Rassegna della Stampa Russa - 21.02.2017

 

 

Eventi, problematiche e dati statistici generali 

   Giovedì (16.02) il Consiglio della Gosduma (la Camera bassa del Parlamento) ha deciso di accettare l’invito del Presidente dell’Assemblea parlamentare del Consiglio europeo Pedro Agramunt e di inviare una delegazione parlamentare alla riunione del Comitato permanente della PACE, fissata per il prossimo 10 Marzo a Madrid. La delegazione della FR sarà composta dai rappresentanti di ambedue le Camere dell’Assemblea federale. Nella riunione la delegazione richiederà il ripristino di tutti i suoi diritti e modifiche al regolamento mirate a difendere le delegazioni nazionali – (Vedomosti del 17 Febbraio, pag.3).
 
   Alla vigilia della Festa nazionale del difensore della Patria (23 Febbraio) il quotidiano del governo Rossijskaja gazeta (RG) del 20.2, pag.1 e 9, ha pubblicato un’approfondita conversazione con Vladimir Koroljov, comandante in capo della Marina militare russa. L’ammiraglio ha illustrato l’attuale situazione e il processo di riequipaggiamento tecnico dell’arma. Una buona parte della conversazione è stata dedicata al bilancio delle recenti azioni di un gruppo di navi e aerei russi vicino alle coste della Siria.
 
   Fra due anni la società tedesca Daimler AG e il gruppo KamAZ costruiranno nel parco industriale Esipovo della Regione di Mosca un nuovo stabilimento che produrrà 25-30 mila automobili Mercedes all’anno. Il preventivo degli investimenti si aggira sui 300 mln di euro. Gli esperti dell’industria automobilistica hanno messo in risalto il fatto che per la prima volta nell’ultimo decennio un grande gruppo industriale occidentale collocherà un suo stabilimento in Russia – (RG del 16.2, pag.6, e il settimanale Profil № 6 del 20.2, pag.38).
 
   Intervistato da RG (16.2, pag.1 e 7), il generale Viktor Nilov, capo della polizia stradale russa, ha rivelato che nel 2016 il quantitavo di incidenti stradali è diminuito del 5,6% rispetto all’anno precedente, a 173.694. Il numero delle vittime è diminuito di oltre il 12%, a 20.308 persone (23.114 persone nel 2015), compresi 1.024 pedoni. In tal modo, ha notato Viktor Nilov, il calo delle vittime causate dagli incidenti stradali continua costantemente da alcuni anni.
 
   Nei primi 9 mesi dello scorso anno, per la prima volta dal 2014, è aumentato il numero totale dei turisti russi recatisi all’estero. Tra le mete preferite hanno figurato la Tunisia, Cipro, la Grecia e la Cina (+31% su base annua). Uno dei principali fattori di questo aumento è il miglioramento dei cambi valutari. Poco tempo fa il governo russo ha deciso di prorogare fino al 2025 il programma statale finalizzato allo sviluppo del turismo interno e di quello estero, precedentemente limitato al 2018. L’Agenzia Rosturism ha dichiarato che sarà approvato un nuovo programma nel 2018 che prevederà un sostegno statale, in totale di circa 30 mld di rubli, solamente ai cluster turistici prioritari.
 
Il centro nazionale di marketing Visit Russia (si occupa di far conoscere agli stranieri i posti più belli della Federazione Russa) ha riferito che i turisti stranieri spendono in Russia circa $12 mld all’anno. Le spese dei turisti russi nei Paesi ospitanti aumentano dall’Ottobre scorso; a Gennaio hanno superato del 32% le spese dello stesso mese del 2016 e hanno raggiunto il livello del 2014 – (Expert № 8, pag.4, Kommersant (Kom-t), pp.1 e 10, e Profil № 6, pag.39, del 20 Febbraio; Vedomosti, pag. 19, di oggi 21 Febbraio).
 
   Serghej Kirienko, primo vice del capo dell’amministrazione presidenziale, ha trasferito tutto il bonus monetario ricevuto dopo le sue dimissioni da capo dell’Agenzia federale Rosatom al “Fondo di sostegno e sviluppo delle ricerche nell’oncologia e immunologia pediatrica”. Kirienko, presidente del consiglio dei tutori del fondo summenzionato, si è detto convinto che in 5-7 anni il fondo raccoglierà 4 mld di rubli necessari per ampliare i lavori e le ricerche dei medici e per contribuire ad una notevole diminuzione della mortalità infantile – (Expert № 8, pag.5).  
 

Economia, settori e mercati, grandi aziende e Pmi 

   Nell’analizzare la recente sostituzione di un gruppo di governatori regionali Expert № 8 del 20.2, pag.11-19, ha evidenziato, in particolare, un avvicendamento di vari modelli di gestione settoriale e regionale, rilevando che è un aspetto caratteristico della vita politica ed economica prima in URSS e attualmente in Russia. Da questo punto di vista, a parere degli analisti, “gli ex governatori di vecchio stampo sono stati sostituiti da giovani tecnocrati. È probabile che lo scopo della sostituzione sia stato quello di creare legami tecnologici nell’industria e aumentare gli investimenti nelle regioni”. Queste conclusioni del settimanale sono confermate da numerosi dati, grafici e indici della produzione e dell’occupazione nei territori dove hanno cominciano a lavorare i neonominati.
 
  Molti giornali (v. ad esempio RG del 20.2, pag.2) hanno riferito che l’agenzia Moody’s Investors Service ha migliorato la sua previsione relativa al rating sovrano della Russia, da “negativo” a “stabile”. Inoltre l’agenzia ha confermato il rating delle obbligazioni statali della FR al livello molto basso BA1. I giornali hanno notato che la previsione è stata migliorata dopo l’approvazione di una strategia finalizzata a diminuire la dipendenza della Russia dai redditi provenienti dall’industria del petrolio e del gas.
 
  Mentre il Ministero dello Sviluppo Economico sta per preparare un piano teso ad accelerare i ritmi di crescita dell’economia fino a quelli superiori ai tassi medi mondiali, le 4 grandi organizzazioni dell’imprenditoria russa (RSPP, Camera di Commercio e dell’Industria, “Russia d’affari” ed “Opora della Russia”) hanno inviato al premier Dmitrij Medvedev una lettera con 25 proposte su come raggiungere la meta impostata dal Capo dello Stato. Nel documento sono state formulate 25 direttrici prioritarie riguardanti tutti i “punti dolenti” della comunità imprenditoriale russa: imposte, dazi, fisco, burocrazia, controlli eccessivi e procedure giudiziarie e legali – (RBK, pag.1 e 12: il servizio è corredato dai risultati del 2016, Kom-t, pag.2, Vedomosti, Izvestia e alcuni altri quotidiani del 20 Febbraio).
 
  “Attualmente non siamo in grado di indicare ai cittadini l’importo della loro pensione assicurata dallo Stato dopo un’anzianità di lavoro”; “secondo la nostra stima preliminare, nel 2016 il volume delle trasgressioni finanziarie nei Ministeri, Agenzie ed Enti di stato ammonterebbe a circa 956 mld di rubli” – questo è ciò che ha rivelato Tat’jana Golikova, presidente della Corte dei Conti della FR, nell’ampia conversazione con il corrispondente di Expert (№ 8, pag.40-45). Nel rispondere alle domande Golikova ha evidenziato, innanzitutto, che lei è “una seguace della politica di bilancio prudente”, e ha parlato dei casi di inefficienza delle spese statali, delle priorità del Bilancio federale triennale e dell’opportunità di discutere attentamente l’introduzione di una scala progressiva dell’IRPEF.
Agli analisti segnalo altre 2 conversazioni molto informative sui vari problemi della situazione economica in Russia. Boris Titov, difensore civico dell’imprenditoria, intervistato da Vedomosti (14.2, pp.8-9), ha commentato i dati statistici relativi ai controlli “eccessivi” di società e imprese, ha illustrato i principali concetti di un programma dello sviluppo elaborato dal “Club Stolypin” e il futuro del suo “Partito per la crescita” ed ha espresso il suo parere sulla campagna per le elezioni del Capo dello Stato nel 2018. Vjaceslav Bobkov, direttore generale del “Centro di analisi del tenore di vita in Russia”, nell’intervista a RG (16.2, pag.1 e 5) ha rivelato le varie problematiche della “classe media” e di milioni di lavoratori che hanno salari piuttosto bassi. A suo parere, ogni lavoratore con 1-2 figli dovrebbe ricevere, come minimo, 60 mila rubli al mese. Nel 2016 il salario medio nazionale ammontava a 36.000 rubli.
 
   Il Rosstat, in conformità ad alcuni standard internazionali e nazionali, è passato a nuovi tipi di classificatori della tipologia di attività economica e dei prodotti industriali. In relazione a ciò il Servizio statistico ha ricalcolato gli indici mensili e trimestrali della produzione industriale negli anni 2015-2016. È risultato che l’anno scorso la produzione aumentava tutti i mesi, escluso Gennaio, ed è cresciuta dell’1,3% su base annua invece dell’1,1% rivelato precedentemente. Il risultato del 2015 è davvero “formidabile”: dai nuovi dati risulta non un calo annuo del 3,4%, ma un ristagno ad un livello dello 0,8% annuo. In tal modo il Servizio federale ha confermato molte conclusioni tratte da alcuni Centri di ricerca indipendenti che nel 2016 hanno già evidenziato una dinamica positiva di molti settori industriali. A Gennaio di quest’anno, come ha rivelato il Rosstat, la produzione industriale è nuovamente aumentata – (Kom-t del 20.2, pag.2; Expert № 8, pag.80).
 
Una settimana fa l’ufficio di presidenza del Consiglio per l’ammodernamento e lo sviluppo innovativo dell’economia ha approvato un’altra road map Tekhnet che prevede la creazione di produzioni ad alto contenuto tecnologico, ovvero le cosiddette “fabbriche del futuro”. I primi progetti saranno approvati fra qualche mese e per la loro realizzazione il CdM stanzierà oltre 12 mld di rubli. Gli stessi progettisti hanno messo in evidenza che è necessario “superare una notevole dipendenza dall’import delle tecnologie per le “fabbriche del futuro”, rinnovare i macchinari e gli impianti ed aumentare l’utilizzo di robot” – RG e Kom-t, pagine 2, del 15.2. RBK nell’edizione dello stesso giorno ha riferito (pag.1 e 9) che la holding Mail.Ru Group è pronta a lanciare la nuova piattaforma Tarantool sul mercato dell’Industrial Internet of things. I ricercatori sostengono che lo sviluppo di una tecnologia nuova in tutto il mondo “consentirà all’economia globale di ricavare circa $15 trilioni in 20 anni”.
 
Negli ultimi giorni la stampa ha prestato maggiore attenzione ai seguenti settori e mercati:
 
- l’industria dell’energia elettrica: il governo e le compagnie produttrici di elettricità discutono un aumento della produzione, compreso il “fotovoltaico in casa”, ovvero l’installazione sui tetti e nei cortili delle case private di impianti (pannelli solari, ecc) per l’energia rinnovabile (fino a 15kW); l’utilizzo insufficiente dei gruppi elettrogeni messi in funzione alcuni anni fa – (Komt del 16 e del 20 Febbraio, pagine 7; Expert № 8, pag.50-51; Vedomosti del 17.2, pag.10, e di oggi 21.2, pag.7);
 
- l’aeronautica civile: le previsioni contraddittorie sulla dinamica del trasporto dei passeggeri nel 2017; i piani di ammodernare e produrre l’aereo Il-96-400M con lunga autonomia di volo per circa 400 persone: dal 1987 sono stati costruiti solamente 28 velivoli di questo tipo, nonostante l’alto giudizio espresso da molti esperti e piloti – (Vedomosti del 17.2, pag.13; Kom-t del 14.2, pp.7 e 9, e il settimanale Kompanija № 6 del 20.2, pag.6);
 
- l’industria petrolifera: buoni risultati produttivi e finanziari della società Rosneft nell’anno scorso; la cooperazione non sempre reciprocamente vantaggiosa tra le grandi società statali e le compagnie indipendenti – (RG, pag.4, e Nezavisimaja gazeta, pag.4, del 16 Febbraio; Expert № 8 del 20.2, pag.26-29, e Kompanija № 6 del 20.2, pag.38- 41);
 
- la telefonia mobile: gli utenti hanno aumentato la durata dell’uso dei cellulari a causa dell’aumento dei costi – (Kom-t del 20.2, pag.10);
 
- l’edilizia e il mercato immobiliare: il mercato comincia ad adattarsi alle nuove condizioni: una concorrenza più serrata, la diminuzione della domanda per le nuove abitazioni, l’aumento delle aziende edili fallite, la mancanza di crediti ipotecari statali. La GosDuma ha approvato la legge sulla proroga illimitata della privatizzazione gratuita degli appartamenti – (Kom-t del 30.1 e del 16.2, pagine 7; il supplemento di 8 pag. Casa a Kom-t del 16.2; l’inserto settoriale di Expert № 8 del 20.2, pag.71-75; il supplemento di 8 pagine Beni immobiliari a Vedomosti di oggi 21.2; RBK, p.8, e Profil № 5, pag.8-14, del 13 Febbraio);
 
- la protezione dell’Ambiente: i problemi delle discariche; le leggi cambiano negli interessi del business – (Izvestia, pag. 6, e Vedomosti, p.5, del 14.2; Kompanija № 4 del 6.2, pag.16-21);
 
- il mercato dell’abbigliamento e delle calzature di moda: l’anno scorso è aumentato dell’1% e il suo volume ha raggiunto 2.300 mld di rubli; nel 2015 è calato del 9% sul 2015, a 2.270 mld di rubli – (Kom-t di oggi 21.2, pag.7 e 10);
 
- il mercato del libro: è in una fase di ristagno: negli ultimi 5 anni il giro d’affari è diminuito del 12%: da circa 81 mld di rubli nel 2011 a 71 mld nell’anno scorso; gli azionisti danesi hanno abbandonato la casa editrice “Egmont Russia”; l’uso dei libri elettronici aumenta e i russi sono disposti a pagare il contesto digitalizzato; le case editrici Al’pina e Azbuka attikus hanno sospeso i contatti con il negozio on-line Labirint, a causa delle condizioni troppo rigide di collaborazione nella vendita dei libri – (RBK del 15.2, pag.14-15; Kom-t del 16.2, pag.10; Kompanija № 6 del 20.2, pag.49; Kom-t di oggi 21.2, pag. 1 e 10).  
 

Finanza, fisco, dogana, leggi, settore assicurativo 

   I giornali hanno ampiamente riferito su una riunione del “blocco economico” del CdM presieduta da Vladimir Putin e dedicata al bilancio economico del 2016. I convenuti hanno tratto la conclusione che “il rafforzamento del rublo ha un carattere stagionale, sarà breve e non è legato a fattori fondamentali”. Hanno previsto una stabilizzazione del corso del cambio della divisa nazionale, assicurando che vari provvedimenti opportuni saranno presi in caso di necessità. Nella riunione è stato deciso inoltre che la Banca centrale proseguirà la sua politica del corso valutario fluttuante e il Ministero delle Finanze continuerà ad acquistare valuta estera, circa $100 mln al giorno. Il ministro delle Finanze Anton Siluanov ha nuovamente insistito che “l’acquisto della valuta straniera per la riserva federale viene effettuato al fine di indebolire diversi effetti della valuta estera. In caso contrario, cioè senza le nostre operazioni, il rublo potrebbe aumentare il suo valore in manierà più rapida e pericolosa per la stabilità macroeconomica”. Nell’illustrare i frequenti movimenti delle valute negli ultimi tempi alcuni giornali hanno usato i termini “un rublo strano” e “un dollaro paradossale” e non hanno escluso che i numerosi “interventi valutari” possano procurare una “svalutazione inattesa” del rublo – (RG, pag.2 e 5, Expert № 8, pag.4, Kompanija № 6, pag.16-17, e Profil № 6, pag.6, del 20.2; Kom-t, Vedomosti e gli altri giornali di oggi 21 Febbraio).
 
   Mikhail Sakhin, presidente del CdA di Geobank e fondatore della catena “Uffici bancari multifunzionali” ha pubblicato una sua analisi dei cambiamenti fondamentali dei settori bancari in tutto il mondo. Uno di questi è la concorrenza non solo fra banche ma anche fra tutti gli istituti finanziari di credito con alte tecnologie moderne. L’autore è convinto che “la popolazione russa non è ancora pronta a passare completamente ai servizi bancari on-line. Sarà necessario un lungo periodo per cambiare questa situazione”. Tenendo conto di questo aspetto, Mikhail Sakhin ha rivelato nuovamente che la sua catena summenzionata sta per ampliare il numero di uffici nelle province, poiché “le grandi banche prestano bassa importanza alle città con meno di 500 mila abitanti”.
 
   Gli specialisti dell’agenzia internazionale Fitch hanno analizzato l’attuale stato di una trentina di banche russe sanate e “salvate” dalla Banca centrale russa (BCR). Hanno accertato che un risanamento finanziario di 20 banche è costato 500 mld di rubli in più rispetto ad una loro eventuale liquidazione. Le perdite della BCR subite durante i risanamenti sono ammontate a 957 mld di rubli – (Vedomosti del 16.2, pag.11 e 14).
 
In alcune altre pubblicazioni sulla situazione attuale del settore bancario si rileva che a Gennaio “i cittadini russi hanno preferito risparmiare con una diminuzione degli acquisti” e che le banche “riducono i tassi d’interesse sui crediti ipotecari troppo lentamente”. A questo proposto, i giornali hanno messo in rilievo che Sberbank ha stabilito dal 20 Febbraio un tasso d’interesse sui crediti ipotecari pari al 10,9% annuo per il mercato immobiliare primario e pari al 10,75-12,25% annuo per il mercato secondario – (Kom-t del 15.2, pag. 1 e 6; RG, pag.3, e Kom-t, pag.8, del 20 Febbraio).
 
   I settimanali negli ultimi tempi hanno ampiamente trattato:
 
- le nuove regole della difesa dei diritti dei mutuatari – (Profil № 4 del 06.2, pag.38-43);
 
- lo stato attuale del mercato dei microfinanziamenti – (Profil № 5 del 13.2, pag.32-37);
 
- i particolari strani dei mercati azionari regionali – (Kompanija № 6 del 20.2, pag.42-45);
 
- la situazione e le prospettive del mercato delle assicurazioni – (Profil № 6 del 20.2, pp.40-47).
 
   RG, pag.3, e Profil № 6, pag.30-34, del 20 Febbraio hanno pubblicato molte cifre, indici e fattori, come un continuo aumento dei prezzi, dai quali si deduce il perché molte persone annoverate tra la “classe media russa” hanno smesso di comprare alcoolici cari e hanno cominciato ad consumare talvolta bevande forti contraffatte.  
 
 
 Cari lettori, grazie per l'attenzione. 

Cordiali saluti.
A cura di Valerij Shvetsov
e-mail: valerio.m@yandex.ru
Telefono - cell: +7 (916) 531-04-45

 


 Associazione Conoscere Eurasia - Via dell'Artigliere, 11 37129 Verona Italia - C.F. 93197240232 - P.IVA 03739750234 T: +39 0458020904 F: +39 0459299924 M: info@conoscereeurasia.it