Rassegna della Stampa Russa - 21.04.2017

 

 

Eventi, problematiche e dati statistici generali 

   Martedì (18 aprile) i membri dell’Ufficio di presidenza del Consiglio di Stato nella riunione a Novgorod hanno discusso le varie problematiche legate alla difesa dei diritti dei consumatori. Nel suo intervento Vladimir Putin ha messo in rilievo la dinamica del giro d’affari nei settori commerciali: nel 1992 ha costituito poco più di 5 mld di rubli e nel 2013 è ammontato a 2.300 mld. Nel periodo passato i consumatori hanno imparato come difendere al meglio i propri interessi.
Alcuni giornali hanno rivelato che il presidente e i partecipanti alla riunione hanno prestato molta attenzione alla soluzione dei problemi inclusi nell’ordine del giorno e hanno parlato meno della crisi dei consumi in Russia, diventata ultimamente un fattore cronico. La diminuzione dei redditi reali negli ultimi 3 anni ha procurato, senz’altro, effetti negativi sul retail commerciale, su alcuni altri fattori e aspetti della vita nella FR. Per questi motivi il Capo dello Stato ha ribadito la necessità di elaborare una nuova strategia della politica di stato nel commercio al minuto. Ha incaricato la Banca Centrale e gli organi finanziari e fiscali di “liberare il mercato dei servizi finanziari dagli uffici illegali e della truffe, particolarmente numerose nel settore dei microprestiti e delle microfinanze”. Putin ha invitato tutti gli organi responsabili di consolidare le loro azioni al fine di difendere meglio gli interessi di milioni di consumatori – (Rossijskaja gazeta (RG), pag.1-2, Izvestia, pag.2 – link: http://izvestia.ru/news/686969, Nezavisimaja gazeta, pag.1 e 4, Kommersant (Kom-t), pag.1 e 3, del 19.4; nonché Kom-t, pag.9-10, del 20 aprile).
 
   Negli ultimi giorni il Consiglio dei ministri russo ha approvato una serie di modifiche che riguardano gli acquisti statali (saranno controllati soltanto dal Ministero delle Finanze), l’abolizione dei visti per i turisti e imprenditori stranieri che si recano verso le regioni dell’Estremo Est, e la sicurezza negli alberghi. L’esecutivo ha discusso inoltre il progetto “Autostrade sicure e di qualità”: in particolare, quest’anno in 37 città russe saranno costruite e ristrutturate autostrade per una lunghezza totale di 5 mila km; le regioni riceveranno per i relativi lavori 30 mld di rubli – (RG, pag.2 – link: https://rg.ru/2017/04/17/kabmin-utverdil-izmeneniia-v-sferah-goszakupok-i-bezopasnosti-voteliah. html, e Vedomosti, pag.5, del 18.4, e RG, pag.2, del 19 aprile).
 
   Alla fine di maggio il difensore civico dell’imprenditoria russa e straniera operante nella FR Boris Titov presenterà al Capo dello Stato la relazione annuale sui problemi sistemici degli imprenditori (la bassa accessibilità ai crediti, l’aumento delle documentazioni burocratiche, il limite della pressione fiscale non definito, ecc), basata sulle richieste e querele spedite all’ufficio del difensore dalle diverse e numerose regioni russe. Questa relazione comprende molti provvedimenti atti ad eliminare le barriere che ostacolano un ulteriore sviluppo delle attività imprenditoriali – (Kom-t, pag.2, del 18.4 – link: http://www.kommersant.ru/doc/3274536; segnalo inoltre Profil № 14 del 17.04, pag.30-34, e Nezavisimaja gazeta, pag.1 e 3, del 19.4, che hanno commentato i dati statistici aggiornati su un aumento del numero di imprenditori accusati, arrestati e condannati).
 
   Dal recente sondaggio effettuato dal “Centro sociologico Levada” si deduce che il 66% dei partecipanti si è detto convinto che l’adesione della Crimea alla Federazione Russa è stata un avvenimento principalmente positivo. Allo stesso tempo il 55% delle persone intervistate ha considerato “ingiusto” che lo sviluppo della penisola sia finanziato in misura maggiore dal Bilancio federale mentre nel Paese si riducono le risorse finanziarie stanziate per l’istruzione, la sanità, l’indicizzazione dei salari e delle pensioni, ecc – (Vedomosti del 18.4, pag.3),
 
   I programmisti russi ipovedenti hanno creato il primo computer al mondo per ciechi. Un’Antologia fondamentale della poesia russa del 20° e del 21° secolo, che include le opere di 229 poeti scritte in 57 linque, è stata preparata nell’ambito di un programma di sostegno della letteratura dei numerosi popoli ed etnie della Russia. Verso l’autunno e l’inverno prossimi saranno redatte un’antologia della letteratura per l’infanzia e un’antologia delle opere in prosa – (RG del 20.04, pag.1 e 6, e del 19 aprile, pag.9).  
 

Economia 

   Situazione generale:
 
  Mercoledì 19 aprile il premier Dmitrij Medvedev è intervenuto davanti ai parlamentari della GosDuma (la Camera bassa dell’Assemblea federale): ha presentato una relazione del governo sull’attività del CdM nel 2016. Negli ampi servizi e sunti del discorso i giornali hanno rivelato che Medvedev ha assicurato i deputati che “i sintomi e i presupposti di una ristabilizzazione dell’economia sono evidenti e le azioni del governo sono stati efficienti e, in generale, precise”. A parere del capo del governo, attualmente le sanzioni imposte a Mosca e il prezzo del petrolio piuttosto basso non preoccupano l’esecutivo nella stessa misura dell’anno passato; anzi, stimolano le aziende e interi settori. Ha ribadito che l’economia si appoggia su forze e fonti interne. Ha notato che un progresso dell’economia è stato evidenziato dalle agenzie di rating, poco tempo fa hanno cambiato le loro previsioni per l’economia russa da “negativo” a “stabile” e addirittura (S&P) “positivo”. Il premier si è detto convinto che entro la fine di quest’anno “la Russia potrà ritornare nella categoria dei Paesi con un rating d’investimento”, ciò consentirà di prevedere con più sicurezza un afflusso di capitali internazionali. I giornali hanno messo in risalto la parte del discorso in cui Dmitrij Medvedev ha proposto di introdurre un’agevolazione generale per tutte le aziende che investono nel loro ammodernamento: in questo caso l’imposta sull’utile sarà ridotta dal 20% al 5%. Per alcuni settori una parte di questa agevolazione diventerà obbligatoria a scapito della parte federale dell’imposta: circa il 3% sul 20%.
  I quotidiani hanno evidenziato che le domande fatte dai deputati, in totale 22, “sono state molto moderate e quasi uguali per tutte le frazioni”. I leader dei partiti dell’opposizione parlamentare invece sono intervenuti con discorsi abbastanza duri. Serghej Mironov, del partito “Russia Giusta”, ha dichiarato che la sua frazione ha valutato l’attività dell’esecutivo come “non soddisfacente”. Vladimir Zhirinovskij, del partito liberaldemocratico, dopo un intervento molto critico ha chiamato tutti i ministri a “sorridere”, poiché “sono i membri del migliore governo al mondo, del governo del Paese più forte nel mondo”. Un compromesso raggiunto alla vigilia non ha permesso ai comunisti di chiedere in pubblico le dimissioni dal gabinetto di Medvedev – (RG del 19.4, pag.2; Izvestia, pag.2, RG, pag.1 e 3 – link: https://rg.ru/2017/04/19/otchet-dmitriiamedvedeva-pered-gosdumoj-glavnye-zaiavleniia.html, Vedomosti, pag.1-2, 4 e 6, Kommersant, pag.1-2, Metro, pag.6, e molti altri giornali del 20 aprile).
 
  Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) nella sua previsione aggiornata relativa allo sviluppo economico globale ha indicato che quest’anno il Pil mondiale aumenterà del 3,5% su base annua e il Pil russo, “in seguito all’aumento del prezzo del petrolio e di un rafforzamento della domanda interna”, dovrebbe crescere del 1,4% rispetto al 2016. Dunque, il governo russo, ricordando l’incarico di Vladimir Putin, dovrà ora pensare a come raggiungere entro il 2020 una crescita economica non del 3,1% ma del 3,6%, pari all’aumento medio dell’economia mondiale – (Nezavisimaja gazeta, pag. 1 e 4, e Kom-t, pag.2, del 19 aprile).
A questo punto segnalo un’approfondita intervista rilasciata in esclusiva a RG del 19 aprile, pag.6 (link:https://rg.ru/2017/04/18/kristin-lagard-ekonomika-rf-budet-demonstrirovat-tendenciiu-krostu.html) da Christine Odette Lagarde, direttrice esecutiva del FMI. Nel rispondere alle domande del giornale del governo russo la Sig.ra Lagarde ha descritto come attualmente viene assicurata la stabilità finanziaria nel mondo. Inoltre ha espresso il suo parere sul ruolo della Russia nel FMI e ha valutato positivamente le azioni intraprese dalle autorità russe dopo il crollo dei prezzi del petrolio sui mercati mondiali: per Lagarde queste azioni “hanno consentito al Paese di uscire gradualmente da una crisi molto complessa”.
 
  Agli analisti segnalo l’ampia conversazione di Expert (№ 16 del 17.04, pag.22-26) con Aleksej Abramov, capo dell’Agenzia federale per la regolamentazione tecnica e la metrologia (Rosstandart). Il dirigente ha evidenziato la grande differenza tra il Gosstandart nell’Unione Sovietica e la sua struttura “istituita durante il passaggio della Russia da un sistema statale di standardizzazione a quella nazionale”. Il compito dell’Agenzia, ha chiarito Abramov, “è quello di assicurare la possibilità di controllare qualsiasi nuova tecnologia tramite il nostro sistema”.  
 
   Settori, grandi società e PMI:
 
  Gli analisti dell’“Accademia di economia e dei servizi statali” presso il governo hanno effettuato poco tempo fa un’indagine e hanno constatato che il ristagno dei settori industriali rivelato a marzo è continuato anche nella prima metà di aprile. Ciò risulta, in particolare, dalle valutazioni peggiorate della domanda per i prodotti industriali, delle riserve, dei piani di produzione e degli investimenti nell’industria della trasformazione. Tuttavia, secondo gli specialisti, “le aspettative sopravvalutate di un’uscita accelerata dalla crisi stimolano le aziende ad aumentare l’occupazione” – (Kom-t; 20.4, pag.2).
 
  “La politica russa delle esportazioni deve essere piuttosto aggressiva” - ne è convinto Gleb Nikitin, primo viceministro dell’Industria e del Commercio, che ha rilasciato un’ampia intervista a Izvestia (20.04, pag.1 e 6-7: link: http://izvestia.ru/news/687935). Ha riferito che entro l’estate sarà formata la struttura del Centro russo per le esportazioni e il governo dovrebbe approvare le strategie per i diversi segmenti dell’export indicando i loro mercati prioritari. Il viceministro si è detto molto fiducioso nell’avanzamento delle esportazioni, poiché “i vari limiti e le sanzioni degli ultimi due anni hanno “aiutato” ad aumentare il nostro potenziale industriale mentre un indebolimento del rublo ha reso più competitivi molti nostri prodotti”.
  A marzo le vendite di nuove autovetture sono aumentate del 9% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. Le previsioni degli analisti per l’intero anno, però, sono molto divergenti: per alcuni il mercato delle automobili potrebbe crescere del 20% o anche del 65%, ma la maggior parte degli esperti prevede un aumento modesto: +5% – (Expert № 16 del 17.04, pag.4).
I giornali hanno descritto il grado di motorizzazione delle città con una popolazione superiore ad un milione di abitanti: risulta che la media nazionale è di 288 automobili per 1.000 abitanti e che al primo posto, con 334 auto ogni 1000 abitanti, si trova Samara, capoluogo dell’omonima Regione in cui nella città Togliattigrad si trovano gli stabilimenti dell’AvtoVAZ – (RG del 17.4, pag.4 – link: https://rg.ru/2017/04/16/reg-pfo/nazvan-samyj-obespechennyj-legkovymi-mashinami-gorodrossii.html).
  Kommersant ha riferito che il gruppo KamAZ sta trattando l’opportunità di istituire una jointventure con la società cinese Weichai Power per la produzione di motori (19.4, p.11). L’agenzia “Rosavtodor” intende controllare la collocazione della pubblicità outdoor vicino alle autostrade, ma il Servizio Antitrust e il Ministero dello Sviluppo Economico non hanno appoggiato quest’idea (13.4, pag.9). Segnalo inoltre Profil (link:http://www.profile.ru/auto/item/116775-obgon-razreshen № 14 del 17.04, pag.38-42) che ha descritto alcuni fattori di un aumento della vendita degli autoveicoli commerciali in Russia.
 
  Intervistato da Kommersant (17.4, pag.13 – link: http://www.kommersant.ru/doc/3273969), Nikolai Ulanov, titolare della compagnia aerea “Rusline”, ha illustrato lo stato attuale e i problemi del mercato aeronautico regionale. Inoltre ha espresso il suo parere sulle discussioni della necessità di diminuire la concentrazione del mercato aeronautico nazionale, sostenendo i voli regionali al di fuori di Mosca e San Pietroburgo.
 
  La stampa ha prestato ultimamente molta attenzione anche:
- al mercato del leasing (il supplemento di sei pagine a Kommersant del 19.4: si rileva, tra l’altro, che nel 2016, dopo 2 anni di calo, il costo dei beni posseduti dalle compagnie del settore è aumentato del 36%, su base annua, e ha raggiunto 742 mld di rubli);
- al complesso industriale militare (RG, pag.7, e Izvestia, pag.9, nonché RG del 21.4, pag.7, hanno descritto con dovizia di particolari alcune nuove armi, tecniche e sistemi forniti all’esercito, le forze armate e le truppe interne);
- ai considerevoli cambiamenti nel mercato degli uffici di Mosca (Kom-t del 18.4, pag.12);
- allo stato e all’attività delle grandi catene di distribuzione di alimentari (Kom-t del 27.3, p.7 e 10; Vedomosti, pag.11, e Kom-t, p.7, del 28.3; Kom-t del 13.4, pag.12, ed Expert № 16 del 17.04, p.7), nonché al considerevole calo dell’apertura di nuovi centri commerciali in diverse regioni (quest’anno meno di 700 mila metri quadrati: il minimo dell’ultimo decennio). I giornali hanno rivelato alcune nuove tendenze dei consumi dei prodotti non alimentari: risulta, ad esempio, che i russi non risparmiano denaro per acquistare prodotti elettronici e diminuiscono le spese per l’abbigliamento e le calzature. Allo stesso tempo nel Paese sono aumentate le vendite dirette dei prodotti cosmetici e dei profumi – (Izvestia; 12.4, pag.7 – link: http://izvestia.ru/news/679133, e RG; 19.4, pag.11).  
 
   Altre informazioni:
 
- gli scienziati russi in collaborazione con i colleghi cinesi hanno elaborato nuove modalità per la produzione dell’oro che occuperà mezza giornata e permetterà di ridurre il costo della produzione di un’oncia d’oro del 30-40%, a $480 circa – (RG del 18.4, pag.5);
 
- lo scorso anno la Prima compagnia del trasporto ferroviario di merci controllata dal miliardario Vladimir Lisin ha mantenuto la sua leadership tra i 20 maggiori operatori del trasporto ferroviario – (Kom-t del 19.4, pag.11: il servizio è corredato dalla relativa TOP-20);
 
- a febbraio la percentuale dei phablet nel mercato russo degli smartphone è aumentata del 3% e ha raggiunto il 17,1% del suddetto mercato – (Vedomosti del 18.4, pag.16 – link: https://www.vedomosti.ru/technology/articles/2017/04/18/686129-virosli-prodazhi-smartfonovfabletov);
 
- la compagnia Nestlé per la prima volta ha superato Procter & Gamble, occupando il primo posto per il bilancio destinato alla pubblicità – (Kom-t del 19.4, pag.9 e 13);
 
- il Ministero russo della cultura intende cambiare i criteri del sostegno ai film girati da registi locali e ha cominciato una lotta contro i bagarini – (Kom-t del 18.4, p.14, e Vedomosti dell’11 aprile, pag.19 – link:https://www.vedomosti.ru/technology/articles/2017/04/11/685075-minkulturiborotsya-perekupschikami).  
 

Finanza, fisco, dogana, leggi, settore assicurativo 

   Nel riferire ampiamente sul collegio annuale del Ministero delle Finanze tenutosi giovedì (20.04) all’attiva partecipazione del premier Dmitrij Medvedev, molti quotidiani hanno evidenziato che i dirigenti del “superdicastero” intendono liberare il Bilancio dall’attuale dipendenza dai prezzi del petrolio, diminuire la pressione amministrativa sulle aziende “bianche”, elevare l’efficienza del Bilancio federale e creare, finalmente, un sistema finanziario sicuro e trasperante. A parere del titolare del ministero Anton Siluanov, la realizzazione dei suddetti obiettivi costituirà un importante contributo all’accelerazione dell’economia nazionale dopo il suo calo di circa il 3% negli anni 2015-2016. Il capo del governo ha messo in rilievo la cessazione del calo economico nello scorso anno – (RG, pag.2, RBK, pag.1 e 3, link: http://www.kommersant.ru/doc/3276583 Kom-t, pag.2, Vedomosti, Izvestia e gli altri quotidiani del 21 aprile).
 
   Andrej Klepach, vicegovernatore di Vnesheconombank (VEB), ha reso note le sue previsioni aggiornate per l’anno in corso. A suo parere, l’inflazione si fermerà ad un livello del 3,5-3,6% annuo, il petrolio costerà non meno di $50 al barile e il rublo sarà forte: 57-58 rubli per 1 dollaro statunitense. Nel commentare queste previsioni “Izvestia” (19.4, pag.6) ha notato che sono “più ottimistiche rispetto a quelle dichiarate pochi giorni fa dal ministro dello Sviluppo Economico Maksim Oreshkin”. Il giornale ha citato inoltre alcuni altri economisti e specialisti famosi, le cui previsioni sono vicine a quelle illustrate da Klepach.
 
   A marzo, ha comunicato la Banca Centrale della FR, gli stranieri hanno investito un importo record, 159 mld di rubli, nei titoli di stato russi. Nello stesso mese gli investitori russi hanno continuato la loro principale attività: l’acquisto di divise estere – (Vedomosti del 20.4, pag.15).
 
   Agli specialisti sarà utile una breve analisi di Izvestia (20.4, pag.1 e 6 – link: https://izvestia.ru/news/687923) relativa alla situazione attuale e alle prospettive del mercato dell’assicurazione RC auto volontaria. La previsione degli esperti intervistati è assai “amara”: entro la fine dell’anno sul mercato lavoreranno solamente 100 operatori.
 
   Infine segnalo due ampie e approfondite pubblicazioni dedicate agli auditor russi (RG del 19.4, le intere pagine 14 e 15) e alle tendenze della prassi dei tribunali di arbitraggio, nei quali le procedure di bancarotta sono divenute, secondo gli esperti, “molto penose ed inutili, poiché i creditori riescono a ricevere nei casi migliori soltanto il 3% dei debiti” (Kommersant del 20 aprile, l’intera pagina 13 – link: http://www.kommersant.ru/doc/3275951).
 
   Leonid Mikhel’son ($18,4 mld), Aleksej Mordashov ($17,5 mld) e Vladimir Lisin ($16,1 mld) – questi sono i 3 imprenditori russi più ricchi, secondo la rivista Forbes. Molti giornali hanno rivelato a questo proposito che i redditi degli imprenditori inclusi nella TOP-200 sono aumentati di parecchie volte (il più povero Mikhail Shelkov ha un patrimonio stimato in $500 mln) nonostante la crisi che continua da oltre due anni – (RG, pag.5, Metro, pag.3, e molti altri quotidiani del 21 aprile).  
 

Regioni e Territori della Federazione Russa 

  Nell’edizione di oggi riassumiamo le pubblicazioni più interessanti sullo sviluppo sociale ed economico e su diversi aspetti della vita della capitale russa, Mosca.
 
   Serghej Sobjanin, sindaco di Mosca, per il suo tradizionale “Incontro con i moscoviti” del 13.04, popolare trasmissione del canale televisivo TVZ, ha ricevuto oltre 5 mila domande. La maggior parte dei quesiti ha riguardato vari aspetti economici, giuridici e personali del programma di rinnovamento del fondo delle abitazioni, costituito da case in blocchi prefabbricati di cemento costruite nell’URSS dalla seconda metà degli anni '50 fino al 1972. Sobjanin ha concordato con Vladimir Putin la realizzazione del suddetto programma alla fine di febbraio e già a marzo il governo di Mosca ha presentato un relativo ddl alla GosDuma. Attualmente Sobjanin e il suo esecutivo stanno svolgendo numerose consultazioni con la popolazione e hanno iniziato i preparativi concreti all’attuazione di questo programma ambizioso e complesso.
 
  Il programma prevede il trasferimento di circa 1,6 mln di persone in case nuove o in abitazioni provvisorie, la successiva demolizione di circa 8 mila case in varie zone per una superficie complessiva di circa 25 mln di metri quadrati, la riqualificazione dei territori liberati e il probabile ritorno di migliaia di famiglie nelle case nuove. Il preventivo è stimato in 3.500 mld di rubli, che corrispondono al totale dei redditi della capitale in 2 anni.
Giovedì (20 aprile) la GosDuma ha approvato in prima lettura la bozza della legge sul programma di rinnovamento che prevede ampi poteri e libertà del governo locale nella sua realizzazione. Alcuni esperti hanno previsto che la seconda lettura potrebbe essere più difficile della prima – (Kompanija № 9 del 13.3, pag.42-45; Kommersant del 23.3, p.1 e 4: l’intervista a Marat Khusnulin, capo del complesso costruzioni di Mosca; RG del 7.4, pag.1 e 3: l’intervista a Serghej Kuznetsov, architetto capo di Mosca – link: https://rg.ru/2017/04/06/reg-cfo/stalinskie-piatietazhki-nepopadut-pod-snos-v-moskve.html; Kom-t del 13.4, pag.5; Vedomosti del 18.4, pag.2 e 10; Metro del 19.4, pag.4; nonché - link: http://www.rbc.ru/newspaper/2017/04/21/58f880269a79476f38042559 RBK, pag.2-3, RG, pag.6 e 10, Kom-t, pag. 5, Metro, p.2, e molti altri quotidiani del 21 aprile).
 
   Tra le altre problematiche attuali della città di Mosca descritte dalla stampa si segnalano:
 
- la realizzazione del programma di abbellimento della capitale “Mia via” – (Profil № 10 del 20.3, pag.42-47, e del 17.04, pag.52-53; RG del 13.4, pag.9: l’intervista a Serghej Kuznetsov; Metro del 21.4, pag.6);
 
- le nuove regole dell’uso dei terreni e delle costruzioni a Mosca – (RG, pag.10, la conversazione con Juliana Knjazhevskaja – link: https://rg.ru/2017/03/29/reg-cfo/v-moskve-pravilazemlepolzovaniia-pomogut-sohranit-zhilye-kvartaly.html, e Kom-t, pag.4, del 29.3);
 
- lo sviluppo dei complessi industriali, della metropolitana e del trasporto pubblico nella città in cui “gli investimenti di un anno hanno superato 1.700 mld di rubli” – (RG del 10.4, pag.10, del 13.3, pag.5, e del 20.4, pag.10, Metro, Mosca Sera e alcuni altri quotidiani);
 
- la costruzione del parco Zarjad’e nelle vicinanze della Piazza rossa – (Metro dell’11 aprile, pag.6-7).
 
  Le pubblicazioni dedicate a molte altre Regioni verranno riassunte in questa rubbrica fra una settimana, venerdì 28 aprile.  
 
 
 Cari lettori, grazie per l'attenzione. 

Cordiali saluti.
A cura di Valerij Shvetsov
e-mail: valerio.m@yandex.ru
Telefono - cell: +7 (916) 531-04-45

 


 Associazione Conoscere Eurasia - Via dell'Artigliere, 11 37129 Verona Italia - C.F. 93197240232 - P.IVA 03739750234 T: +39 0458020904 F: +39 0459299924 M: info@conoscereeurasia.it