Rassegna della Stampa Russa - 17.09.2013

 

Eventi, problematiche e dati statistici generali

 

* Giovedi` scorso (12 settembre) a Mosca si e` conclusa la “18-ma Conferenza della Associazione internazionale dei procuratori”, “il forum piu` produttivo nella storia dell’Associazione  e molto ricco di Accordi di collaborazione firmati”.  I quotidiano “Rossijskaja gazeta” (“RG” del10.9, pag.5, e del 13.9; pag.4) nei suoi servizi ha dato rilievo al fatto che all’assise (8-12.9) erano presenti piu` di 800 partecipanti, compresi piu` di 50 procuratori generali di vari paesi. I convenuti hanno prestato maggiore attenzione  alla lotta contro la criminalita` e alla difesa dei diritti umani.

    Il Procuratore generale della FR Jurij Ciaka ha avuto  numerosi incontri, fra i quali un colloquio con Franco Roberti, Procuratore nazionale antimafia,  a conclusione del quale e` stato firmato un programma di collaborazione tra la Russia e l’Italia nella lotta alla criminalita` organizzata per gli anni 2013-2014.

* Il Partito comunista della FR ha raccolto circa 2 milioni di firme di cittadini, fra cui  130mila di giovani utenti di Internet, che condividono la richiesta di discutere alla GosDuma  la questione della sfiducia all’attuale governo. In precedenza gia` 101 deputati su 450 della Camera bassa del Parlamento si erano espressi a favore delle dimissioni del gabinetto in carica. In tal modo i comunisti, che hanno elencato i dieci motivi dell’insoddisfazione dell’attivita` dell’esecutivo,  hanno superato ambedue i minimi – 100mila voti e 100 deputati – necessari, secondo le leggi vigenti, per l’attuazione delle iniziative civili, in questo caso la proposta tesa a favorire  le dimissioni del CdM. Le altre due frazioni dell’opposizione parlamentare – il partito liberaldemocratico e quello di “Russia giusta” – non hanno ancora deciso, se appoggeranno l’iniziativa del Partito comunista. I deputati del partito al governo “Russia  unita”, con a capo il premier  Dmitrij Medvedev, hanno gia` promesso di votare contro la richiesta dei comunisti    -  (“RBK daily” del 16.9; pag.2). 

* Sabato scorso (14.9) a Soci il presidente della FIFA (Federazione internazionale di calcio) Josef Blatter e il presidente della “Gazprom” Aleksandr Miller hanno firmato, con l’attiva partecipazione alla cerimonia ufficiale di Vladimir Putin,  del ministro dello Sport Vitalij Mutko e di un gruppo di giovanissimi calciatori russi,  un accordo sulla partnership per gli anni 2015-2018.  Il gruppo “Gazprom” ha ottenuto lo status di partner ufficiale dei campionati e delle gare che saranno organizzate in quel periodo dalla FIFA, compreso i mondiali di calcio – 2018, affidati - per la prima volta - alla Russia. Aleksej Miller non ha comunicato quanto il “colosso del gas russo” paghera` per la sposorizzazione:  secondo lui, “l’importo e` adeguato all’importanza del campionato mondiale”.     

       Parecchi giornali hanno ricordato che “Gazprom” sovente usa gli accordi con i club calcistici per farsi  pubblicita` e per un’ulteriore espansione su diversi mercati europei e mondiali. La societa` sponsorizza le squadre di alcuni paesi (“Shalke 04” tedesca, “Zrvena Svezda” serba, eccetera), e` il “partner energetico” del “Chelsea” inglese e il partner ufficiale della “Lega dei campioni dell’UEFA”.

 

Inoltre sostiene “molto generosamente” lo “Zenit” di San-Pietroburgo, allenato da Luciano Spalletti. A questo proposito, alcuni giornali hanno comunicato che per gli ingaggi di nuovi giocatori le squadre russe tra agosto e settembre hanno sborsato quasi 240 mln.di sterline: cifra che mette la Russia al quinto posto tra le leghe professionali di calcio dopo quelle inglese, italiana, spagnola e francese   -   (“RG”, pag.2, “Kommersant” (“Komm”), pag.5, “RBK daily, pag.5, del 16 settembre, “Vedomosti” del 4.9; pag.11, e “Izvestia” di oggi, 17.9, pag.12).      

 

 

Economia, settori e mercati, grandi aziende e PMI   

 

 

* Tra aprile e giugno, come ha riferito il “Rosstat” nelle prime stime dell’andamento economico nel secondo trimestre, il PIL e` aumentato dell’1,2 per cento, rispetto al medesimo periodo dell’anno precedente. Secondo gli specialisti, cio` vuol dire che “su base annua l’economia russa aumenta soltanto dello 0,2%” e che l’arresto  della  crescita economica “e` legato principalmente al calo dell’attivita` imprenditoriale nelle industrie della  trasformazione e nel settore delle costruzioni  nel secondo trimestre”. Nello stesso tempo in parecchi settori  la crescita del valore aggiunto su base annua e` diventata piu` evidente: nel commercio,  nella logistica e nel settore finanziario +0,5%; nell’agricoltura +0,3 per cento, eccetera. Per la presidente della Banca centrale El’vira Nabiullina il “rallentamento dell’economia  ha i radici strutturali; per cio` gli stimoli monetari non sono efficienti: per una ripresa economica dobbiamo aumentare la produttivita` del lavoro”. Gli analisti inoltre hanno rilevato che ad agosto e ai primi di settembre l’aumento dei prezzi al consumo e` rallentato ma e` sempre superiore all’obiettivo fissato dalle autorita` per quest’anno (+6%): al 9 settembre l’indice inflazionistico e` stato pari al 6,3 per cento  (“Ekspert” № 37 del 16.9; pag.118).

    Negli ultimi giorni gli economisti e gli analisti hanno seguito con attenzione la “polemica per corrispondenza” tra il Ministero dello Sviluppo Economico e i piu` grandi gruppi del settore (monopoli), riguardante il congelamento delle tariffe delle societa` che hanno monopolizzato alcuni dei settori economici nevralgici. Le “discussioni” sono iniziate subito dopo che il ministro dello Sviluppo economico Aleksej Uljukaev e` riuscito a insistere su tale congelamento e a convincerne tutto il gabinetto. I maggiori gruppi settoriali hanno fatto capire che sono scontenti  delle prossime perdite, della  mancata esecuzione dei programmi d’investimento, ecc. Invece secondo il Ministero, per l’economia sara` meglio se i miliardi di rubli, che i monopoli non incasseranno in seguito all’aumento annuale delle tariffe, rimarranno sui conti delle aziende e delle imprese e nelle tasche della gente. Pero`, risulta che Ulukaev ha compiuto il suo “atto eroico” per forza: se non si congelano le tariffe dall’anno nuovo, bisognera` diminuire le spese statali non del 5%, ma del 10-15 per cento. Ma e` proprio cio` che le autorita` nazionali e regionali non possono permettere in nessun caso, poiche` la stabilita` sociale sarebbe gravemente minacciata (“Itoghi”  № 37; pag.12, e “Profil” № 34; pag.4, del 16 settembre; “Vedomosti” del 13.9; pag.11, ha scritto sulla diminuzione delle spese (quest’anno di circa 105 mld.di rubli) di uno dei monopoli, la SpA “Ferrovie Russe”).

     

     Il  Ministero dei Trasporti ha scelto i 5 aeroporti che possono costituire la base per le compagnie aeree low cost. Oltre ai tre grandi – “Domodedovo”, “Vnukovo” e “Sheremet’jevo” di Mosca - nell’elenco c’e` l’aeroporto “Ermolino” di Kaluga e quello di Ramenskoe, usato dagli aerei del Ministero per la Protezione civile, nonche` per l’organizzazione del Salone aerospaziale internazionale MAKS     -       (“Komm” del 16.9; pag.10).

* La rassegna delle pubblicazioni settoriali di quest’ultimi giorni la comincio da un’approfondita analisi di “Ekspert” (№ 37; pag.36-49), relativa al settore degli investimenti.  Nel primo semestre gli investimenti nel capitale di base sono diminuiti del’1,4%, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, a 4 760 miliardi di rubli (circa 119 mld.di euro). Gli autori dell’analisi non prevedono una crescita degli investimenti nei prossimi due anni; i principali motivi sono due: un notevole calo pianificato del “colosso” Gazprom” ed un probabile congelamento delle tariffe dei grandi gruppi settoriali. Il settimanale riporta l’elenco dei progetti d’investimento statali e privati, avviati in diverse regioni tra il primo maggio e il 31 luglio scorsi.

       La commissione per il settore energetico della GosDuma ha preso in esame l’attuale stato dei servizi tecnici per l’industria del petrolio. Tenendo conto anche della presenza sempre piu` massiccia delle compagnie e aziende straniere (negli ultimi anni e` aumentata del 10%) la commissione ha proposto di sostenere le PMI operanti in questo settore  (“RG” del 16.9; pag.4). A questo punto segnalo un lungo articolo di “Vedomosti” (13.9; pag.20) che ha trattato diversi problemi legati al fatto che dal dicembre 2012  piu` di 750mila “imprenditori individuali” hanno chiuso la  loro attivita`.   

           D’altra parte il settimanale  “Kompanija”  (№ 34 del 16.9; pag.58 - 62) ha rivelato che  il settore de leasing di macchinari e di attrezzature industriali  nell’ultimo periodo cresce principalmente grazie all’attivita` delle piccole e medie imprese. L’anno scorso il mercato e` aumentato solo dell’1,5%, il 77,8 per cento di meno rispetto al precedente anno. 

      “Ekspert” № 37 nell’inserto “HI-TECH” (pag. 101-110) ha descritto una serie di innovazioni prodotte dalla compagnia “1C”, maggiore produttrice dei sistemi di automatizzazione (sono competitive con i prodotti dei leader mondiali “Oracle”, SAP e “Microsoft”), nonche` la tecnica originale per lo sviluppo delle tecnologie d’informazione delle cosiddette “reti di perizia”.   

    Tra le altre approfondite analisi spicca quella sull’attuale situazione del mercato dei fertilizzanti a base di potassio e sui problemi, scaturiti dopo la recente fine della cooperazione tra i maggiori produttori: la “Uralkalij” russa e la “Belaruskalij” (“Komm”; 16.9, pag. 9 e 13).

* La progettazione e costruzione di un’automobile per le massime autorita` russe e` stata affidata all’”Istituto di ricerche NAMI”, che fa parte delle strutture del Ministero dell’Industria e del Commercio. “Vedomosti” (pag.10) e “RG” (pag.6) di oggi (17 settembre) hanno riferito anche su diversi aspetti tecnici del nuovo progetto dell’industria automobilistica nazionale.

  Nel supplemento “Mezzi di trasporto commerciale” (pag.17-28) a “Kommersant” (“Komm”) di oggi (17.9) si parla diffusamente di nuovi veicoli, autobus e rimorchiatori usati in Russia e si fa un bilancio della recente esposizione “Comtrans-2013”. Anche “Kompanija” (№ 34; pag.54 -56) ha scritto di questa fiera, illustrando una lunga serie di nuovi modelli di vetture commerciali, presentati agli specialisti e al pubblico di Mosca.

    

 

      Inoltre i giornali hanno comunicato:

     che le grandi societa` automobilistiche russesi affrettano a partecipare alla localizzazione in Russia della produzione di nuove automobili di marca straniera, perche` si prevede che nei prossimi 3-5 anni il volume del mercato potra` aumentare fino a $12 miliardi” (Vedomosti” del 13.9; pag.13),

   che il consorzio “Renault – Nissan- AvtoVAZ” inizia la produzione di  auto in Kazakistan

    e che il proprietario maggioritario del gruppo “Sollers” Vadim Shvetsov ha aumentato il suo pacchetto di azioni dello stabilimento automobilistico UAZ  (“RBK daily” del 16.9; pag.6).

* “Ekspert” № 37 (pag.30-33)  ha dato rilievo alla messa in produzione di un nuovo grande stabilimento di legname nella Regione di Arcangelo, “mentre l’industria e` ancora in crisi”, e ha scritto del graduale sviluppo della nuova agroholding “Damate”, i proprietari della quale vogliono raggiungere la leadership nella produzione della carne bianca e del latte.  A proposito agli analisti del settore agroindustriale segnalo un articolo di “RBK daily” (12.9; pag.8) in cui si riferisce che il gruppo finlandese “Valio”  ha ripensato di creare alcune joint venture con dei produttori russi a causa  della bassa qualita` del latte prodotto in Russia”.

* Sugli altri giornali di quest’ultimi giorni si e` letto inoltre che: 

il settore e’-commerce aumenta di circa il 30% l’anno, pero` la sua quota di mercato e` ancora molto bassa: si prevede che  entro il 2020 raggiungera` il 6-8% del totale, secondo gli ottimisti, o solo il 4-5%, a parere dei “realisti”  (“Vedomosti” del 13.9; pag.10);

le compagnie venditrici di bigiotteria puntano l’attenzione sulle donne di mezza eta` (“Kompanija” № 34; pag.40 - 43); 

l’Agenzia federale “Rosturism” cerchera` di dare una spinta allo sviluppo del turismo interno grazie ai ricavi provenienti da lotterie organizzate da varie compagnie private  (“Komm”; 16.9; pag.12).

 

 

Finanza, fisco, dogana, leggi, settore assicurativo  

 

* Riassumendo alcune delle dichiarazioni dei dirigenti della Banca centrale, fatte negli ultimi giorni, “Kommersant” (16 settembre; pag.6) ha tratto la conclusione che “il regolatore si allontana dalle realta` economiche e  concentra le azioni mirate a combattere l’inflazione”. A parere dell’osservatore del quotidiano, tale posizione e` definita dalla bozza del documento “Basi della politica monetaria e creditizia per il 2014 e per gli anni 2015-2016” e si spiega parzialmente con il fatto, che il governo non ha ancora determinato le diverse conseguenze dei provvedimenti e delle misure, atte a stimolare contemporaneamente la crescita economica e il risparmio degli stanziamenti del Bilancio federale.

      Il settimanale “Kompanija” (№ 34; pag.58 - 62) ha evidenziato che negli ultimi mesi alcuni top-manager della banca “Trust” si sono licenziati da questo istituto finanziario. Secondo i dati del portale “rating.rbc.ru”, lo scorso anno il volume dei crediti al consumo concessi dalla banca e` aumentato solo del 2,8%, mentre la “Sberbank” ha incrementato il portafoglio del retail bancario del 61 per cento e la

 

banca “VTB-24” del 32 per cento . Il presidente della “Trust” Nikolai Fetisov ha smentito un collegamento diretto  tra i suddetti licenziamenti e il lavoro con i crediti ai privati.   A suo parere, la banca “affronta molte difficolta` e problemi,  che attualmente sono comuni anche agli altri istituti finanziari di credito”.

* Dall’inizio degli anni 2000 il numero dei reati fiscali in Russia e` diminuito di 30 volte. E` significativo che i vari dicasteri e le forze dell’ordine valutano diversamente la rilevante cifra riportata. Per esempio, secondo il “Comitato per investigazioni” il Servizio tributario federale, che controlla i dati presentati dai contribuenti, “non adempie la norma” e per cio` nell’anno scorso ha scoperto  solo il 7-8% dei reati, mentre il Ministero degli interni – il 92 per cento. Dai dati statistici risulta che nel 2001 sono state aperte 36mila cause legali per reati fiscali (l’erario ha incassato 100 mld.di rubli). Nel primo semestre del 2012 il Servizio tributario ha istituito soltanto 91 cause, ma ha restituito allo Stato  50 miliardi   (“Itoghi” № 3 ; pag.8). 

    “RG” di ieri (16.9; pag.1 e 8) ha pubblicato un’ampia intervista a Mikhail Mishustin, capo del Servizio fiscale federale, che ha parlato principalmente dell’ampliamento del lavoro dei suoi dipendenti in Internet.     

* Agli esperti del settore assicurativo addito due ampie pubblicazioni che illustrano – con dati aggiornati e approfondite analisi -  la situazione attuale e le prospettive del mercato: si tratta del “Panorama delle assicurazioni” pubblicato da “Ekspert” (№ 37; pag.91-100), e “Assicurazioni” (pag.B1-B8), un supplemento a “Vedomosti” di oggi 17 settembre, che comprende tra l’altro una conversazione con il viceministro delle Finanze Aleksej Moiseev, che prevede i cambiamenti delle attivita` delle societa` d’assicurazione dopo il cambio del regolatore e esprime il suo giudizio sulla divisione dei poteri tra il suo Ministero e la Banca centrale.    

* “Izvestia” (12.3; pag.2) ha riferito sul come i mass-media statali intendono affrontare una notevole riduzione per il prossimo anno dei loro budget, in cui i sussidi provenienti dal Bilancio federale non saranno tanto “generosi” come negli anni precedenti. 

 

Russia – Italia

 

* “Ekspert” (№ 37 del 16.9; pag.4) e “Vedomosti” (13.9; pag.13) hanno riferito che il gruppo automobilistico “GAZ” e la “Magnetto Wheels”, divisione della societa` italiana CLN SpA hanno raggiunto l’accordo sulla produzione a Nizhnij Novgorod di ruote stampate di acciaio (fino a 2,5 milioni unita l’anno).

* “Profil” (№ 34 del 16.9; pag.58-60) ha citato alcune perplessita` sulle opere presentate alla recente “Mostra d’arte cinematografica di Venezia”. Sembra – fa notare il settimanale – che “il festival si sia  stancato di trovare dei veri film”.  Un approfondito articolo ha dedicato alla “Mostra” anche “Piatnitsa” (“Venerdi”; № 32 del 13.9; pag.1), supplemento settimanale a “Vedomosti”: a parere del suo critico cinematografico, “non e` un  puro caso che a Venezia un documentario abbia vinto il “Leone d’oro”: il pubblico chiede maggiore  realta` sugli schermi”.

   

    

     Il settimanale ha pubblicato inoltre la conversazione con Cecilia Bartoli, una cantante italiana molto amata in Russia, la quale  ha parlato del suo prossimo concerto (21 settembre) a Mosca e ha raccontato su come dirige un festival di  musica classica.

* “RG” (12.9; pag.7) ha recensito il film del regista Ettore Scola dedicato a Federico Fellini, sottolineando che “e` stato l’unico film in mostra a Venezia che ha fatto piangere gli spettatori”.

 

Cari lettrici e lettori, grazie per l’attenzione.

Distinti e cordiali saluti.

 

A cura di Valerij Shvetsov (con la collaborazione di Canzio Cavallini)

e-mail: valerio.m@unimpresa.ru

Telefoni: ufficio +7 (495) 411-79-48 (int. 3413); cell: +7 (916) 531-04-45

www.confindustriarussia.it

 


 Associazione Conoscere Eurasia - Via dell'Artigliere, 11 37129 Verona Italia - C.F. 93197240232 - P.IVA 03739750234 T: +39 0458020904 F: +39 0459299924 M: info@conoscereeurasia.it