Rassegna della Stampa Russa - 27.10.2017

 

 

Eventi, problematiche e dati statistici generali 

   Il Presidente della Germania Frank- Walter Steinmeier ha effettuato la sua prima visita ufficiale in Russia come Capo dello Stato. Molti giornali hanno notato come questa sia la prima visita di un presidente tedesco dal 2010. Steinmeier ha notato che i dirigenti di Germania e Russia “non possono permettersi di ignorarsi, poiché il loro dovere nei confronti dei popoli dei due Paesi consiste nell’impedire un’ulteriore estraniazione fra tedeschi e russi”.
A questo scopo è stata diretta la restituzione della proprietà della Cattedrale luterana dei Santi Pietro e Paolo a Mosca alla Chiesa evangelica luterana della Russia europea. Il Presidente Vladimir Putin ha appoggiato la relativa iniziativa di alcuni anni fa del vescovo tedesco Strohm e dello stesso Steinmeier. Per raggiungere il suddetto scopo i due Presidenti durante le trattative al Cremlino hanno concordato di “continuare il dialogo al fine di superare gradualmente l’attuale crisi delle relazioni bilaterali e il calo della fiducia reciproca”. Molti esperti hanno sottolineato l’importanza delle dichiarazioni di Putin e di Steinmeier sulla situazione internazionale in Medio Oriente e sulla “costante implementazione degli Accordi di Minsk”, la base per la stabilità nel sud-est dell’Ucraina – (TASS e le altre agenzie on-line degli ultimi tre giorni; i quotidiani del 25.10 Rossijskaja gazeta (RG), pag.9, Kommersant (Kom-t), pag.1 e 6: l’ampia conversazione con il Presidente tedesco, e Nezavisimaja gazeta, pag.2; nonché RG, pag.2, del 26.10).
 
   Giovedì 26 ottobre Vladimir Putin ha presieduto una riunione allargata del Consiglio di sicurezza della FR dedicata principalmente alle problematiche legate alla sicurezza d’informazione e alla lotta contro le cyberminacce e i loro rischi. I convenuti hanno discusso e approvato una serie di misure compresi l’aumento della responsabilità personale dei dirigenti, l’ulteriore diminuzione dell’utilizzo di software di produzione straniera, ecc – (RG, pag.2 – link, Kom-t, pag.1-2, e Vedomosti, pag.16, di oggi 27 ottobre).
 
   Nezavisimaja gazeta (25.10, pag.1-2 – link) ha commentato i tentativi di Bruxelles e di Washington di ostacolare la realizzazione del progetto Nord Stream 2. La Commissione Europea ha dichiarato che l’omonimo gasdotto, “malgrado i piani russi, non sarà messo in funzione nel 2019”.
 
   Martedì 24 ottobre tutti i mass media russi per la seconda volta in una settimana sono stati “colpiti” dal “Ciclone Ksenia”. Ksenia Sobchak, giornalista e “personaggio chic della società liberale e mondana russa”, ha condotto la sua prima conferenza stampa come candidata alle elezioni presidenziali del 2018. La campagna elettorale inizierà ufficialmente fra circa 2 mesi. La stampa russa ha prestato massima attenzione all’evento, ed è stata molto più ampia e critica rispetto a quella dei giornali italiani. I quotidiani russi hanno scritto che la conferenza stampa non è stata “l’ultimo show inscenato per la campagna elettorale”. Inoltre hanno messo in evidenza che l’entourage della Sobchak comprende molti politologi e specialisti che hanno partecipato direttamente o indirettamente alla campagna elettorale di Boris El’tsin nel 1996, hanno consultato Julia Timoshenko durante le presidenziali in Ucraina, ecc. Molte di queste figure sono state concordate con gli sponsor della campagna elettorale della Sobchak. A questo proposito, alcuni giornali hanno constatato “l’inizio di un grande progetto commerciale”, finalizzato a dividere “l’intellighenzia liberale russa”. I giornali hanno rivelato inotre “i primi dissensi e le prime contraddizioni nel quartier generale della Sobchak”. Tutti intendono seguire l’andamento della campagna elettorale e in particolare l’elaborazione e la presentazione dei suoi programmi, ora affidata ad alcuni nomi illustri dell’economia e della vita politica in Russia – (Profil № 8, pag.8-14 – link, e RBK pag.3 e pag7, del 23.10; i quotidiani del 25 ottobre Kom-t, pag.6, Nezavisimaja gazeta, pag.1 e 3, Vedomosti, pag.2 – link, RG, pag.4, RBK, pag. 1 -3, pag.4, Metro, pag.5 e 7: un commento “aggressivo” dell’ex “dissidente” Dzhanashia; nonché RG del 26.10, pag.2, Vedomosti, pag.3, e Metro, pag.5, di oggi 27 ottobre).
 
   Gheorghij Poltavcenko, governatore di San Pietroburgo, alla vigilia del Forum Internazionale per gli investimenti che si sta svolgendo nella sua città (26-27.10) ha rilasciato un’approfondita intervista a RG del 20 ottobre (pag.10 – link). Nel rispondere alle numerose domande di una corrispondente, Poltavchenko ha illustrato la realizzazione di alcune grandi opere pubbliche e la “Strategia di sviluppo di San Pietroburgo fino al 2030”. Ha parlato dell’attenzione all’ecologia della megalopoli e dei ritardi nella soluzione dei problemi relativi alle abitazioni, ecc. Quest’anno il volume degli investimenti stranieri diretti nell’economia di SPB è aumentato già del 3,5% e ha superato $1,5 mld.
 
   Giovedì 26 ottobre a Roma è iniziato il Festival internazionale del cinema. Il critico d’arte del quotidiano RG (26.10, pg.9) Valerij Kicin ha evidenziato alcune principali caratteristiche e le ambizioni culturali della mostra di Roma e della cinematografia italiana in generale, nonché l’attiva partecipazione dei romani all’attuale festival. La Russia sarà rappresentata dal film drammatico “Gli ostaggi” del giovane regista Reso Ghighineishvili. A questo punto segnalo a voi, cari lettori, che oggi a Mosca è stato inaugurato il Grande festival dei cartoni animati che proseguirà fino al 6 novembre. Lo scopo degli organizzatori è quello di far conoscere al pubblico, “piccolo e grande”, i migliori film russi e stranieri e i vincitori dei Gran-prix e dei festival, ecc – (Weekend, settimanale di Kommersant, № 37 del 27.10, pag.34-38, e Metro di oggi 27.10, pag.4).  
 

Economia 

   Situazione generale:
 
  Vladimir Putin nel suo intervento al Forum economico “Russia Calling!”, organizzato dal gruppo finanziario VTB martedì 24.10, ha ribadito che “l’economia nazionale è uscita dal ristagno, tuttavia i ritmi della sua crescita devono superare quelli medi in tutto il mondo”. Il Presidente ha promesso agli investitori che “la diminuzione stabile della dipendenza del Bilancio federale dalla congiuntura del mercato del petrolio continuerà nel 2018 e negli anni successivi”. Gli esperti e gli imprenditori hanno “decifrato” anche il senso principale del discorso del Capo dello Stato: la pressione fiscale nei suoi parametri di oggi rimarrà immutata anche dopo il 2018. Putin è intervenuto inoltre nella polemica relativa all’abbassamento record dell’inflazione: fino al 2,7% al 16 ottobre. A suo parere, i rischi di deflazione sono ancora pochi ma ha lodato la prudenza della Banca Centrale che, secondo gli esperti, venerdì (27.10) diminuirà il tasso medio d’interesse ancora dello 0,25%, fino all’8,5% annuo.
 
  Negli ultimi giorni alcuni centri di analisi macroeconomica ed esperti hanno evidenziato un rallentamento dell’attività economica del Paese, rivelando che “la Russia non è ancora ritornata ai livelli del 2012 relativi alla dinamica dello sviluppo economico, agli investimenti, al giro d’affari del retail commerciale e ai redditi della popolazione”. Malgrado questi fatti, il ministro Oreshkin ha condiviso il parere dei suoi interlocutori americani e stranieri, secondo i quali “la politica economica russa è la migliore al mondo”, e nell’intervista a RBK ha spiegato come l’economia continuerà la sua ripresa – (RG del 25.10, pag.2 – link, Kom-t, pag.2, RBK, pag.9, Nezavisimaja gazeta, pag.4, e RBK, pag.6-7: l’intervista di Maxim Oreshkin – link del 25 ottobre).
 
  Kommersant (25.10, pag.2) ha pubblicato i dati del Servizio statistico federale (Rosstat), dai quali risulta che ad agosto il risultato finanziario netto delle società russe, ovvero l’utile prima della tassazione, ammontava a 793 mld di rubli, il 19% in meno su base annuale, e che nei primi 9 mesi gli investimenti sono aumentati del 4%, “soprattutto grazie agli investimenti privati”.
Negli ultimi giorni la stampa ha riferito inoltre che il Servizio Antitrust federale ha rilevato in 73 regioni circa tre mila violazioni della legge all’interno del mercato dei prodotti alimentari e che i finanziamenti statali per il sostegno delle Pmi nel 2018 saranno dimezzati: dai 7,5 mld di rubli attuali a 3,3 mld – (RG del 25.10, p.1 e 5, e Kom-t del 24.10, pag.2).
 
  RBK (11.10, pag.4-5) ha riportato la dichiarazione di Aleksej Kudrin, ex vicepremier e ministro delle Finanze e attuale dirigente del Centro per elaborazioni strategiche, dalla quale risulta che il Centro elabora il programma dello sviluppo del Paese senza gli stanziamenti statali. Il 90% del suo finanziamento (lo scorso anno 343 mln di rubli) è assicurato dai contributi di alcune persone fisiche e di poche organizzazioni.  
 
 
   Settori e mercati:
 
  Oggi Kommersant (27.10, pag.13- 16: link), Sparknews e le 20 principali testate economiche mondiali hanno pubblicato una serie di soluzioni innovative per affrontare i problemi globali. Sorprende la notizia che si potranno produrre pneumatici da una gomma derivata dal tarassaco, conosciuto anche come dente di leone.
 
  Nell’edizione del 24 ottobre lo stesso Kommersant ha pubblicato in allegato un supplemento (pag.13-18) in cui vengono trattati i vari aspetti e i piani del settore logistico russo. Gli specialisti spiegano che il considerevole aumento dei trasporti in Russia nel 2017 è avvenuto non tanto grazie alla ripresa dell’economia, quanto grazie all’incremento degli scambi commerciali con la Cina e grazie al notevole aumento del transito tra la Cina e l’Europa attraverso il territorio della FR.
  Il gruppo tedesco WIKA ha recentemente aperto in Russia uno stabilimento moderno di strumenti e attrezzature di controllo della misurazione. In questa occasione Oleg Goncharov, direttore generale della SpA “WIKA misure” ha rilasciato un’intervista ad Expert (№ 43 del 23.10, pag.124) in cui ha espresso il parere che “la Russia non dovrebbe importare la maggior parte della produzione industriale”, sostituendola con quella prodotta in loco insieme agli specialisti stranieri. Negli ultimi 5 anni il gruppo tedesco ha investito in Russia 15 mln di euro.
 
  L’Agenzia “Avtostat” ha reso noto che la percentuale dei veicoli stranieri assemblati in Russia per la prima volta ha superato il 60% del totale delle automobili circolanti sulle autostrade del Paese. Dieci anni fa ce n’erano il 18%, nel 2010 il 33% e nel 2013 il 49% – (RG; 27.10, p.5 - link).
 
  Tra le pubblicazioni dedicate al settore energetico segnalo innanzitutto l’intervista di Kommmersant (26.10, pag.9 – link) a Francesco Starace. Il direttore generale dell’ENEL ha spiegato, perché il gruppo italiano ha aperto un centro d’innovazione per le start up a Skolkovo (Regione di Mosca). Inoltre ha parlato di una considerevole partecipazione della società allo sviluppo dell’energia eolica in Russia con la collaborazione della compagnia Siemens Gamesa.
  Vedomosti (25.10, pag.17) ha ampiamente descritto il programma di ammodernamento di 4 centrali elettriche controllate dalla compagnia “ENEL Russia” (il gruppo italiano ne controlla il 56%). Kommersant (20.10, p.1 e 11) ha riferito che tutti i consumatori di elettricità della parte europea e della Siberia pagheranno parzialmente per la realizzazione dei progetti d’investimento nell’industria dell’Energia nella penisola Chukotka (Estremo Nord). Nell’edizione del 23.10 il quotidiano ha evidenziato (pag.7) che nel 2018 le centrali elettriche russe funzionanti a carbone non saranno sussidiate con mezzi finanziari derivanti dal mercato all’ingrosso.
 
  Pochi giorni fa il governo russo ha approvato la bozza di un accordo con le autorità cinesi relativo alla progettazione e allo sfruttamento del giacimento aurifero Kljucevskij nel Territorio del Transbajkal – (RG del 24 ottobre, pag.11 – link).
Nella stessa edizione il giornale governativo ha descritto (pag.6 – link) la rinascita della produzione di aliscafi: l’ultima nave di questo tipo è stata costruita in Russia oltre 25 anni fa.
 
  Kom-t, pag.10, e RG, pag.3 – link, del 24.10, nonché Kom-t, pag.10 del 26 ottobre hanno trattato le problematiche dell’industria ittica (secondo gli esperti, è in grado di produrre fino a 6 mln di ton all’anno; lo scorso anno sono stati pescati 4,8 mln) e della costruzione degli stabilimenti di lavorazione del pesce. Di questi e di molti altri aspetti del settore, delle cause dei prezzi elevati del pesce nei negozi e di alcuni altri problemi RG (26.10, pag.1 e 5: link) ha parlato con Il’ja Shestakov, capo dell’Agenzia federale “Rosrybolovstvo” (“Pesca russa”).
 
  Gli ingegneri e i tecnici russi di Jaroslavl’ hanno costruito una casa di 300 metri quadrati con una stampante 3D: si tratta della prima e della più grande abitazione in Europa fabbricata usando questa moderna tecnologia – (RG del 25.10, pag.12 – link).
Tuttavia, nell’edilizia, nel settore delle costruzioni e nel mercato immobiliare vi sono varie difficoltà e svariati problemi. Di ciò hanno scritto negli ultimi giorni Vedomosti del 24.10 nel supplemento di 12 pagine “Beni immobili” e il settimanale Profil № 8 del 23.10, pag.6 (il progetto del ponte (“inutile” secondo la rivista) dal continente verso l’isola Sakhalin) e pag.45-47: nella Regione di Mosca l’offerta degli appartamenti nei condomini appena consegnati supera del 40% la domanda da parte di nuovi inquilini e acquirenti).
 
  Secondo alcuni analisti, quest’anno il volume del mercato russo dei profumi e dei cosmetici ammonterà a 700 mld di rubli (poco più di 10 mld di euro). A questo punto segnalo l’approfondita conversazione di Vedomosti (25.10, p.8-9: link) con Alexandr Popoff, vicepresidente esecutivo di L’Oreal SA. L’esperto del mercato russo ha descritto alcune sue particolarità e ha messo in rilievo che nell’ultimo decennio le vendite della società in Russia sono raddoppiate, raggiungendo i 60,1 mld di rubli.  
 

Finanza, fisco, dogana, leggi, settore assicurativo 

   Agli esperti e agli analisti segnalo prima di tutto due ampi ed approfonditi supplementi, i cui contenuti molto variegati aiuteranno a comprendere meglio l’attività e le prospettive della banca digitale – (Vedomosti del 25.10, pag.1-16: link) nonché sull’attuale situazione dei settori dell’auditing e del consulting – (RBK del 25.10, pag.1 e 8).
 
   In meno di 2 anni di attività del Sistema nazionale di pagamento MIR (Mondo) il numero di queste carte emesse ha già supperato i 23 mln. Gli specialisti riconoscono che il sistema MIR “è ancora molto indietro rispetto ai sistemi internazionali Visa e MasterCard”. Infatti, MIR attualmente assicura meno del 10% dell’emissione e circa il 3% di tutte le transazioni effettuate in Russia. Potete trovare molti altri dettagli sull’attività del sistema e sui suoi vantaggi nella rassegna approfondita di Kommersant di oggi (27.10, pag.11 - link) e nell’articolo di RG (27 ottobre, pag.1 e 4).
 
   RBK nell’edizione del 26 ottobre ha pubblicato (pag.1 e 11) una breve analisi sull’efficienza di un nuovo meccanismo (regime) di risanamento delle banche fallite che è stato recentemente convalidato durante l’applicazione di varie misure nei confronti del gruppo finanziario “Otkrytie” e di Binbank. A parere degli analisti, “il nuovo meccanismo è più efficiente e meno dispendioso, però questo avviene a scapito delle banche medie e piccole”. Lo stesso quotidiano ha previsto inoltre (pag.12) che Igor’ Zhuk, attuale direttore del dipartimento del settore assicurativo della Banca Centrale, potrebbe essere nominato capo della compagnia “Rosgosstrakh”. Il giornale ha citato alcuni esperti, secondo i quali “la ristabilizzazione della suddetta compagnia, leader piuttosto recente del settore assicurativo, è un compito duro e molto importante”.
 
   “La Banca Centrale Europea cambia il suo corso” – così Kommersant di oggi (27.10, pag.2 – link) ha intitolato un suo commento sulla decisione della BCE di ridurre da 60 mld di euro a 30 mld il riacquisto degli attivi nell’ambito del programma di quantitative easing (QE). Allo stesso tempo - nota il quotidiano - il suddetto programma sarà prorogato fino a settembre dell’anno prossimo.
 
   Negli ultimi giorni molti giornali (Expert № 43 del 23.10, pag.52-55, Kommersant, pag.1-2, del 23.10, RG, pag.3, del 26.10, ecc) hanno trattato le diverse problematiche legate alle riforme del sistema giudiziario e all’ammodernamento dell’avvocatura. A questo proposito segnalo un intervista di RG (25.10, pag.1 e 6 - link) con una persona di primo piano: si tratta si Pavel Krasheninnikov, presidente della Commissione per la legislazione e la costruzione dello Stato presso la GosDuma (la Camera bassa dell’Assemblea Federale).  
 
 
 Cari lettori, grazie per l'attenzione. 

Cordiali saluti.
A cura di Valerij Shvetsov
in collaborazione con Anita Mengon e Paolo Cantarello
e-mail: valerio.m@yandex.ru
Telefono - cell: +7 (916) 531-04-45

 


 Associazione Conoscere Eurasia - Via dell'Artigliere, 11 37129 Verona Italia - C.F. 93197240232 - P.IVA 03739750234 T: +39 0458020904 F: +39 0459299924 M: info@conoscereeurasia.it