Rassegna della Stampa Russa - 27.06.2017

 

 

Eventi, problematiche e dati statistici generali 

   Giovedì 22 giugno Vladimir Putin ha presieduto al Cremlino una riunione a porte chiuse alla quale hanno partecipato i dirigenti dell’Accademia delle scienze, del Ministero dell’Istruzione e della Scienza, nonché i direttori di alcuni istituti scientifici e di progettazione. Il presidente ha stabilito il principale obiettivo per i prossimi anni: “assicurare un ulteriore sviluppo dei vari ambiti scientifici e aiutare l’economia a diventare il leader della rivoluzione tecnologica in Russia”. I convenuti hanno discusso anche di altri problemi e delle nuove regole per l’elezione del presidium dell’Accademia delle scienze – (Rossijskaja gazeta (RG), pag.2, e Vedomosti, pag.4, del 23.6).
 
   Da una recente indagine del “Centro degli studi sull’opinione pubblica” (VTsIOM) sui compiti sociali prioritari dello Stato si trae la seguente classifica di risposte con le relative percentuali:
 
1 - miglioramento della qualità dei servizi sanitari (54%);
2 - aumento delle pensioni e delle indennità sociali (49%);
3 - costruzione e ristrutturazione delle autostrade (39%);
4 - diminuzione della disoccupazione, che a maggio ha costituito il 5,2% della popolazione attiva pari a 76 mln di persone (31%);
5 - aumento del livello generale dell’istruzione (28%);
6 - lotta al tabagismo (5%) – (RG, pag.4: link: https://rg.ru/2017/06/25/borbu-s-kureniem-nazvali-prioritetnoj-socialnoj-zadachej-5-rossiian.html, e Kommersant (Kom-t), pag.2, del 26.6.).
 
   Venerdì 23 giugno l’Unione Europea ha prorogato le sanzioni economiche e finanziarie contro Mosca. Il motivo è sempre lo stesso: la Russia non avrebbe implementato gli accordi di Minsk. A questo proposito alcuni esperti internazionali e commentatori hanno notato che con il solito “ritornello” Bruxelles “continua a portare la situazione in un vicolo cieco, poiché una parte notevole dei suddetti accordi dovrebbe essere realizzata dall’Ucraina”. A parere degli specialisti russi, la stessa argomentazione dell’UE significa che l’Europa “è disposta a subordinare le sue relazioni con Mosca alla dipendenza della volontà di Kiev”. In questi giorni molti quotidiani hanno riferito che tra gennaio ed aprile le esportazioni russe verso i Paesi europei sono ammontate a $53,8 mld, ovvero il 38% in più rispetto al medesimo periodo dell’anno scorso – (Profil № 24 del 26.6, pag.6, Kommersant del 26.6, pag.6: link: https://www.kommersant.ru/doc/3335903, Izvestia di oggi 27.5, pp. 1 e 6),
 
   Dall’inizio di quest’anno i dipendenti del Servizio doganale federale hanno sottratto alla circolazione illegale oltre 2,5 tonnellate di stupefacenti e circa 1,5 tonnellate di precursori. Lo scorso anno sono stati confiscati oltre 800 chili di sostanze proibite. La Procura generale della FR ha rilevato che un reato su undici è legato al consumo di droga. Secondo il parere dei dirigenti della Dogana centrale, le principali minacce della diffusione di stupefacenti in Russia provengono dall’America Latina, dall’Africa Settentrionale e dall’Asia Centrale – (RG del 23.6, pag.3).
 
   L’ammodernamento dei mercati rionali di Mosca realizzato negli ultimi anni non ha finora aiutato ad attirare un maggior numero di acquirenti. Tra gennaio e aprile di quest’anno il giro d’affari dei suddetti mercati e delle cosiddette “fiere” rionali aperte da venerdì a domenica è diminuito del 15% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, ossia a 138,37 mld di rubli. Nei primi 4 mesi la loro percentuale nella struttura generale del commercio al minuto è calata dal 12% al 9,75%. Attualmente a Mosca si contano 29 mercati rionali che dispongono di 16 mila stand di vendita – (Kommersant del 26.6, pag.1 e 9).  
 

Economia 

   Situazione generale:
 
  Nelle ultime 2 settimane il Servizio statistico federale (Rosstat) ha reso noti molti dati su base annua relativi all’aumento, registratosi a maggio, della produzione industriale (+5,6%), della movimentazione di merci (+9,5%), del commercio al minuto (+0,7%), ecc. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha rivelato che “l’aumento del Pil su base annua è balzato dall’1,7% ad aprile fino al 3,1% a maggio”. Allo stesso tempo molti economisti e analisti hanno evidenziato che da quando alcuni mesi fa il Rosstat è stato subordinato al Ministero Economico i suoi dati sono diventati quasi incomparabili a quelli precedenti. Inoltre molti dati e indicatori sono stati “ricalcolati”, poiché “in precedenza erano stati sottovalutati”. Insomma, gli specialisti hanno messo in evidenza i maggiori contributi all’aumento del Pil da parte dei settori di estrazione e dei trasporti, però desiderano aspettare i dati di giugno per verificare l’ottimismo del Ministero dello Sviluppo Economico. Nel frattempo le loro valutazioni dell’attuale stato dell’economia vanno da “un’illusione della ripresa” ad “un futuro brillante e un presente contraddittorio”, ecc. Gli esperti hanno ragione, perché tra gennaio e maggio il retail commerciale, il principale indicatore del tenore di vita, è diminuito dello 0,8% ed è inferiore del 14% all’indice medio del 2014 – (i settimanali del 26 giugno Profil № 24, pag.7 e 13, ed Expert № 26, pag.4: link: http://expert.ru/expert/2017/26/svetloe-buduschee-i-protivorechivoe-nastoyaschee/, e pag. 64).
A questo punto ci auterà l’intervista di RG all’economista e professore universitario Maksim Buev: gli interlocutori hanno parlato dell’affidabilità dei dati statistici (23.06, pag.9, link: https://rg.ru/2017/06/22/maksim-buev-statistika-eto-poleznyj-instrument-i-opasnoe-oruzhie.html).
 
  Nell’edizione del 23 giugno il giornale del governo RG ha pubblicato anche una conversazione approfondita con Vladimir Mau, noto economista e rettore dell’“Accademia di economia e dei servizi statali” presso il presidente della FR (pag.1 e 4: link: https://rg.ru/2017/06/22/vladimir-mau-pensionnyj-vozrast-sleduet-povyshat.html). La “gamma” delle problematiche discusse è molto ampia: l’aumento dell’età pensionabile in Russia, la digitalizzazione dell’economia, il confronto di numerose strategie di sviluppo calcolate fino al 2025- 2030 e, addirittura, l’estinzione dello Stato prevista da Karl Marx.
  La settimana scorsa, in seguito alle nuove sanzioni americane, alla proroga di quelle europee e al calo dei prezzi del petrolio, il rublo ha perso circa il 4% del suo valore nei confronti del dollaro statunitense. Vedomosti (26.06) ha accertato (pag.4) che un indebolimento della divisa nazionale farà accontentare i ministri, i funzionari dell’apparato statale e, inoltre, i produttori di materiali plastici, calzature e di oggetti di legno. Il giornale ha messo in risalto la dichiarazione dei dirigenti della Banca centrale della FR secondo i quali “tutte le altre aziende necessitano di un rublo forte”.  
 
   Settori, grandi società e PMI:
 
  La rassegna delle pubblicazioni settoriali comincia, come nell’edizione precedente, da quelle dedicate alla realizzazione dei programmi di sostituzione dell’import. Il Fondo per lo sviluppo dell’industria ha approvato 5 progetti in materia per un totale di 3,1 mld di rubli. Dall’inizio dell’attività di quest’organo il totale dei prestiti agevolati ha superato 1.140 mld di rubli.
Alle problematiche legate al lavoro degli imprenditori in questo periodo di sanzioni internazionali e di controsanzioni russe è dedicata l’intervista a Pierpaolo Lodigiani, Console Onorario d’Italia a Krasnodar. La sua attività nel Distretto federale meridionale e in quello del Caucaso Settentrionale ha dimostrato che il business comune degli imprenditori russi ed italiani può aumentare anche in condizioni “non semplici”. Ora varie società italiane cercano di partecipare a molti progetti in fase di realizzazione nelle Repubbliche del Caucaso Settentrionale – (Expert № 26 del 26.6, pag.6-7 e pag.26- 28: link: http://expert.ru/expert/2017/26/importozameschenie-tri-milliarda-na-kassovyie-apparatyi-lekarstva-i-upakovku/; http://expert.ru/south/2017/04/italyantsyi-na-yuge-obyigryivayut-sanktsii/). Anche il settimanale Profil (№ 23 del 19.6, pag.16-19) ha scritto dei vari effetti e delle conseguenze delle sanzioni imposte a Mosca: ne ha parlato Konstantin Averin, direttore generale della holding agroindustriale “Step’” contollata dal gruppo privato AFK “Sistema”, nell’ampia conversazione con il corrispondente di Kommersant (26.6, pag.10: link: https://www.kommersant.ru/doc/3329855).
 
  Dalle varie pubblicazioni sull’attuale stato dell’agricoltura russa si viene a sapere che dal primo luglio dell’anno scorso all’11 giugno di quest’anno la Russia ha esportato 34,312 mln di ton di cereali, ovvero il 2,3% in più su base annua – (Vedomosti del 26.6, p.18).
 
Nel 2016 la produzione di formaggi in Russia ammontava a circa 464 mila ton – (Kom-t del 22.6, pag.9). Expert (№ 26, pag.22-24: link: http://expert.ru/expert/2017/26/agronenaste-2017-za-vse-zaplatit-potrebitel/) in un suo servizio ha riassunto le informazioni provenienti da diverse parti del Paese, spiegando come i produttori agricoli cercano di recuperare le perdite del raccolto primaverile causate dal maltempo in molte regioni.
Segnalo infine Kommersant (23.6, p.2) che ha riportato molti dati sul sostegno ai complessi agroindustriali in diversi Paesi del Mondo, rilevando che in Russia “gli ingenti sussidi al settore provocano un rincaro dei prodotti agroalimentari pari, in media, a circa il 12%”.
 
  Agli esperti dell’industria degli idrocarburi saranno senz’altro utili 2 pubblicazioni di oggi che racchiudono molte informazioni e indicatori sulla situazione attuale e sulle prospettive della produzione di petrolio e di gas. Si tratta dell’articolo di Igor’ Secin, presidente del CdA della compagnia statale Rosneft, che ha approfonditamente illustrato la strategia della grande azienda elaborata per i prossimi 5 anni (Izvestia; 27.6, pag.1 e 5: link: http://iz.ru/611245/igor-sechin/rosneft-2022-strategiia-budushchego), e di un servizio sui piani ambiziosi della società privata NOVATEC che intende diventare il maggiore esportatore di gas al mondo tra 10 anni, superando il Qatar – (RBK; 27.6, pag.10-11).
 
  Molti quotidiani hanno fornito notizie aggiornate riguardanti il settore dell’aeronautica civile. Venerdì 23.06 il premier Dmitrij Medvedev ha ispezionato l’andamento della modernizzazione degli aeroporti di Mosca (RG del 26.6, pag.3: link: https://rg.ru/2017/06/23/reg-cfo/medvedev-zaderzhki-v-rabotah-vedushchihsia-v-aeroportah-k-chm-nedopustimy.html). Quest’anno lo stato investirà oltre 8 mld di rubli nello sviluppo delle infrastrutture dell’aeroporto Domodedovo, e l’aeroporto Sheremet’jevo investirà circa 150 mld di rubli nella realizzazione di vari provvedimenti e interventi, finalizzati all’aumento della sua capacità di transito, da 35 mln di passeggeri a 80 mln entro il 2026 – (Vedomosti del 26.6, pag.10 e 11).
Tra gennaio e maggio le compagnie aeree hanno aumentato il flusso di passeggeri del 22,1%, a 35,8 mln di persone. Aeroflot ha trasportato in questo periodo 12,3 mln di persone – (Kom-t del 27.6, pag.9). Come altre compagnie del settore, Aeroflot è stata costretta ad adottare diverse misure e provvedimenti urgenti (ultimamente ha aumentato l’anticipo di assunzione per i comandanti di volo e per i secondi piloti, rispettivamente fino a 650 e 350 mila rubli) cercando di fermare in questo modo la “fuga” dei piloti russi attirati dagli altissimi salari mensili in Cina e in altri Paesi – (RG del 13.6, p.2; Vedomosti, pag.12, e Kom-t, pag.7, del 14 giugno).
 
  Negli ultimi giorni la stampa ha focalizzato l’attenzione anche su:
 
- la costruzione e la manutenzione delle autostrade federali (la lunghezza complessiva è di oltre 50.000 km), delle strade regionali (500 mila km) e di quelle municipali e locali (930.000 km) – (Nezavisimaja gazeta del 21.6, pag.4: gli investimenti cinesi nell’autostrada Ekaterinburg- Cheljabinsk; nonché Vedomosti, pag.4, e RG, pag.2, del 23 giugno);
 
- la produzione di medicinali (nel primo trimestre è ammontata a 75,3 mld di rubli: Vedomosti del 26.6, pag.11: link: https://www.vedomosti.ru/business/articles/2017/06/26/695911-proizvoditeli-lekarstv-subsidii, Nezavisismaja gazeta del 14.6, p.8; Vedomosti del 19.6, pag.8; RG del 22.6, pag.A1 e A4 del supplemento settoriale;) e il mercato farmaceutico (Izvestia del 22.6, pag.8, e del 27.6, pag.9);
 
- la regolamentazione delle discariche e delle aree dedicate allo smaltimento dei rifiuti è una parte importante della protezione ambientale – (Kom-t del 23.6, pag.2, e Vedomosti del 26 giugno, pag.6 e pag1 e 5: link: https://www.vedomosti.ru/realty/articles/2017/06/26/695900-svalkoi-balashihe).  
 

Finanza, fisco, dogana, leggi, settore assicurativo 

   Lunedì (26.06) il Consiglio dei ministri ha proseguito l’elaborazione dei principali parametri del Bilancio federale per il triennio 2018-2020. Il capo del governo Medvedev ha invitato i convenuti ad “evitare le aspettative sopravvalutate dall’attuale situazione economica”. Non ha escluso un aumento degli effetti negativi causati dalle sanzioni economiche e finanziarie internazionali. A parere dei membri del CdM, la Finanziaria “sarà finalizzata a sostenere l’economia in generale; particolare attenzione sarà prestata alla produzione industriale, agli investimenti e all’agricoltura” – (i quotidiani di oggi 27.6 Izvestia, pag.2, e RG, pag.2: link: https://rg.ru/2017/06/26/medvedev-negativnoe-vliianie-sankcij-na-ekonomiku-rf-mozhet-usilitsia.html).
 
   La Banca Centrale della FR (BCR) continua ad ottimizzare il sistema di risanamento delle banche in difficoltà. Al fine di coordinare l’attività del Fondo per il risanamento il Regolatore ha costituito un nuovo dipartimento – (Kom-t, pag.8, e Vedomosti, pag.15: link: https://www.vedomosti.ru/finance/articles/2017/06/26/695921-tsb-departament del 26.6).
 
   Expert (№ 26 del 26.6, p.11-17: link: http://expert.ru/expert/2017/26/za-dengami---klyudyam/) ha sostenuto che “attualmente una debole ripresa dell’economia nazionale è accompagnata dalla creazione di un nuovo sistema finanziario. Il processo va avanti spontaneamente. Non esiste un piano, però ci sono delle circostanze che influiscono sul suddetto processo”. A parere degli analisti del settimanale, le autorità che intendono creare un sistema produttivo più complesso devono attirare gli investimenti da tutte le fonti interne ed esterne possibili.
 
   I quotidiani degli ultimi giorni hanno trattato inoltre:
 
- le riserve finanziarie della Federazione Russa – (RBK del 20.6, pag.6 link: http://www.rbc.ru/newspaper/2017/06/20/59479b2d9a794717d218fb13);
 
- la redditività dei depositi bancari in rubli ha stabilito un nuovo “massimo storico” – (RG del 26.6, pag.1 e 4);
 
- la BCR ha approvato uno standard di difesa dei diritti dei clienti delle organizzazioni microfinanziarie – (RG del 26.6, pag.3);
 
- Per il Ministero delle Finanze i negozi on-line non fanno parte del retail, poiché il commercio al minuto presuppone obbligatoriamente la disponibilità di un locale per la vendita delle merci. Lo scorso anno il volume del commercio on-line ammontava a 706 mld di rubli – (Izvestia del 13.6, pag.1 e 6).  
 

Regioni e Territori della Federazione Russa 

   Nel descrivere alcuni problemi generali degli 85 Soggetti della Federazione (ovvero le Repubbliche, le Regioni e i Territori) i giornali hanno evidenziato l’intenzione del Ministero delle Finanze di irrigidire le regole per la concessione di crediti finanziari dal Bilancio federale. I governatori e i capi dei Territori ricorrono a questi crediti al fine di sostituire i prestiti di mercato, poiché sono meno vantaggiosi per le regioni. L’anno scorso 72 Soggetti hanno concordato crediti dal Bilancio federale per un totale di 355 mld di rubli; in seguito hanno estinto solamente 173 mld – (Kom-t del 6.6, pag.2: link: https://www.kommersant.ru/doc/3318498).
 
  Dall’inizio di maggio, ossia dopo la prima riunione del “Consiglio per lo sviluppo dei territori urbani”, costituito presso il presidente della GosDuma (vedi RG del 2.5, p.3), molti giornali hanno prestato attenzione alle relative misure delle autorità e all’avvio della preparazione di una strategia federale per l’abbellimento delle città. Il documento sarà particolarmente importante, poiché attualmente l’80% della popolazione desidera vivere in città.
 
Agli esperti e agli analisti dell’urbanistica russa segnalo un supplemento tematico di 12 pagine “L’economia di mille città” diffuso in allegato a Vedomosti del 30 maggio, in cui i lettori troveranno un’analisi interessante (pag.8-11) dei 7 principali fattori dello sviluppo delle città (la dinamica della popolazione e dei salari, l’importi delle entrate, lo sviluppo del retail, ecc). Vedomosti (5.6, pag.20-21) ha riferito di come quest’estate progetti simili a quello “Mia via” ideato dal governo di Mosca saranno effettuati in molte grandi città, creando a voltea anche seri disagi e problemi agli abitanti dei grandi agglomerati urbani. A questo proposito pochi giorni fa la Direzione dell’Antitrust federale di Mosca ha confermato che lo scorso anno durante gli acquisti di piastrelle di granito per i marciapiedi nell’ambito del programma “Mia via” sono state commesse varie violazioni della legge, stimate in 4 mld di rubli (Kom-t del 22.6, pag.3).
 
  La stampa ha ultimamente analizzato le differenze della legislazione relativa all’attività dei mercati di alcolici nei diversi Soggetti della FR. Negli ultimi 7 anni il consumo medio di alcool in Russia è diminuito da 18 a 13,5 litri di alcool puro pro capite all’anno. Al primo posto di questa classifica poco rispettabile si trova la Regione di Magadan (14,1 litri di bevande alcoliche all’anno) seguita dalla capitale russa: 13,3 litri all’anno – (Izvestia del 24.5, pag.3, e del 7.6, pag.10; RG del 14.6, pag.8: link: https://rg.ru/2017/06/13/reg-cfo/pochemu-v-moskve-piut-kak-na-kolyme.html, e Izvestia del 16.6, pag.8).
 
  Izvestia (13.6, pag.11) e RG (14.6, p.9) hanno analizzato la situazione della cultura moderna nelle regioni e hanno espresso la speranza che la realizzazione della politica culturale dello Stato consentirà di migliorare la condizione attuale delle istituzioni culturali.
 
   Nelle ultime 2 settimane la stampa ha descritto i diversi aspetti della vita economica e sociale delle seguenti regioni e località:
 
- la Regione di Sverdlovsk: un nuovo quinquennio dello sviluppo, le prossime elezioni del governatore, ecc – (Izvestia del 13.6: link: http://iz.ru/603612/siuzanna-farizova/kuivashev);
 
- il lago Bajkal – richiede una protezione più attenta e più ampia (Kom-t del 16.6, pag.5);
 
- la Repubblica di Crimea e la città di Sebastopoli: problemi finanziari – (Kommersant del 20.6, pag.1 e 3).
 
  Le pubblicazioni dedicate alla Regione di Mosca, alla “nuova Mosca” e alla capitale russa verranno riassunte nell’edizione di venerdì 30 giugno.  
 
 
 Cari lettori, grazie per l'attenzione. 

Cordiali saluti.
A cura di Valerij Shvetsov
in collaborazione con Anita Mengon e Paolo Cantarello
e-mail: valerio.m@yandex.ru
Telefono - cell: +7 (916) 531-04-45

 


 Associazione Conoscere Eurasia - Via dell'Artigliere, 11 37129 Verona Italia - C.F. 93197240232 - P.IVA 03739750234 T: +39 0458020904 F: +39 0459299924 M: info@conoscereeurasia.it