Rassegna della Stampa Russa - 28.02.2017

 

 

Eventi, problematiche e dati statistici generali 

   Negli ultimi giorni la stampa ha prestato molta attenzione all’evento economico di questa settimana: il “Forum nazionale per gli investimenti” di Soci.
  Il quotidiano del governo Rossijskaja gazeta (RG) del 27 Febbraio ha diffuso in allegato un supplemento speciale di 12 pagine dal titolo “Investimenti”. Nell’approfondita pubblicazione tutte le problematiche vengono trattate in relazione ad un nuovo concetto delle regioni e della realizzazione del loro potenziale di export basato sui principi della gestione del nuovo progetto. È un nuovo modello dello sviluppo della politica industriale, che comprenderà decisioni simili a quelle applicate per realizzare la politica di sostituzione dell’import. Entro il mese di maggio sarà presentato al Consiglio presidenziale per lo sviluppo strategico e per i progetti prioritari. Intervistato dal giornale RG il ministro dell’Industria e del Commercio Denis Manturov ha spiegato alcuni principi della suddetta gestione a seconda dei progetti approvati, nonché la relativa road map già formata dal CdM per gli anni 2016-2018. Il giornale ha inoltre illustrato i principali punti della strategia dello sviluppo regionale fino al 2025, sulla cui base sarà elaborata la lista dei progetti d’investimento che avranno un’importanza federale, regionale e municipale. Nei numerosi servizi e interviste RG ha descritto i diversi progressi ottenuti in vari settori dell’economia nazionale che saranno sviluppati sulla base della realizzazione della nuova strategia nelle regioni “pilota” e utilizzati nelle regioni coinvolte nell’attuazione dei progetti prioritari.
  Il quotidiano Izvestia nel suo supplemento di 4 pagine e in un commento (pag.6) ha focalizzato l’attenzione sui finanziamenti necessari per ammodernare le infrastrutture dell’economia nazionale e delle economie regionali. Ha rivelato che l’applicazione della legge “Sulla partnership pubblico-privata”, entrata in vigore un anno fa, non ha ancora procurato i cambiamenti attesi e relativi alla notevole diminuzione della percentuale di stabilimenti, aziende e imprese con macchinari e impianti obsoleti. Kommersant (Kom-t) del 27.2, pag.2, ha evidenziato alcune ricerche aggiornate sulle problematiche legate alla necessità di un aumento della produttività del lavoro (mancanza di tecnologie moderne; salari bassi per un lavoro sempre più complesso, ecc) e ha espresso l’auspicio che queste ricerche vengano considerate durante l’elaborazione dei documenti conclusivi del Forum di Soci.
 
  Il premier Dmitrij Medvedev nel suo intervento al Forum ha illustrato diverse direttrici del piano mirato ad accelerare lo sviluppo dell’economia calcolato fino al 2025: digitalizzazione dell’economia, fine della ”fuga dei cervelli”, introduzione dei principi di progettazione nell’elaborazione del Bilancio federale, creazione di una “fabbrica di project finance”, ecc. Ha evidenziato un ampliamento del sostegno del governo alle esportazioni di prodotti trasformati e ha illustrato alcune problematiche non facili per il mercato del lavoro nel prossimo quinquennio provocate, in particolare, dalla mancanza di manodopera altamente qualificata. Il vicepremier Dmitrij Kozak ha confermato diverse difficoltà delle regioni nel realizzare una politica finanziaria autonoma e ha dichiarato che il governo intende rivedere e ridiscutere i principi del federalismo budgetario – (RG, pag.4, Vedomosti, pag. 1 e 4, Kom-t, pag.1-2 e pag.13-16: il supplemento tematico, Metro, pag.17, e molti altri quotidiani di oggi 28 Febbraio).
 
   A Gennaio le esportazioni di merci e servizi dalla FR sono aumentate dell’8,3% su base annua, le importazioni sono aumentate maggiormente: del 10,6% rispetto allo stesso mese del 2016 – (il settimanale Profil №7 del 27.2, pag.7 e 49: un’intervista ad Aleksandr Meshcherjakov, vicepresidente della Promsvjazbank, sul ruolo del settore bancario nell’andamento dell’interscambio con i Paesi esteri).
 
   Il Ministero dello Sviluppo Economico ha presentato al governo una nuova versione del programma statale dello sviluppo delle regioni dell’Artico fino al 2025. Il documento prevede la creazione di alcune “zone di base”, ovvero “i centri dell’industria mineraria”. A parere del Ministero, per la realizzazione del programma si necessitano 210 mld di rubli. Si prevede che nel 2017 la percentuale dei prodotti importati necessari per il compimento del programma costituirà l’85%, diminuirà al 65% entro il 2020 e al 50% entro il 2015 – (Kom-t del 27.2, pag.1).
 
   Al primo Gennaio di quest’anno la popolazione residente nella Federazione Russa ha raggiunto 146,8 mln di persone, 267 mila persone in più rispetto al 2015.
  Da un ampio sondaggio sociologico della holding Romir si deduce che attualmente un terzo dei cittadini dell’Ucraina utilizza la lingua russa in famiglia, con parenti e conoscenti e sul posto di lavoro e la considerano “un importante elemento dei legami con la Russia”. Solamente il 5% della popolazione ucraina non parla mai russo – (Izvestia del 27.2, pag.1 e 5).  
 

Economia, settori e mercati, grandi aziende e Pmi 

   Cinque anni fa, il 4 Marzo del 2012, Vladimir Putin è stato eletto Presidente della Federazione Russa per la terza volta. Profil (№7 del 27.2, pag.10-13) ha preparato un bilancio preliminare dello sviluppo economico e sociale del Paese negli anni 2012-2016. A parere degli analisti del settimanale, i risultati dello sviluppo nel suddetto periodo “non possono essere riconosciuti soddisfacenti” malgrado alcuni progressi e un considerevole miglioramento del clima imprenditoriale e delle condizioni per gli investimenti.
 
  Serghej Katyrin, presidente della Camera di Commercio e dell’Industria della FR, ha rilasciato un’intervista a RG (22.2, pag.6) in cui ha approfonditamente illustrato le proposte per il piano delle azioni del governo fino al 2025 concordate dalla stessa Camera, dall’Unione russa degli industriali e degli imprenditori e dalle organizzazioni imprenditoriali “Opora della Russia” e “Russia d’affari”. Katyrin ha rivelato, in particolare, che la partecipazione dello Stato all’economia ha raggiunto circa il 70% del Pil nazionale.
 
  Igor Artem’jev, capo del Servizio Antitrust federale, ha dichiarato che per realizzare un “miracolo produttivo russo” è necessario “liquidare le grandi corporazioni statali e sostituirle da numerose Pmi moderne e innovative e anche dalle grandi compagnie”. Artem’jev ha proposto inoltre di “trasformare radicalmente gli enti statali federali operanti nel sistema dei servizi urbani e comunali”. A suo parere, a causa degli enti summenzionati questo sistema (ЖКХ ZhKKh in russo) “non è in grado di sopravvivere senza sussidi statali mentre la qualità dei servizi rimane molto bassa”. Per Artem’jev è necessario trasformare questi enti in SpA di tipo aperto – (Profil № 7, pag.6, ed Expert № 9 del 27.2, pag.7).
 
  RBK del 27 Febbraio ha pubblicato un inserto di 4 pagine, in cui ha trattato alcuni seri problemi del piccolo e medio business: difficile accesso alle commesse statali delle grandi società, sostegno finanziario statale piuttosto lento, prospettive spesso vaghe dell’uso degli strumenti del factoring da parte delle PMI, ecc.
 
  Expert № 9 del 27.2 nella sua rubrica “La congiuntura d’affari” (pag.64) ha riportato molti dati del Rosstat relativi alla continuazione di un aumento della produzione industriale. Allo stesso tempo il settimanale ha chiamato ad “usare gli indici del Servizio statistico con prudenza in questo periodo, poiché il Rosstat sta per ultimare un’ulteriore riforma metodologica dei computi”. Il settimanale ha messo in risalto che nei primi 1,5 mesi di quest’anno le riserve internazionali della FR sono aumentate di $16 mld: al 17 Febbraio hanno costituito $393,5 mld.
 
   La rassegna delle pubblicazioni settoriali comincia da alcuni servizi dedicati al settore delle tecnologie d’informazione. Nella recente riunione della commissione governativa settoriale i convenuti hanno rivelato che l’anno scorso il piano di acquisti di prodotti microelettronici “made in Russia” per i ministeri e servizi statali non è stato realizzato al 100%, nonostante il finanziamento di 4,5 mld di rubli. Dmitrij Medvedev si è detto “deluso del basso utilizzo dei software locali” e ha chiamato i responsabili ad accelerare il passaggio ai programmi elaborati in Russia – RG, pag.2, e Nezavisimaja gazeta, pag.4, del 22 Febbraio. Lo stesso giorno Vedomosti (pag.17) ha rivelato l’accelerazione dell’aumento del mercato del cloud computing, dal 30% in più nel 2015 al 43% in più nell’anno scorso, quando il suo totale ha raggiunto 22,6 mld di rubli. Gli specialisti di Kommersant (22.2, p.1 e 7) hanno constatato che nel 2016 in Russia è considerevolmente aumentato l’utilizzo dei servizi di comunicazione gratuiti (applicazioni di posta elettronica e di messaggistica istantanea, ecc) mentre l’aumento dell’utilizzo di SMS si è fermato.
 
Ogni anno la Russia produce oltre 200 mln di metri cubi di legname. Nonostante questo il ministro Denis Manturov si è detto non soddisfatto del contributo apportato dal complesso industriale forestale all’aumento del Pil. Allo stesso tempo si è detto convinto che la situazione gradualmente cambierà con la realizzazione di una nuova strategia dello sviluppo dell’industria fino al 2025. A parere del ministro, l’aumento della costruzione di nuove case in legno potrà dare un effettivo impulso all’avanzamento del complesso – (Izvestia del 27.2, pag.6).
 
  Il direttore generale dell’Agenzia Roscosmos Igor’ Komarov ha incontrato un gruppo di industriali e imprenditori e ha discusso con loro le diverse opportunità e prospettive di cooperazione nell’ambito della partnership pubblico-privata. Agli ospiti è stato promesso un sostegno multiforme: dalla semplificazione delle leggi e normative ad un’“attività di lobby positiva” negli interessi degli imprenditori – (Kom-t del 22.2, pag.1-2).
 
  Expert nell’edizione del 27.02 (№ 9, p.11- 19) ha iniziato una serie di pubblicazioni dedicate alle problematiche di una conversione futura dell’industria militare. Gli analisti del settimanale sostengono che l’ammodernamento del complesso industriale militare negli ultimi 5 anni ha creato una base e vari presupposti per realizzare una “conversione morbida” (diversificazione) dell’industria aeronautica, di quella spaziale-missilistica e dell’ingegneria nautica.
Nel descrivere l’attività attuale del complesso industriale militare RG (22.2, pag.1 e 7) ha rivelato che alcuni armamenti moderni prodotti in Russia sono stati altamente giudicati durante la fiera IDEX-2017 ad Abu-Dhabi e che il Ministero russo della Difesa acquista nuove armi tenendo conto delle esperienze dei combattimenti in Siria. Nezavisimaja gazeta (22.2, pag.1 e 6) ha riferito che “Mosca sta per cambiare le modalità tradizionali della cooperazione tecnica e militare con gli Stati stranieri”. Infatti, d’ora in poi le armi moderne saranno vendute anche ai Paesi-membri della NATO. Inoltre le autorità della FR ammettono una “privatizzazione parziale” di stabilimenti e aziende del complesso da parte degli Stati e delle organizzazioni estere. Kom-t (22.2, pag.5) ha citato il viceministro della Difesa Jurij Borisov, il quale ha informato che al fine di rinnovare il parco degli aerei civili il Dicastero comprerà solamente i velivoli moderni Tu-214 e An-148 mentre gli aerei SSJ-100 “per alcune caratteristiche non sono ancora adeguati al parco”.
Kom-t, pag.9, e Vedomosti, pag.10, nonché i settimanali del 27.02 Expert, pag.25, e Profil, pag.38, hanno illustrato e commentato i diversi aspetti dell’acquisto del 12% delle azioni della holding “Elicotteri russi” per $300 mln da parte di un consorzio di investitori arabi. Lo scorso anno la holding ha venduto 190 velivoli, di cui i due terzi sono stati costituiti da elicotteri militari.
 
  Negli ultimi 5 anni il mercato farmaceutico in Russia è aumentato in media del 10% all’anno. Molti specialisti hanno ultimamente accertato che attualmente, per vari motivi e in seguito a diverse cause, il settore dispone di varie possibilità per un ulteriore avanzamento: passare definitivamente dall’import, imballaggio e produzione di medicinali generici alla produzione di sostanze per i preparati rari (orfani), più complessi e richiesti. A questo proposito pochi giorni fa i titolari delle società produttrici di medicinali cari hanno presentato al governo le loro condizioni, grazie alle quali dovrebbero diminuire i prezzi di molti medicinali – (Vedomosti del 22.2, p.19; Expert № 9 del 27.2, pag.20- 24, e Izvestia del 27.2, pag.5).
 
   Alcuni giornali hanno descritto lo stato attuale e le problematiche dei seguenti mercati:
 
- il mercato logistico: è in una fase di continua crescita e consolidamento grazie all’aumento dell’e-commerce; alcuni esperti prevedono numerose operazioni M&A sul mercato con un totale superiore ai 50 mld di rubli – (Kompanija № 7 del 27.2, pag.32-36);
 
- il mercato pubblicitario: lo scorso anno grazie a un rublo forte e alla stabilità della situazione politica in Russia il mercato ha raggiunto il livello stabilito prima della crisi del 2013; lo scorso anno i committenti hanno aumentato del 10-12% le spese per la pubblicità nei mass-media russi – (Vedomosti del 21.2, pag.24);
 
- il mercato dei wearable gadgets (Apple Watch, Xiaomi, Jawbone, PowerMate, ecc): nel 2016 il loro volume è aumentato del 42% – (Vedomosti del 16.2, pag.16);
 
- il mercato dei dolci: nel 2016 la domanda interna è diminuita del 2,4% su base annua a causa dei prezzi aumentati del 9,4% e dei redditi più bassi; la produzione però è aumentata del 2,6%, fino a 3,5 mln di ton, in particolare in seguito alla crescita delle esportazioni a 420 mila ton, ovvero il 7,6% in più rispetto al 2015 – (Vedomosti del 10.2, pag.19; Kompanija № 5 del 13.2, pag.40-44; RG del 15.2, pag.11: la struttura del mercato; RG del 16.2, pag.4; Vedomosti del 17.2, pag.19).  
 

Finanza, fisco, dogana, leggi, settore assicurativo 

   A parere di alcuni esperti ed economisti intervistati da Nezavisimaja gazeta (22.2, p.1 e 4), è probabile che la Banca Centrale russa (BCR) potrebbe prendere a marzo le decisioni di ammorbidire la sua politica monetaria e di credito e diminuire il tasso medio d’interesse dall’attuale 10% annuo all’8%. In questo caso le decisioni sarebbero la conseguenza di alcune riunioni al Cremlino dedicate ai problemi dell’economia e del sistema bancario.
 
   Nella prossima primavera in 12 Ministeri, Servizi e Agenzie federali cominiceranno le cosiddette riunioni di bilancio: i funzionari degli organi federali e regionali discuteranno con gli imprenditori i risultati dell’attività di controllo e di sorveglianza dell’apparato statale – (Kommersant del 27.2, pag.2).
 
   Kommersant-denghi (№ 3 del 28.2, p.10), supplemento tematico all’omonimo quotidiano, ha pubblicato un’ampia analisi dell’ aumento anomalo del corso del cambio del rublo. Il giornale ha sostenuto che la dinamica della divisa nazionale a Febbraio “ha sconcertato il governo e gli speculatori di valute”.
 
   Il settimanale Profil (№ 7 del 27.2, pag.41- 48) ha pubblicato un’approfondita panoramica dello stato e della dinamica del settore bancario corredata da varie tabelle, grafici e classifiche degli istituti finanziari di credito. Si rileva che un forte aumento dell’utile congiunto del settore nel 2016 a 930 mld di rubli è stato procurato, innanzitutto, dal calo dei volumi dei mezzi finanziari da mettere in riserva e dall’aumento del margine percentuale. Lo scorso anno 445 banche hanno lavorato in attivo, tuttavia 178 istituti hanno chiuso l’esercizio in perdita.
 
  Agli analisti del settore bancario segnalo inoltre la previsione dell’agenzia russa AKRA su un eventuale aumento delle spese per le riserve bancarie a causa della bassa qualità dei “debiti in sofferenza” che non migliorerà prima del 2020 (RBK, p.1 e 11, e Kom-t, pag.10, del 27 Febbraio).
 
   I giornali hanno trattato inoltre:
- l’aumento dell’interesse degli investitori agli attivi e alle attività fisse in vendita, nonché agli eurobond russi: lo scorso anno il loro volume ha raggiunto $12 mld – (Expert № 9, p.5);
- l’inizio del funzionamento del sistema nazionale dei pagamenti MIR ha spinto il sistema internazionale Visa ad elaborare una serie di privilegi per la Russia – (Vedomosti; 28.2, pag.15);
- il numero eccessivo e la bassa qualità delle leggi federali – (RBK del 13.2, pp.1 e 3);
- la corruzione non si arrende – (Nezavisimaja gazeta del 22.2, pag.5).
 
   In conclusione segnalo agli esperti del mercato del factoring un articolo del settimanale Kompanija (№6 del 20.2, pag.46-48): nel descrivere la dinamica e alcuni problemi del settore si rileva che nel 2016 il suo volume è aumentato del 10% su base annua, soprattutto in seguito all’inflazione annua di circa il 5,5%.  
 

Russia - Italia 

   Il numero di Febbraio del mensile “Italia - Made in Italy” (www.italia-magazine.ru) ha consentito ai suoi numerosi lettori di conoscere meglio molte curiosità del Paese tanto amato e ammirato da milioni di russi. In questa edizione ha descritto le città variopinte: “è un fenomeno sconosciuto anche agli italiani nonostante in Italia il numero di vecchi borgi decorati da pareti colorate superi i duecento”. Ogni località ha la sua storia di murales ed immagini, a volte cupe e bellicose, a volte commoventi e sentimentali. Tutto ciò può essere meglio compreso leggendo i servizi dedicati a Dozza (Emilia-Romagna), Arcumeggia e Legro (Lombardia), Vernante (Piemonte), Orgosolo (Sardegna), ecc. La rivista ha presentato ai lettori anche diverse Regioni italiane (Sicilia, Piemonte, Friuli-Venezia Giulia, Trentino, ecc) e grandi città (Venezia, Roma, Ferrara, ecc), nonché ha scritto di arte cinematografica, cucina e vini, intervistando importanti pittori, cineasti e scrittori. Forse lo avrete già capito: è necessario trovare questo numero del mensile e leggerlo dalla prima pagina all’ultima!
 
   Negli ultimi giorni I giornali hanno pubblicato inoltre:
 
- un profilo di Leonardo del Vecchio, miliardario e titolare di riferimento della società Luxottica: dopo la sua fusione con la compagnia Essilor il mercato mondiale avrà un nuovo leader con un fatturato annuo di 15 mld di euro – (Vedomosti del 16.2, pag.8-9);
 
- un’approfondita conversazione con il giornalista, regista e attore italiano Davide Grieco imperniata sul film “La macchinazione” che ha rivelato i diversi aspetti di un complotto contro Paolo Pasolini – (Expert № 7 del 13.2, pag.62- 65);
 
- alcune brevi recensioni del telefilm a puntate “Il giovane Papa” che sarà presentato al pubblico russo dal canale Чё del gruppo STS Media dal prossimo 16 Aprile – (RBK del 15.2, pag.7, e Metro del 20.2, pag.21);
 
- la recensione del libro del critico d’arte russo Arkadij Ippolitov dedicato al grande pittore fiorentino Jacopo da Pontormo – (Vedomosti del 17.2, pag.23);
 
- due articoli nei vari supplementi di Kommersant nei quali si è trattato dei risultati della splendida esposizione “Roma Aeterna. Capolavori della Pinacoteca del Vaticano” presso la Galleria Tretjakov di Mosca (Weekend № 5 del 17.2, pag.26-27) e della recente Fiera Pitti Uomo di Firenze (Style del 21.2, pag.24-25).  
 
 
 Cari lettori, grazie per l'attenzione. 

Cordiali saluti.
A cura di Valerij Shvetsov
e-mail: valerio.m@yandex.ru
Telefono - cell: +7 (916) 531-04-45

 


 Associazione Conoscere Eurasia - Via dell'Artigliere, 11 37129 Verona Italia - C.F. 93197240232 - P.IVA 03739750234 T: +39 0458020904 F: +39 0459299924 M: info@conoscereeurasia.it