Rassegna della Stampa Russa - 28.05.2013





Eventi, problematiche e dati statistici generali

 

* Giovedi` scorso (23 maggio) il primo vicepremier Igor Shuvalov durante un breafing per i giornalisti ha categoricamente smentito “le voci” e “le stupidaggini” sulle dimissioni volontarie di parecchi ministri, comprese quelle di se stesso. A suo parere, soltanto la sfiducia da parte delle autorita` superiori e gravi problemi di salute personale o di qualche famigliare potrebbero motivare eventuali dimissioni di un membro dell’esecutivo. L’approccio a questo problema da parte dell’attuale premier e` molto piu` pacato, filosofico e meno drammatico: in un film del canale televisivo NTV su “una giornata di lavoro” del capo di governo Dmitrij Medvedev si e` detto convinto che “le dimissioni del CdM sono obbligatorie, poiche` presto o tardi tutti saranno licenziati; il problema e` quando questo fatto avra` luogo”. Il premier ha fatto notare che tutti i discorsi e le voci “non mi aiutano ma neanche` creano difficolta`”. Ai suoi ministri ha consigliato di “continuare a lavorare, per fare ancora molte cose importanti prima delle dimissioni” - (“Rossijskaja gazeta” (“RG”) del 24 maggio, pag.2; e “Kommersant” del 27.5; pag.2).

* L’”Istitute of Grocery Distribution” ha previsto che nel 2015 i volumi dei maggiori mercati di prodotti alimentari ammonteranno:
in Cina - a 1 042 mld.di euro; negli USA a 843 miliardi; in India a 428 mld, in Russia – a 394 miliardi di euro; in Brasile – a 330 e in Francia – a 241 miliardi di euro, in Germania – a 175 miliardi, eccetera - (“Kompanija”
No 20 del 27.5; pag.14).

* Secondo i dati aggiornati, la popolazione russa attualmente e` composta da 66,1 milioni di uomini e 76,8 milioni di donne. Tale rapporto e` rimasto quasi immutato durante tutto l’ultimo decennio. E` curioso che tra i neonati prevalgono i maschietti, ma tra la gente con oltre i 30 anni la “maggioranza” passa gia` alle donne: dopo il divario aumenta a 2 volte nella categoria degli settantenni e a 3 volte - tra gli ottantenni.

Nel 2011 in Russia sono stati registrati 1,3 milioni di matrimoni e 669mila divorzi. I sociologi hanno calcolato inoltre che nel Paese ogni mille abitanti ci sono 252 scapoli incalliti e 170 donne single che preferiscono vivere “da sole”. Dai dati diffusi recentemente dal portale “Supejob” insieme ad alcuni uffici di collocamento risulta che soltanto il 18% dei lavoratori russi usufruisce ogni anno di tutto il periodo feriale, mentre l’82 per cento delle persone ha accumulato vari giorni o addirittura qualche mesi “non usufruiti e liberi” -
(“RG” del 27 e del 15 maggio, pagine 6). 




Economia, settori e mercati, grandi aziende e PMI

 

* Nelle pubblicazioni sull’attuale situazione economica gli esperti evidenziano i diversi fattori del rallentamento dei comparti industriali (in totale la produzione industriale ad aprile e` diminuita dello 0,9%, rispetto a marzo), anche se per ora “nell’industria prevale la tendenza di una crescita pari allo 0,9-1 per cento annuo, formatasi dall’inizio del 2012”. Ad aprile la produzione e` salita grazie principalmente all’estrazione di gas e dei materiali da costruzione; pero` i settori delle trasformazioni in generale sono in un ristagno. In quest’ultimi giorni il “Rosstat” ha rilevato inoltre il rallentamento della crescita dei consumi privati e un calo degli investimenti. Nel primo trimestre gli investimenti stranieri sono aumentati del 65,4% su base annua , $60,4 miliardi, ma gli investimenti russi nelle economie straniere sono incrementati del triplo, a 92,3 miliardi di US$. La domanda interna continua a sostenere i consumi privati, spinti dall’aumento degli stipendi delle persone pagate dallo stato. Nello stesso tempo ad aprile il commercio al minuto e` cresciuto “solo” del 4,1 per cento (a marzo +4,4%), sopratutto a causa del rincaro dei prodotti alimentari. I bassi indici della disoccupazione – a parere di molti analisti - adesso sono mantenuti tali grazie al settore statale e a un incremento dell’occupazione “informale”. Il governo sta cercando i vari impulsi di crescita in questa complessa situazione economica sia interna che estera. Il primo vicepremier Shuvalov e i ministri credono che “nessuna recessione minaccia l’economia nazionale nel 2013” ed esprimono l’insoddisfazione dei ritmi di crescita nei primi 3 mesi, quando il prezzo di petrolio era ancora abbastanza alto”. Inoltre Shuvalov e alcuni ministri danno rilievo al parere del 53% delle societa` e delle aziende straniere operanti in Russia, secondo le quali “il clima d’investimento in Russia sta migliorando” - (“Ekspert” No 21 del 27.5; pag.110; “Kommersant” del 27.5; pag.6; “RG” del 24.5; pag.2; “Vedomosti” del 27.5; pag.4, e “Kommersant” di oggi, 28 maggio, pag.6).

* 60-50 anni fa il settore spaziale e l’industria atomica dell’energia elettrica hanno dato l’impulso a tutte le materie scientifiche e alle tecnologie, nelle quali la Russia e` competitiva e mantiene ancora la leadership internazionale. Il settimanale “Odnako” (No 17 del 27.5; pag.40-45) ha fatto un’analisi del potenziale e delle prospettive globali dell’industria nucleare, in cui ha sottolineato che “quest’industria e` in grado di assicurare un notevole impulso ai settori della produzione scientifica”.

“Kommersant” del 27 maggio ha dedicato un suo supplemento allo sviluppo delle ferrovie ad alta velocita`. Il presidente della SpA “Ferrovie russe” Vladimir Jakunin mette in evidenza che in questo progetto “si incrociano e combaciano l’economia e la geopolitica, gli interessi dello Stato e del business privato”. Il dirigente e` convinto che gli ingenti investimenti risulteranno fruttuosi per il Paese. Negli articoli e nelle interviste pubblicate si rileva che la realizzazione e l’uso del nuovo grande sistema di trasporto “porteranno utili sia allo Stato che agli investitori e agli imprenditori privati, consentira` di aumentare la mobilita` della gente e di migliorare la qualita` della vita degli abitanti di molte regioni”. La prima ferrovia ad alta velocita` Mosca- Kazan’ potra` essere costruita in Russia entro il 2018. A parere di Vladimir Jakunin, l’opera costera` 928 mld.di rubli ( piu` di 23 mld.di euro), di cui un terzo sara` a carico dei privati. Diversi altri aspetti del settore sono stati discussi lunedi` durante una riunione di lavoro, presieduta da Vladimir Putin, e oggi sono diffusamente illustrati da molti quotidiani (“Vedomosti”, pag.10, “RG”, pag.2, “Kommersant”, pag.1 e 9, ed altri giornali del 28 maggio). Si rileva che, tenendo conto del miglioramento del collegamento ferroviario tra Mosca e San- Pietroburgo grazie ai treni “Sapsan”, la costruzione di una ferrovia ad alta velocita` tra le due “capitali russe” (costerebbe piu` di 1 000 mld.di rubli) per ora e` stata rimandata.

Intervistato da “Vedomosti” (23.5; pag.8-9), Andrej Martirosov, direttore della compagnia aerea “Jutaire” (nel 2012 ha fatturato circa 80 mld.di rubli con un utile di 70 milioni) ha illustrato il progetto di un nuovo, quarto aeroporto moscovita “Ermolino”, mostrando i suoi numerosi vantaggi, e ha diffusamente parlato dello sviluppo della sezione “elicotteri”.

Nell’edizione del 27 maggio “Kommersant” (pag.9 e 11) ha sviluppato le problematiche della “Corporazione cantieristica unita” (fondata nel marzo 2007 nel settore industria navale militare e civile con un patrimonio di 5,1 miliardi di US$), che nelle ultime settimane sono state oggetto delle discussioni anche nei vertici del Paese. La rassegna e` corredata dalla presentazione dei maggiori cantieri del gruppo e dai risultati dell’industria nel 2012. Il nuovo presidente della “Corporazione” Vladimir Shmakov ha notato che “la strategia del gruppo sara` sincronizzato con il programma statale di sviluppo dell’industria navale” e ha dato rilievo ai nuovi ordini, ricevuti dalla “Corporazione” nell’ambito dei vari progetti , relativi all’estrazione degli idrocarburi sulle piattaforme continentali marittime nell’Estremo Nord della Russia.

Nell’analizzare l’attuale ripartizione del mercato della telefonia mobile in Russia “Vedomosti” (23.5; pag.11) ha riferito che il gruppo finanziario “VTB” intende far diventare la compagnia controllata “Tele2Russia” il quarto maggiore operatore del settore.

Dal primo luglio del 2012 la Federazione Russa ha esportato 14,85 mln.di tonnellate di cereali, di cui 10,6 milioni di ton. di frumento (il 71,4 per cento del totale). D’altro canto, il Paese ha importato (al 15 maggio) 1,17 milioni di ton., di cui` la meta` erano cereali dal Kazakistan - (“Kommersant” di oggi, 28.5; pag.6).

Da 40 a 150 e addirittura a 700 chili sono aumentate le vendite di pesce giornaliere nei negozi “Oceano nuovo”, aperti da pochi mesi nei supermercati controllati da “X5 Retail Group”, leader fra le maggiori catene di distribuzione in Russia. “Ekspert” (No 21 del 27.5; pag.34-35) in un suo servizio sostiene che il gruppo intende verificare l’efficacia di questa esperienza anche per altre grandi categorie dei prodotti salimentari. Gli analisti del settore commerciale senz’altro troveranno molte informazioni e opinioni utili sull’attuale situazione e sui problemi del retail commerciale, riportate in due rassegne approfondite di “Vedomosti” (23.5, pag.10 e 19, e 27.5, pag. 1 e 19). Secondo i commercianti, adesso i consumatori vanno nei negozi piu` raramente, rispetto a qualche anno fa, pero` ogni volta acquistono piu` merci e prodotti che prima. L’articolo nell’edizione del 23 maggio e` corredato dal grafico delle spese tipiche giornaliere di una famiglia media.

Dalle varie ricerche di mercato, realizzate dalla compagnia “RBK”, si e` saputo che l’anno scorso: le vendite dei materiali da costruzione e ricostruzione delle case sono aumentate piu` del 20%, rispetto all’anno precedente; le importazioni dei gelati hanno avuto un aumento del 26,5 per cento sul 2011, mentre le vendite di bevande analcoliche sono cresciute del 18 per cento (“RBK daily” del 24 maggio; pag.4).

* “Nezavisimaja gazeta” (22.5; pag.4) ha riferito sul come il povero settore della Sanita` produce effetti negativi sullo sviluppo umano e sulla qualita` della vita di una gran parte della popolazione russa. Infine segnalo un’intervista pubblicata dal settimanale “Kompanija” (No 20; pag.44-47): Serghej Junin, banchiere e accanito collezionista, risponde alle domande sul mercato di antiquariato valutato come minimo in due miliardi di US$. L’intervistato riconosce che la situazione del mercato (il 90% delle operazioni si fa in nero) “e` molto lontana da quella ideale”.




Studiamo i territori e le regioni della Federazione Russa

 

* Nelle ultime 2-3 settimane molti giornali hanno messo in evidenza che le Regioni spendono sempre di piu` mentre le loro entrate di bilancio (3 138 mld.di rubli nel 2012; le spese 3 166 miliardi) sono rallentate. In tal modo sono minacciate varie soluzioni dei problemi sociali, lo sviluppo dei servizi comunali e urbani, gli investimenti, nonche` la stessa stabilita finanziaria dei Territori e delle Regioni. Durante una riunione ordinaria del governo (23.5) e` stato riconoscito che il Consiglio dei ministri deve prestare maggiore attenzione agli insufficienti redditi della stragrande maggioranza dei Soggetti della Federazione - (“Nezavisimaja gazeta” del 15.5, pag.4; “Kommersant” del 20.5, pag.6; “RG” del 22.5, pag.4 – l’articolo dell’ex premier e accademico Evghenij Primakov; “Vedomosti” del 23.5, pag.4; “Kommersant” del 24.5, pag.6; “Ekspert” No 21 del 27.5; pag.60-64).

* I governatori e i capi di parecchi Territori hanno proposto di creare delle compagnie federali che devono inglobare gli aeroporti locali, quasi abbandonati a causa della mancanza di risorse finanziarie. Per esempio, 15 anni fa nella Regione di Vologda c’erano ancora 8 aeroporti; adesso ne sono rimasti soltanto 3, uno dei quali e` finanziato dalla grande compagnia metallurgica privata “Severstal” - (“Izvestia”; 24.5; pag.1 e 4).

* Adesso in Russia si contano 333 citta`-impresa; 68 comuni “sono in difficolta`”. “RG” (21.5; pag.10) ha discusso la situazione con Irina Makieva, vicepresidente della Corporazione “Banca per lo svilupppo e il commercio estero” (“Vnesheconombank”), che organizza il sostegno alle aziende che potrebbero ancora sopravvivere e dare lavoro a migliaia e migliaia di persone.

* I giornali hanno ultimamente riferito sulla vita economica, politica e sociale della Regione di Irkutsk (in Siberia; “Kommersant” del 15.5; pag.2), della Regione di Tula (il centro della parte europea; “Kompanija” No 20 del 27.5; pag.18-25) e della Regione di Voronezh (il
centro; “Ekspert”
No 21 del 27.5; pag.34-45: l’avvio della prospezione dei giacimenti locali di rame e di nichel ha suscitato le proteste degli ecologisti e degli abitanti.

“RG” nelle sue edizioni degli ultimi giorni ha presentato lo sviluppo del settore petrolchimico e di quello informatico nella Repubblica di Tatarstan (24.5; l’intera pagina 17) e ha svelato i “segreti” del “boom” edilizio e di costruzione nella Regione di Celjabinsk (la parte meridionale degli Urali; 27.5; pag.4). 

* Nella Regione di Mosca il totale delle superficie dei depositi e magazzini e` salito a 8,47 mln.di metri quadrati, ma nonostante questo molti clienti non trovano spazi soddisfacenti, principalmente nei depositi “classe A”. Lo ha scritto “Vedomosti” (8.5; pag.18), rilevando che entro la fine del 2013 saranno approntati altri depositi per piu` di 900mila metri quadrati.

“Itoghi” (No 20 del 20.5; pag.16-18) ha analizzato la realizzazione del progetto del “Centro di innovazioni di Skolkovo”, i suoi vantaggi e i difetti. In 5 anni saranno spesi – dallo Stato e dai privati alla pari – circa 170 mld.di rubli (4,2 miliardi di euro), piu` della meta` degli stanziamenti statali per la scienza.
* Tra le pubblicazioni sulla situazione e sui cambiamenti di
Mosca segnalo i servizi:
sulla ricostruzione dei lungofiumi lunghi circa 180 km. (“Itoghi”
No 19 del 13.5; pag.51-53);
sulla riqualificazione del territorio dell’ex stabilimento “Krasnyj Oktjabr’” (Ottobre Rosso) con costruzioni che occuperanno soltanto 40mila metri qadrati e non 1 milione, come prevedeva l’ex sindaco Jurij Luzhkov (“Kommersant”; 22.5; pag.13); sulla prossima rinascita del “Piccolo annello ferroviario” (54 chilometri in totale) che dal 2015 dovra` ogni giorno trasportare decine di migliaia di moscoviti (“RG”; 27.5; pag.6). 




Finanza, fisco, dogana, leggi, settore assicurativo

 

* Agli esperti del sistema bancario additto sopratutto la rassegna di “Kommersant” (27.5; pag.13) dedicata alle problematiche della regolamentazione dell’attivita` bancaria legate al prossimo passaggio ai principi e alle normative “Basilea-3”, nonche` l’inserto “Internet-banking” del settimanale “Ekspert” (No 21 del 27.5; pag.101-106).

Inoltre credo che si troveranno informazioni utili e interessanti anche nei servizi di “Profil” (No 20 del 27.5; pag.36-39) sulla privatizzazione di un pacchetto di azioni della banca VTB e sui compiti del retail bancario visti da Il’ja Filatov, vicepresidente della banca “Uralsib” nonche` in un commento di “Vedomosti” (27.5; pag.14) ai retroscena e ai particolari dell’acquisto della “Absoljut bank” controllata dal gruppo belga KVS, da parte del fondo pensioni “Blagosostojanie” (Benessere).
* Secondo “Kommersant” (27.5; pag.1 e 6), il progetto di legge sulla
lotta contro le operazioni fiscali illegali, approvato venerdi` scorso dalla GosDuma nella seconda, definitiva lettura, complichera` la vita degli imprenditori. Pero` si tratta di un documento importante, poiche` e` diretto a diminuire il fenomeno delle societa` e aziende che “nascono e muoiono entro una giornata”.
* La banca d’investimento “JPMorgan” diventa consulente del Ministero delle Finanze e dovra` aiutare la Russia ad
elevare il rating creditizio del Paese. Adesso questo rating e` “Baa1” secondo l’agenzia Moody’s, ed e` “BBB”, secondo “Fitch” e “S&P”. In conformita` al programma di gestione delle risorse finanziarie statali, entro il 2016 i rating dovranno raggiungere rispettivamente il livello “A3” e “A” (“Vedomosti”; 27.5; pag.4). 

* L’analista del settimanale “Odnako” (No 17 del 27.05; p.66-59) sostiene in un suo articolo che “la “guerra contro i contanti” iniziata in Russia, presentera` ai maggiori istituti di credito ottime possibilita` per un’ulteriore monopolizzazione del mercato”. Sempre secondo l’esperto, gli interessi degli clienti delle banche possono essere parzialmente danneggiati.

* Infine segnalo un’intervista di “Profil” (No 20; pag.52-55) in cui si tratta dell’indagine sociologica sulla corruzione in Russia. 




Cari lettrici e lettori, grazie per l’attenzione. Distinti e cordiali saluti.

A cura di Valerij Shvetsov (con la collaborazione di Canzio Cavallini) e-mail:valerio.m@unimpresa.ru

Telefoni: ufficio +7 (495) 411-79-48 (int. 3413); cell: +7 (916) 531-04-45 www.confindustriarussia.it;






 Associazione Conoscere Eurasia - Via dell'Artigliere, 11 37129 Verona Italia - C.F. 93197240232 - P.IVA 03739750234 T: +39 0458020904 F: +39 0459299924 M: info@conoscereeurasia.it