionale Rjazan’ la produzione di pelli naturali di alta qualità adatte a realizzare gli interni delle automobili. La creazione della nuova produzione è costata 440 mln di rubli, di cui 190 milioni sono un prestito agevolato del Fondo federale per lo sviluppo industriale – (Expert № 28 del 10.7, pag.5); - la compagnia “Siberia-Energo” in collaborazione con le autorità della Regione di Kemerovo ha messo in funzione la prima linea dello stabilimento di gas liquido nel villaggio Mitino, situato nelle vicinanze del capoluogo regionale – (Expert № 28 del 10.7, pag.22-23: link); - gli ipermercati “Okay” divideranno i loro enormi spazi commerciali con i negozi di abbigliamento della catena “Famiglia” e il grande retailer francese Auchan aprirà un negozio nel centro di Mosca in via Tverskaja 4 per attirare gli acquirenti più agiati – (Vedomosti dell’11.7, pag.18, e del 13.7, pag.19).  
 

Verso i Mondiali di calcio 2018 in Russia 

  Il prossimo Campionato del mondo avrà luogo nella Federazione Russa dal 14 giugno al 15 luglio del 2018. Ovvero, comincerà esattamente fra 11 mesi. Una settimana fa il Comitato organizzatore ha reso noto l’itinerario e l’orario del viaggio che, secondo la tradizione stabilita da un ventennio, la Coppa del mondo effettuerà in Russia e negli altri Paesi in occasione della manifestazione mondiale. Questo futuro giro sarà più lungo e più duraturo rispetto ai 4 viaggi precedenti. In 123 giorni lo speciale aereo charter con il trofeo a bordo percorrerà 26 mila km e visiterà 24 città russe: 15 località entro la fine di quest’anno e 9 città nella primavera del 2018. Durante l’inverno il trofeo sarà trasportato in 50 Paesi esteri. In ogni città saranno allestite delle esposizioni interattive dedicate al Campionato ed inoltre i numerosi appassionati di calcio potranno scattare delle foto con la Coppa. Il suddetto viaggio comincerà nella città siberiana di Krasnojarsk, in cui l’ambito trofeo sarà esposto dal 9 al 12 settembre pp.vv – (RG, pag.12, i giornali sportivi e alcuni altri quotidiani del 7 luglio). Dopo la conclusione (2 luglio) della FIFA Confederations Cup la stampa russa ha focalizzato la propria attenzione sulla preparazione dei Mondiali. I giornali hanno citato molti funzionari della FIFA che hanno elogiato l’organizzazione del torneo e lo stato attuale delle infrastrutture sportive costruite per il Campionato mondiale. Il presidente della FIFA Gianni Infantino ha messo in risalto “l’architettura moderna e la bellezza” degli stadi già pronti e di quelli che si trovano nell’ultima fase di costruzione e di abbellimento. Gli organizzatori e la FIFA hanno prestato grande attenzione alla sicurezza degli spettatori. A questo proposito, lo svolgimento della Coppa delle Confederazioni ha dimostrato un alto grado di prontezza dei sistemi e del personale. Nei prossimi mesi saranno necessari solamente alcuni ritocchi, in particolare per eliminare i difetti riscontrati durante l’uscita degli spettatori dagli stadi. Alcuni specialisti stranieri hanno evidenziato che gli stadi costruiti da zero o ristrutturati, come lo stadio centrale “Luzhniki” di Mosca, “sono più protetti e sicuri rispetto a molte arene sportive in Europa”. È evidente che il lavoro compiuto ha richiesto molti sforzi da parte dei progettisti, architetti e costruttori, nonché ingenti mezzi finanziari – (Vedomosti, pag.1 e 6, il settimanale Profil № 25 del 3.7, pag.38-44).  
 
  L’Agenzia federale Rosturism, dopo aver analizzato la situazione del settore alla fine del 2016, ha constatato la mancanza di albergi e hotel destinati ad accogliere gli spettatori e i turisti che verranno in Russia durante il Campionato mondiale. All’inizio di quest’anno le osservazioni critiche hanno riguardato 6 Regioni su 11 nelle quali si terrano le partite eliminatorie e dove arriveranno decine di migliaia di turisti stranieri e russi. Le autorità regionali, le aziende di costruzione e gli operatori del mercato alberghiero hanno assicurato di “risolvere tutti i problemi nel tempo dovuto”. La compagnia statale RZhD (la “Ferrovie russe” SpA), tenendo conto del suo lavoro durante la FIFA Confederations Cup, quando sono stati organizzati 262 treni gratuiti per i tifosi, intende trasportare l’estate prossima circa 2,6 mln di passeggeri che potranno viaggiare in 100 direzioni. Nel primo trimestre dell’anno venturo nelle stazioni ferroviarie saranno installati dei punti speciali di ricarica per i telefonini e per altri apparecchi mobili – (Izvestia, p.1 e 4, e RG, pag.3, del 5.7).  
 

Oggi in Russia inizia il campionato nazionale di calcio 2017-2018. Alcuni osservatori ed esperti hanno previsto che il confronto tra i due allenatori italiani, Massimo Carrera (dello “Spartak” di Mosca) e Roberto Mancini (dello “Zenit” di San Pietroburgo), “sarà uno degli avvenimenti principali della nuova stagione”. In quest’occasione il quotidiano Sport-Express (14.7, pag.2: link) ha pubblicato la prima ampia intervista rilasciata da Roberto Mancini alla stampa russa.  

 

The Moscow Times scrive (link) che i biglietti per assistere alle partite della Coppa del Mondo di calcio 2018 saranno in vendita dopo il 1 dicembre 2017.  

 

Per i cittadini stranieri il costo base di un biglietto sarà di circa 105 USD per le partite del primo turno, mentre per i match della fase finale del torneo il prezzo di un ticket potrà ammontare fino a 1100 USD. L’articolo è corredato da una tabella contenente tutte le tariffe relative ai suddetti biglietti.

 
 Cari lettori, grazie per l'attenzione. 

Cordiali saluti.
A cura di Valerij Shvetsov
in collaborazione Anita Mengon e Paolo Cantarello
e-mail: valerio.m@yandex.ru
Telefono - cell: +7 (916) 531-04-45

 


 Associazione Conoscere Eurasia - Via dell'Artigliere, 11 37129 Verona Italia - C.F. 93197240232 - P.IVA 03739750234 T: +39 0458020904 F: +39 0459299924 M: info@conoscereeurasia.it