Rassegna della Stampa Russa - 24.04.2018

 

 

Eventi, problematiche e dati statistici generali 

•  Parlamentari, imprenditori, dirigenti di alcune istituzioni, impiegati dell’apparato governativo ed esperti hanno approfonditamente discusso un progetto di legge elaborato nella GosDuma (la Camera bassa dell’Assemblea federale) con l’obiettivo di rispondere alle azioni ostili degli USA e di alcuni altri Paesi nei confronti della Russia. Il documento consentirà al governo di realizzare, dopo la relativa decisione del Capo dello Stato, 16 diverse “misure di risposta”. Questo progetto di legge sarà ulteriormente precisato e rielaborato da un apposito gruppo di lavoro. Si prevede che la sua prima lettura si terrà martedì 15 maggio e che la Gosduma potrebbe ampliare i poteri del CdM relativi alla definizione e alla realizzazione di controsanzioni. Il Ministro delle Finanze Anton Siluanov ha comunicato che una struttura speciale sarà creata presso uno dei Ministeri federali al fine di “coordinare l’interazione di alcuni dicasteri e servizi federali con le compagnie sottoposte alle sanzioni straniere e di sostenerle” – (Rossijskaja gazeta, pag.2 e 3, RBK, pag.7, ed Expert № 17-19, pag.9, del 23 aprile; Vedomosti di oggi 24.04, pag.7).
 
•   Il premier Dmitrij Medvedev ha approvato (23.04) un piano di miglioramento dell’efficienza energetica. La sua realizzazione - secondo le intenzioni del governo - permetterà di aumentare l’indice del 12% entro il 2025 e del 23% entro il 2030 – (RG, pag.2, e Kommersant (Kom-t), pag.2 – link, del 24 aprile.
 
•   Oltre 55 mila ufficiali e soldati e 1.200 aerei, carri armati, missili, cannoni e altre unità della tecnica militare saranno impiegati durante le parate militari che avranno luogo mercoledì 9 maggio in occasione della vittoria nella guerra contro gli invasori nazifascisti (1941-1945) a Mosca e in altre 28 città della Federazione Russa. Il Ministro della Difesa Serghej Shojgu ha dichiarato che alla parata di Mosca parteciperanno oltre 13 mila soldati, 75 aerei ed elicotteri, compresi due caccia della 5a generezione SU-57, e 159 campioni di tecnica militare. Il Collegio del Ministero ha discusso anche varie questioni legate alla preparazione del Forum Internazionale tecnico “Armata- 2018” che si terrà dal 21 al 26 agosto a Mosca e in diverse parti della Russia e al quale prenderanno parte oltre 1.500 aziende e imprese industriali – (RG; 23.4, pag.3).
 
•   I redditi reali della popolazione russa sono aumentati del 4,3% a febbraio e del 4,1% a marzo, rispetto agli stessi mesi dell’anno scorso. Nel primo trimestre hanno avuto un aumento pari solamente allo 0,9% su base annuale. Durante questo periodo gli stipendi reali sono cresciuti del 9,5%. Lo scorso anno i redditi reali sono diminuiti dell’1,7% per il quarto anno consecutivo. Quest’anno, secondo una previsione aggiornata del Ministero dello Sviluppo Economico, i redditi reali aumenteranno del 3,8% – (Kommersant del 16.04, pag.2: la rubrica Monitoraggio: link, e Vedomosti del 19.04, pag.4).
 
•   Durante un recente sondaggio i sociologi del “Centro Levada” hanno accertato che la televisione resta la principale fonte d’informazione per l’85% dei russi. Il 71% degli intervistati segue regolarmente i telegiornali e oltre il 50% si fida delle notizie trasmesse. Il 27% dei russi si informa tramite internet e il 21% riceve le informazioni dai diversi social network. La radio è ancora più popolare della stampa periodica: 15% di gradimento contro il 13% – (Kom-t del 18.04, p.3).
 
•   Oggi a Mosca è stata aperta la navigazione fluviale estiva. Quest’anno per la prima volta saranno usati nuovi modelli di navi “cabriolet”. Il prossimo 12 maggio sarà organizzata la cosiddetta “Parata delle navi” – (Metro, p.4 – link, RG, p.10, Izvestia e gli altri quotidiani del 24.4)  
 

Economia 

* Situazione generale: 

  I giornali continuano ad analizzare le conseguenze delle sanzioni contro la FR annunciate dalle autorità statunitensi e le misure finalizzate a sostenere le società russe danneggiate. A parere degli specialisti della Banca Centrale russa (BCR), la svalutazione del rublo in seguito alle sanzioni avrà un effetto minimo sull’inflazione: lo 0,05%- 0,1% durante i prossimi 6 mesi. Tuttavia, questo effetto aumenterà allo 0,5% in più il tasso medio d’interesse della BCR e il costo delle risorse finanziarie. Gli specialisti prevedono conseguenze più gravi nel secondo semestre, “quando un insieme di fattori esterni ed interni potrebbe rendere la situazione attuale più fragile”. Secondo il Ministro delle Finanze Siluanov, attualmente il governo è in grado di soddisfare la richiesta aumentata della liquidità pari a 100 mld di rubli, ma “soltanto come un anticipo finanziario”. Anche le Agenzie internazionali Moody’s e Fitch hanno sostenuto che il “sistema bancario russo è in grado di affrontare le conseguenze negative delle sanzioni occidentali” – (Kom-t del 20.04, pag.2; Nezavisimaja gazeta del 23.04, pag.8, Profil № 15 del 23.04, p.6, ecc).
 
  Il settimanale Expert (№ 17-19 del 23.04, p.4: link) ha rivelato che la società Maersk, maggiore operatore mondiale del trasporto marittimo in container, con base in Danimarca, nel 2016 ha firmato con Rusal (“Alluminio russo”) un accordo di collaborazione a lungo termine. Adesso che Rusal figura tra le società sottoposte alle sanzioni americane l’operatore ha negato un’ulteriore cooperazione. Molte società russe prevedono delle “brutte notizie” da altri operatori del commercio marittimo e dai titolari delle compagnie di navigazione. I giornali hanno messo in evidenza i tentativi delle autorità americane e occidentali di ostacolare l’ulteriore integrazione dei Paesi appartenenti all’Unione Economica Eurasica e colpire alcune delle maggiori società russe leader di molti settori economici, come, ad esempio, il gruppo “Renova” del miliardario Viktor Veksel’berg – (Nezavisimaja gazeta, pag.11, e RBK, pag.1, 8-10, del 23 aprile; Vedomosti di oggi 24.04, pag.10). Nelle analisi di questa complessa situazione molti giornali hanno “consigliato” al governo e all’amministrazione presidenziale “di calcolare meticolosamente tutte le conseguenze della “risposta assimetrica alle recenti sanzioni degli USA” – (Profil № 15 del 23 aprile, pag.18-20 - link).
 
  L’“Istituto Adizes”, compagnia internazionale di consulenza nel campo del management, ha effettuato recentemente un’indagine sulla crescita della statalizzazione dell’economia russa. Il 90% delle aziende e imprese intervistate dai consulenti ha confermato “una continuità di questo processo negli ultimi anni” – (RBK del 23.04, pag.13 – link). È significativo che l’altra compagnia di consulenza KPMG ha accertato alcune intenzioni dei datori di lavoro russi. Hanno programmato di aumentare nel 2018 sia gli organici che gli stipendi dei loro dipendenti non meno del 10% – Kommersant del 16.04, p.2. Lo stesso quotidiano ha diffuso in allegato all’edizione del 18 aprile il supplemento tematico “Piccole e medie imprese” (pag.19-22: link). Dopo la lettura dei suoi servizi diventa chiaro che “qualcosa sta cambiando in Russia”: l’apertura di un’attività avviene più rapidamente, con spese inferiori e ricevere un sostegno statale o imprenditoriale adesso è più facile.  
 

* Settori e mercati: 

  A marzo l’indice della produzione industriale è aumentato dell’1% (su base annuale) e nel primo trimestre dell’1,9%. Nel commentare questi dati del Rosstat il dirigente di un laboratorio della “Scuola Superiore di Economia” Vladimir Bessonov ha detto al corrispondente del settimanale Expert (№ 17-19 del 23.04, p.88): “I risultati del mese di marzo e il bilancio aggiornato del periodo precedente confermano il trend di crescita della produzione industriale formatosi all’inizio dell’inverno passato. Con questo siamo in grado di dire di aver superato il calo dei settori industriali iniziato alla fine del 2014”. Ad aprile, secondo i ricercatori dell’“Istituto di economia Gajdar”, è incrementato anche “l’indice dell’ottimismo industriale”.
 
  Expert (№ 17-19 del 23.04, pp.65- 77, link) e RBK del 23 aprile nel suo supplemento di 4 pagine hanno ampiamente analizzato e descritto la situazione attuale e i programmi dell’industria forestale e dell’industria della cellulosa. Segnalo ai lettori l’approfondita intervista di Expert a Ivan Valentik, in cui il dirigente dell’Agenzia federale per il settore forestale ha illustrato una nuova strategia di sviluppo e i nuovi principi del settore fino al 2030.
 
  La riforma della società “RAO EES” e i contratti d’investimento obbligatori con una garanzia di rimborso tra 10 anni “hanno dato una forte spinta alla produzione dell’energia elettrica in Russia” – è ciò che si rileva, in particolare, nella ricerca speciale dell’Agenzia russa di rating (АКРА in russo). Infatti, ad esempio la redditività secondo l’EBITDA è aumentata fino al 25%. La concorrenza ha favorito prima di tutto i grandi consumatori industriali. È un paradosso ma proprio i rappresentanti dell’industria non hanno condiviso il parere riportato: secondo loro, “l’industria ha sempre strapagato l’elettricità e adesso aspetta un aumento dei pagamenti nei prossimi tempi” – (Kom-t del 19.04, pag.7 e 9: link).
 
  In occasione della recente fiera internazionale “Petrolio e gas-2018” anche il giornale governativo RG (17.04, pag.5 e 6) ha rivelato che negli ultimi 3 anni la dipendenza del settore dall’import è diminuita dal 60% al 52% e che la sostituzione dell’import procede abbastanza rapidamente ma non in modo regolare in tutti i segmenti. Il quotidiano ha riferito sull’andamento dell’approvvigionamento di gas in tutte le regioni del Paese e ha evidenziato che entro il 2030 il suo livello raggiungerà l’85%. Inoltre RG ha messo in rilievo che il Ministero dell’Energia ha formulato un importante obiettivo: produrre all’anno circa 30 mila autoveicoli con motori a gas.
 
  Agli analisti delle innovazioni e delle nuove tecnologie segnalo il supplemento “Scienza e tecnologie” (pag.A1-A4) diffuso da RG di lunedì 23 aprile, in cui si parla dell’operato e delle novità prodotte dai grandi istituti scientifici (come un supercomputer ricevuto dall’“Istituto di fisica” di Dubna, nella regione di Mosca), e una pubblicazione di RBK (23.04, p.14-15: link) dedicata a 4 imprenditori che hanno progettato e realizzato impianti e attrezzature molto originali.
 
  La scorsa settimana i prezzi d’esportazione del frumento russo sono aumentati di $1-3, a $213-215 per una ton, ovvero al massimo dell’annata agricola 2014-2015. Questo prezzo supera il costo del frumento fornito dalla Francia, dagli USA, ecc. A questo proposito gli esperti hanno notato che “un ulteriore rafforzamento del rublo potrebbe provocare un calo della competitività dei cereali prodotti in Russia” – (Kom-t del 14.04, pag.10).
 
  Il Servizio federale statistico (Rosstat) ha reso noto che nei primi 3 mesi di quest’anno il volume dell’edilizia russa è aumentato del 19,6% su base annuale. In totale sono state consegnate nuove case per una superficie complessiva di oltre 15 mln di metri quadrati. Gli specialisti hanno messo in evidenza il ruolo dei volumi record della concessione dei crediti ipotecari. La stampa ha rivelato inoltre che nel primo trimestre il volume dei lavori nel segmento delle costruzioni è calato del 10% su base annuale, a soli 465 mld di rubli. A parere di alcuni esperti, il calo è legato all’ultimazione nel 2017 di alcune grandi opere statali – (Vedomosti del 17.04: il supplemento di 8 pagine “I beni immobiliari”; Kom-t del 19.04, pag.2, e il supplemento di 6 pagine “Casa”, pag.13- 18: link; Nezavisimaja gazeta del 23.04, pag.4).
 
  Mikhail Men’, Ministro federale delle costruzioni, nel suo intervento al “Forum Internazionale Economico per gli Investimenti” di Jalta ha guadagnato molti applausi dopo aver dichiarato che il programma “renovazija” (rinnovamento – ristrutturazione immobiliare, ecc) avviato a Mosca potrebbe essere realizzato anche in molte città russe con una popolazione superiore ad 1 mln di persone, perché permette di concentrare gli sforzi di molti operatori per grandi costruzioni di nuove case – (RBK, pag.5, e RG, pag.7, di lunedi 23 aprile). Vedomosti (19.04, pag.14) ha richiamato l’attenzione di lettori ed esperti all’aumento del numero di proprietari di beni immobiliari d’élite che vogliono venderli per partire dalla Russia. A Mosca dal 2014 questo numero è triplicato: da 334 a 1038 persone.
 
  L’Agenzia Kantar TNS ha effettuato un’indagine sul mercato illegale del tabacco e ha accertato che in un anno la percentuale delle sigarette illegali è quasi raddoppiata: è aumentata dal 4,6% al 7,7% del mercato totale – (Kom-t del 20.04, pag.9). Infine agli analisti e agli appassionati del mondo della moda segnalo l’ampia conversazione con Alexandra Kaloshina, fondatrice dello studio di design tessile “Solstudio” che in soli 6 anni è salito ai vertici europei della moda – (Expert № 16 del 16.04, pag.32-38: link), e una rassegna di Vedomosti di oggi (24.04, pag.16): il quotidiano economico russo è preoccupato per le sostituzioni frequenti di molti stilisti di linee maschili presso le grandi “case di moda”.  
 

Finanza, fisco, dogana, leggi, settore assicurativo 

•   Gli analisti del settore finanziario intervistati da RG (24.04, pag.6: link) hanno quasi unanimamente deciso che il prossimo venerdì 27 aprile il Consiglio dei direttori della Banca Centrale della FR non diminuirà il tasso medio d’interesse. L’instabilità dei mercati dopo la recente svalutazione del rublo e il calo dei mercati azionari “obbligherà il Regolatore a frenare il passaggio dall’attuale politica monetaria e creditizia a quella neutrale” – (RG di oggi 24.04, pag.6; Expert № 17-19 del 23.04, pag.6-7).
 
•   Nel descrivere lo stato attuale del settore bancario i giornali hanno riferito che la BCR ha revocato le licenze di altre 2 banche di Mosca – (RG del 23.04, p.3), e che il consiglio di sorveglianza della Vnesheconombank (VEB) ha approvato la fusione delle 2 sue banche “affiliate”, “Globex” e “Svjaz’bank” – (Vedomosti di oggi 24.04, p.4). Nell’edizione di ieri 23 aprile RG (pag.3) ha pubblicato inoltre un sunto dei redditi dei dirigenti della BCR (18 persone) nell’anno scorso: in totale sono ammontati a 575 mln di rubli. Il più ricco con 88,58 mln di rubli è risultato il primo vicegovernatore della BCR Serghej Shvetsov.
 
•   Tenuto conto delle sanzioni americane contro la Russia già annunciate e di quelle che potrebbero ancora arrivare, Expert (№ 17-19 del 23.04, pag.40-44 - link) ha condotto un’approfondita analisi dei “punti deboli” del sistema finanziario russo. Tra questi figurano prima di tutto gli attivi collocati sui conti esteri e la parte delle riserve monetarie e auree espresse in USD.
 
•   Negli ultimi giorni i quotidiani hanno trattato inoltre: l’aumento del ruolo dei notai dall’estate prossima in seguito alle nuove normative del Codice civile – (RG del 16.04. pag.1 e 4: link), e alcuni punti principali della strategia della compagnia “Rosgosstrakh” fino all’anno 2021 che “cambierà considerevolmente la sua attività – (Vedomosti del 24.04, pag.11).
 
•   Infine, dall’ampia intervista a RG (13.04, p.3) di Grigorij Ivliev, dirigente dell’Agenzia “Rospatente”, si deduce una cosa abbastanza...”clamorosa”: al giorno d’oggi per tutte le innovazioni basate sulla tecnologia blockchain in Russia è stato rilasciato soltanto un brevetto. I dipendenti del Sig.Ivliev stanno lavorando su 18 richieste già prese in esame.  
 
 
•  
  Lo scrittore e il redattore del giornale RG Pavel Basinskij nell’edizione del 23 aprile, pag.9, ha riassunto le impressioni personali e di alcuni suoi colleghi, con i quali dal 14 al 21 aprile ha visitato alcune regioni meridionali dell’Italia. È stata la seconda visita degli scrittori russi in Italia: prima hanno visitato la Sicilia. A sua volta un gruppo di scrittori italiani ha fatto un viaggio sulla ferrovia Transsiberiana. L’autore riconosce l’importanza di tali viaggi reciproci dei letterati, tanto più che questo tour è stato legato ai luoghi italiani nei quali un secolo fa visse Maxim Gor’kij. Purtroppo, ha notato l’autore, in Italia, ovvero nè a Capri, nè a Sorrento, ecc., “fino ad oggi non c’e alcun museo dedicato al famoso scrittore russo”.
 
•   Nezavisimaja gazeta di lunedì 23 aprile ha pubblicato (pag. 10) un ampio commento di Nadezhda Arbatova relativo all’attuale situazione politica in Italia. Il politologo ha rilevato che i colloqui e le trattative sulla formazione di un nuovo governo stanno durando oltre 1,5 mesi.
 
•   La stessa Nezavisimaja gazeta (23.04, p.7) e i quotidiani di oggi 24.04 Kommersant, pag.7, e RG, pag.13, hanno ampiamente recensito la versione dell’opera verdiana “Un ballo in maschera” allestita e messa in scena al “Teatro Bol’shoj” da un gruppo di musicisti e artisti italiani, capeggiato dal regista Davide Livermore e dal direttore d’orchestra Giacomo Sagripanti. Dalle recensioni si deduce che alcuni giornali “sono rimasti veramente perplessi”.  
 

Verso i Mondiali di calcio-2018 in Russia 

  Mercoledì 18 aprile la FIFA ha iniziato l’ultima fase delle vendite dei biglietti per le partite del campionato mondiale che avrà luogo in Russia dal 14 giugno al 15 luglio. Già nel primo giorno sono stati venduti 164.000 biglietti: 88.000 sono andati agli spettatori russi, altri 7 mila biglietti sono stati acquistati da appassionati di calcio argentini, messicani, brasiliani e statunitensi. Questa fase durerà fino all’ultimo istante dei mondiali: gli spettatori potranno comprare i biglietti rimasti on-line e presso le casse degli stadi – (RG del 18.04 e del 20.04, pagine 16).
 
  Nelle ultime 2 settimane la stampa ha continuato a presentare le città del Campionato ( Samara, Volgograd, ecc.; in totale sono 11) e gli stadi appena costruiti (a Kaliningrad, a Rostov sul Don) dove si terranno le partite nei gironi eliminatori (RG, Sport Express del 13.04, pag.7, Metro del 12 e del 19 aprile, pag.18). I giornali hanno messo in risalto che durante i Mondiali il Ministero russo dei Trasporti e l’Agenzia Antitrust federale controlleranno i prezzi usati dai trasporti ferroviario e aereo e dal trasporto pubblico in diverse città. È significativo che leggi federali apposite proibiscono alle compagnie di aumentare le tariffe per il trasporto aereo verso le città in cui si svolgeranno le gare.
 
  Senz’altro decine di migliaia di tifosi useranno con piacere il trasporto ferroviario gratuito tra tutte le città assegnate ai Mondiali e il trasporto pubblico gratuito nelle città dove gli spettatori si troveranno per assistere alle partite. Per poter usufruire di questo privilegio, agli spettatori dei Mondiali sarà necessario solamente avere con sè il cosiddetto “passaporto dello spettatore”, ovvero la FAN ID. Dal 12 giugno al 16 luglio saranno organizzati 728 treni supplementari. Già ora sono stati prenotati circa 270 mila posti sui 440.000 posti disponibili. – (Izvestia del 12.04, p.1 e 6; RG del 17.04, pag.15, ecc).
 
  Il Comitato organizzatore a volte deve risolvere problemi quasi straordinari. Gli spettatori ricchi dai Paesi del Medio Oriente e della CSI, nonché dalle regioni russe intendono affittare le ville più care nelle vicinanze di Mosca. I giornali hanno scritto che l’affitto di tali dimore per tutto il mese del campionato può arrivare a costare anche $150 mila – Kommersant del 19.04, pag.7. Lo stesso Kom-t (9.04, pag.1 e 10) e alcuni altri quotidiani hanno riferito su come verranno risolti i problemi del vitto. Il gruppo del ristoratore Arkadij Novikov, le compagnie “Ginza Project” e “Arena foods” di Aleksej Kolobov sono diventati partner del Comitato organizzatore e offriranno i loro menù ai VIP (“ospiti veramente importanti”) del campionato.
 
  Infine citiamo l’intervista rilasciata a RG (9.04, p.11) dal noto allenatore portoghese Andre Villas Boas. Ha vinto il campionato russo di calcio del 2015 con la squadra “Zenit” di San Pietroburgo. Con l’esperienza russa durata circa 3 anni l’allenatore ha previsto che i Mondiali del 2018 saranno organizzati molto bene. “La Russia è un Paese molto ospitale - ha detto Andre -, gli appassionati di calcio devono venire qua, visitare le 11 città nelle quali si svolgeranno la partite, conoscere la gente locale e capire com’è bella la Russia”.  
 
 
 Cari lettori, grazie per l'attenzione. 

Cordiali saluti.
A cura di Valerij Shvetsov
in collaborazione con Anita Mengon
e-mail: valerio.m@yandex.ru
Telefono - cell: +7 (916) 531-04-45

 


 Associazione Conoscere Eurasia - Via dell'Artigliere, 11 37129 Verona Italia - C.F. 93197240232 - P.IVA 03739750234 T: +39 0458020904 F: +39 0459299924 M: info@conoscereeurasia.it