Rassegna della Stampa Russa - 20.08.2013

 

 

Eventi, problematiche e dati statistici generali

 

* La Regione Amurskaja (del fiume Amur) e quella di Khabarovsk, il Primorskij Kraj, la Regione autonoma degli Ebrei e la Repubblica di Jakuzia – sono i territori dell’Estremo Oriente della Federazione Russa, attualmente piu` colpiti dalle piene e alluvioni provocate da fortissime piogge, che continuano a cadere dalla seconda meta` di luglio. In alcune provincie negli ultimi 40 giorni il totale delle precipitazioni atmosferiche ha superato il livello annuo. Nelle vicinanze di Khabarovsk “il livello d’acqua del fiume Amur ha superato i 6,5 metri (il precedente massimo registrato nel 1897 era di 642 cm)” e, secondo le previsioni dei meteorologi, potrebbe salire oltre i 7 metri, il che aumenta il pericolo di ampi allagamenti nel capoluogo regionale e in molti altri territori. Piu` di 15mila persone sono state gia` trasferite dalle zone danneggiate; in breve tempo sono stati creati circa 170 centri di ricovero provvisori per chi e` stato costretto ad abbandonare propria casa. Le prime stime dei danni materiali subiti ammontano a decine di miliardi di rubli. La catastrofe naturale finora non ha provocato vittime; questo e` - secondo la stampa – una delle conseguenze delle azioni intraprese e ben coordinate dei reparti del Ministero della Protezione civile e del Ministero della Difesa, delle autorita` regionali e locali, che vengono attentamente seguite e sostenute, anche con notevoli stanziamenti dal Bilancio nazionale,  dalle varie strutture federali  -      molti quotidiani della fine settimana passata; “Rossijskaja gazeta” (“RG”), pag.2, “Vedomosti”, pag.1 e 6, “Ekspert” № 33, pag.6, del 19 agosto; nonche` “Kommersant” di oggi (20.8; pag.5)

* Durante i Mondiali di atletica leggera (Mosca, 10-18 agosto) la nazionale russa ha superato – per la prima volta dal 2001 – tutte le altre squadre partecipanti alla  importante manifestazione sportiva per il numero di medaglie d’oro: 7 (17 con le medaglie di argento e con quelle di bronzo) contro le 6 ottenute  sia dalla grande squadra statunitense (25 medaglie in totale) che da quella piccolissima della Giamaica (9 in totale). Come hanno scritto “Sport-Express”, “RG”, “Kommersant” e altri quotidiani del 19 agosto, circa 400mila spettatori con notevole interesse hanno seguito le gare del campionato mondiale, svoltesi principalmente a “Luzniki”, stadio centrale della capitale russa.        

 

 

Economia, settori e mercati, grandi aziende e PMI

 

* Dai dati aggiornati del “Rosstat” risulta che l’industria nazionale continua ad essere in ristagno. La produzione dei settori della trasformazione in un anno e` calata dell’1,6%; in luglio la produzione industriale e` diminuita dello 0,7 per cento, rispetto allo stesso mese dello scorso anno, e tra

gennaio e luglio la sua crescita si e` ridotta quasi allo zero. Al parere di molti esperti, tenuto conto della diminuzione della produzione metalmeccanica, metallurgica e di altri settori importanti, e` poco probabile che quest’anno l’industria crescera` del 2%, come prevede ancora il Ministero dello sviluppo economico. Purtroppo, termina o e` gia` terminato il periodo quando il commercio estero aveva un effetto “trainante” per l’intera economia: nel secondo trimestre  il volume delle esportazioni e` aumentato del 7 per cento, pero` a causa dei prezzi contrattuali il contributo finanziario dell’export e` diminuito del 6,8% rispetto al massimo raggiunti in luglio del 2008. A seguito delle tendenze contraddittorie dell’economia tra aprile e giugno il PIL, come ha riferito il “Rosstat”, e` aumentato solo dell’1,2 per cento, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno  -   “Vedomosti” (pag.5) e “Kommersant” (pag.2) del 16 agosto, nonche` “Ekspert” (№ 33 del 19.8; pag.4 e 62).   

* Il vicepremier Dmitrij Rogosin ha evidenziato che dal 2008 fino ad oggi le compagnie aeree hanno acquistato circa 600 velivoli stranieri e solo 59 russi. Gli aerei moderni di produzione locale costituiscono attualmente solo il 7% del parco aerei nazionale, mentre il loro contributo al trasporto passeggeri e` ancor piu` basso: circa il 4 per cento. Al fine di aumentare la domanda delle compagnie per gli aerei nazionali di media gittata sara` istituito uno speciale gruppo di lavoro che, seguendo l’esperienza dell’industria aeronautica militare, cerchera` di instaurare un contatto stabile tra i trasportatori, banchieri e l’industria. Per aumentare la domanda degli aerei “Sukhoj SuperJet” nel mercato interno e per risolvere i problemi del velivolo le autorita` del settore hanno deciso di stanziare ancora 4 miliardi di rubli (un po` meno di 100 milioni di euro); nello stesso tempo e` stato deciso di rimandare l’ulteriore elaborazione dell’aereo “SSG Next Generation” al 2016    -    (“RG”, pag.2, e “Kommersant”, pag.9, del 15.8; “Kompanija” № 30 del 19.8, pag.10).

       Durante il recente volo di prova dell’ultimo modello del “SSJ-100” il presidente della Compagnia Aeronautica Unita (ОАК in russo) Mikhail Pogosjan ha evidenziato il reale stato del progetto “SSJ 100 NG” e - in vista del prossimo Salone internazionale aerospaziale di Mosca - ha lungamente parlato delle prospettive dell’aeronautica russa e della stessa megaholding ОАК ha (“RG” del 19.8; pag. 1 e 3). Nel descrivere il programma del suddetto Salone “Izvestia” (13.8; pag.2), “Piatnitsa” (“Venerdi”, supplemento settimanale di “Vedomosti”, № 28 del 16.8, p.1) e “Vedomosti” di oggi (20.8; pag.1-2) hanno riferito che all’esposizione parteciperanno circa 50 compagnie russe che presenteranno piu` di 190 fra nuovi velivoli, elicotteri, dirigibili, radar, sistemi innovativi e sofisticati  di comando, eccetera.

       Sugli altri giornali si e` letto della ripresa delle progettazione dell’ aereo militare  leggero di trasporto “Il-112”: il programma e` stato sospeso nel 2011 dal precedente ministro della Difesa Serdjukov - (“Vedomosti”; 12.8; pag.2);  nonche` della graduale diminuzione della quota azionaria della VEB (Vnesheconombank) nel capitale del gruppo aerospaziale europeo EADS   (“Ekspert” № 33,  pag.4, e  “Vedomosti” del 16.8; pag.1 e 12; a parere di alcuni esperti, l’aeronautica russa non potra` esistere senza cooperare con leader mondiali del settore).

      Gli esperti e gli analisti delle costruzioni aeronautiche troveranno moltissime informazioni aggiornate, riguardanti gli aspetti tecnici, finanziari e politici dello sviluppo del settore, nell’ampio supplemento diffuso in allegato da “Kommersant” di oggi (20.8; pag.13-24).

* Intervistato da “Kommersant” del 13 agosto (pag.10),  Igor’Akhmerov, direttore esecutivo della

transnazionale “Avelar Energy Group”,  ha illustrato con dovizia di particolari l’attuale situazione e le prospettive in Russia del settore dell’energia rinnovabile, in particolare  di quella  solare.  I  ritmi di

 

crescita del mercato sono veramente formidabili: fino al 50 per cento  l’anno.    

     Agli esperti segnalo le altre due approfondite e interessanti interviste: la prima a Piter Vozer, direttore capo della “Royal Dutch Shell Plc”, che ha parlato della collaborazione con il gruppo “Gazprom” e dell’estrazione di gas nella Federazione Russa (“Kommersant”;’ 12.8; pag.10); la seconda conversazione e` con Michel Comb, direttore generale dell’”Alcatel-Lucent”:  la societa` e` attualmente in fase di riorganizzazione e in Russia punta sul lavoro nella telefonia mobile della quarta generazione    -  (“Vedomosti” del 16 agosto; pag.8-9)

* E ora vediamo le pubblicazioni sulla situazione di alcune grandi societa` e aziende:

   la compagnia “UC Rusal” (“Alluminio russo”) del miliardario Oleg Deripasca chiude 4 stabilimenti (forse fino al 2015) e acquistera` la centrale elettrica per fornire l’elettricita` e il riscaldamento a buon prezzo per lo stabilimento Bogoslovskij (“Vedomosti” del 19.8; p.10 e 12);

   il gruppo “Gazprom” ha aumentato le esportazioni di metano in Europa e i prezzi interni, nonostante questo nel primo semestre il suo utile netto e` diminuito del 35 per cento, a “soli” 250 miliardi di rubli; inoltre ha acquistato la “Compagnia energetica unita” di Mosca  e potra` controllare adesso quasi al 100 per cento la distribuzione dell’acqua calda e del riscaldamento a Mosca e nella Regione circostante   -  (“Kommersant” del 15.8; pag.9; “Kompanija” № 30, pag.6, ed “Ekspert” № 33, pag.6-7); 

   tra gennaio e luglio in seguito al calo di  vendite la quota del mercato automobilistico controllata dalla societa` Renault- Nissan- “Avtovaz” e` diminuita dello 0,6%, al 29,8 per cento; in luglio le vendite dell’”Avtovaz” sono diminuite del 20,3%, rispetto allo stesso mese del 2012, ma il 13 agosto il prezzo delle sue azioni ordinarie alla Borsa di Mosca e` aumentato del 12,4%  – (“Kompanija” № 29 del 12.8, p.6; “Vedomosti” del 12.8, pag.11, e del 14.8, pag.12);

   il gruppo metallurgico “Mecel” di Celjabinsk, “soffocato” da ingenti debiti per $425 mln. e dalla partecipazione ai grandi progetti, ha venduto alla compagnia turca “Yildirim Group” due importanti stabilimenti del settore delle ferroleghe   –   (“Ekspert” № 33, pag.18-19);

    nei primi 6 mesi di quest’anno la “Rosnano” ha subito perdite pari a 1,32 miliardi di rubli; gli utili si aspettano nel prossimo anno, quando la compagnia comincera` ad uscire dai progetti d’investimento   -     (“Kompagnia” № 30, pag.7);

    la “Farmstandart”, leader del mercato farmaceutico, sta per concludere una serie di operazioni finanziarie, mirate a incorporare i suoi principali fornitori: le compagnie “Afofarm” e “Bever Pharma” di Singapore  – (“Ekspert” № 33, pag.30; “Vedomosti” del 20.8; pag.18);

   nel primo semestre la compagnia “Transaero” ha aumentato l’utile netto del 54 per cento, a circa 262  milioni di rubli, cioe` a piu` di 6 milioni di euro    –     (“RBK daily” del 15.8; pag.6, e “Kompanija” № 30 del 19.8, pag.45);

     l’“Alor”, sesta compagnia di brokeraggio (in luglio ha realizzato operazioni nel mercato azionario per un totale di 73 miliardi di rubli), a causa delle difficolta` sempre piu` evidenti nel settore intende licenziare fino al 20 per cento del suo organico, che comprende 160 persone   -    (“Vedomosti” del 19.8; pag.11).

* Nei primi 6 mesi di quest’anno le varie organizzazioni agricole hanno diminuito la produzione di latte fresco del 5,8% e i produttori individuali  del 4,5%, rispetto allo stesso periodo. Intervistato da “Ekspert” (№ 32 del 12.8, p.28-31), Andrej Danilenko, capo dell’Unione nazionale dei produttori di latte, ha sostenuto che “nel settore e` scoppiata gia` la crisi, ma il Ministero dell’agricoltura fa finta di non vederla; noi crediamo che bisogna intraprendere urgentemente una serie di misure e di provvedimenti tesi a cambiare la situazione”.

 

Finanza, fisco, dogana, leggi, settore assicurativo  

 

* “Non prevediamo  sbalzi del corso del cambio del rublo. Si, la dinamica di rafforzamento dell’euro nei confronti del rublo rimarra`, ma cio` non portera` ad alcun cambiamento globale”  -   e` cio` che  prevede il viceministro delle Finanze Serghej Storciak, intervistato con un gruppo di economisti e politici da “RG” (19.8; pag.1 e 3) per valutare di nuovo gli errori delle autorita` russe commessi  in agosto del 1998,  le disastrose conseguenze del “default” tecnico, dichiarato dalla Federazione Russa il 17 agosto di quell’anno, e per confrontare la situazione attuale con quella veramente tragica di 15 anni fa. Infatti, se qualcuno l’avesse gia` dimenticato, il corso del cambio della divisa nazionale in poco tempo sali`  da 6,2 rubli a 20,6 rubli per $1, l’inflazione annua ammontava all’84,4 per cento, migliaia di societa` e aziende fallirono, eccetera.  Insomma, dopo quella la crisi degli anni 2008 – 2009 e` sembrata gia` uno spiacevole “incidente”. Ma in ogni modo,  e` stata - come ha intitolato un suo commento “Izvestia” di oggi (20.8; pag.5) -  “una lezione da non dimenticare”.  A parere del commentatore di “Ekspert” (№ 33 del 19.8, pag.64), “le conseguenze del 1998 sono attuali anche oggi, perche` non si deve basare  la politica economica su un solo aspetto (in quel caso il mantenimento irreale del cambio del rublo per molti mesi – NdR).  Questa politica deve essere sempre razionale; peccato, ma anche oggi molto spesso in Russia  manca proprio la razionalita`”.

    Tale giudizio e` condiviso da “Profil” (№ 30 del 19.8, pag.6 - 8) che ha analizzato alcuni aspetti del “crollo attuale” del rublo: dall’inizio dell’anno esso si e` indebolito nei confronti del dollaro piu` del 10 per cento.  Il settimanale sostiene che questo avviene con la tolleranza non molto chiara del governo  e della Banca centrale; inoltre fa notare che nonostante la diminuzione della tensione nel mercato valutario - dopo alcune misure intraprese dalla Banca centrale e l’inizio dei pagamenti tributari di societa` e imprese russe – molta gente e` ancora preoccupata per la stabilita` della valuta nazionale.

* “RBK daily” (15.8; pag.6) ha pubblicato l’analisi dei rischi per la sicurezza d’informazione  delle banche nazionali. Si rileva che soltanto il 26% degli istituti finanziari di credito effettua regolarmente la valutazione di questi crisi. Gli stessi banchieri, compresi quelli intervistati dal quotidiano, tra i principali ostacoli dello sviluppo del settore della sicurezza annoverano la “pressione delle normative”, l’insufficienza di appositi finanziamenti e la mancanza di specialisti.

     L’Agenzia internazionale “Fitch” ha annullato il rating sovrano della “Rosselkosbank” (e` la banca commerciale per il settore agroindustriale; l’azionista di riferimento e` l’Agenzia per i beni federali; lo scorso anno i suoi attivi sono ammontati a 1 429 mld.di rubli, cioe` piu` di 30 mld.di euro; il capitale - a 198 miliardi di rubli e l’utile netto – a 144 milioni). La causa principale e` che un quarto del portafoglio dei crediti della banca “e` compromesso e garantito dalle riserve solo per il 33 per cento”.  “Vedomosti” (16.8; pag.14) nel descrivere la situazione e i “guai” della Banca riferisce che l’istituto “e` sicuro di ricevere un sostegno da parte dello Stato”. 

      Il settimanale “Kompanija” (№ 30 del 19.8; pag.4) ha dato rilievo al fatto che tra gennaio e giugno la banca statale “VTB-24” ha aumentato i compensi ai membri del CdA di circa 6 volte: nove persone, compreso il presidente, hanno ricevuto piu` di 1,5 miliardi di rubli: circa 150 milioni  ciascuno. E` avvenuto nel semestre in cui l’utile netto della banca e` diminuito del 38%, rispetto al medesimo periodo dello scorso anno. Tre anni dopo l’approvazione della strategia del gruppo VTB nessun obiettivo importante e` stato raggiunto. 

* La Corte dei conti  durante il controllo delle commesse statali superiori al miliardo di rubli ha stabilito che tra luglio del 2011 e la fine del 2012 il loro totale e` ammontato a 1 500 miliardi. Gli auditor della Corte hanno evidenziato che piu` del 75% delle commesse e` stato collocato senza svolgere le gare d’appalto e le aste elettroniche:  e` stato realizzato usando l’accordo coll’unico fornitore     -    (“Vedomosti” del 16.8; pag.4).     Nell’edizione del 14 agosto lo stesso giornale (pag.4) ha rilevato che il numero dei dicasteri responsabili per lo svilippo della concorrenza nel Paese dopo la delibera  firmata dal premier Dmitrij Medvedev e` aumentato fino a 14: adesso quasi tutti i ministeri e le Agenzie federali si occuperanno del problema.

* “Profil” (№ 30 del 19.8, pag.32-37) nell’analizzare l’attuale situazione del mercato dell’assicurazione degli immobili situati fuori dalle citta` ha constatato che vengono assicurate solo le case molto costose oppure quelle di poco pregio.

* Il commercio illegale dei prodotti di tabacco in Russia non supera  il 2% del mercato, ma  lo scorso anno ammontava a meno dell’1%. A parere dell’esperto internazionale Daniel Vitt intervistato da “RG” (15.8; pag.4), il suddetto aumento presenta  per le autorita` russe il motivo per rivedere l’ulteriore sviluppo della strategia dell’accisa.  Infatti, attualmente in Russia le accise per gli alcoolici, le sigarette e alcuni altri oggetti di consumo di massa aumentano con  ritmi maggiori di tutto il mondo.

* Infine, senza aspettare la rubrica “Russia–Italia”, segnalo un’approfondita conversazione di “Itoghi” (№ 33 del 19.8, pag.24 - 27) con Paolo Merloni, presidente del CdA della societa` “Ariston Thermo, presentato ai lettori come “una persona che sa come accoppiare l’attivita` imprenditoriale con la politica senza danneggiare ne` l’una ne` l’altra” .

 

Cari lettrici e lettori, grazie per l’attenzione.

Distinti e cordiali saluti.

 

 

A cura di Valerij Shvetsov (con la collaborazione di Canzio Cavallini)

e-mail: valerio.m@unimpresa.ru

Telefoni: ufficio +7 (495) 411-79-48 (int. 3413); cell: +7 (916) 531-04-45

www.confindustriarussia.it


 Associazione Conoscere Eurasia - Via dell'Artigliere, 11 37129 Verona Italia - C.F. 93197240232 - P.IVA 03739750234 T: +39 0458020904 F: +39 0459299924 M: info@conoscereeurasia.it