Rassegna della Stampa Russa - 30.05.2017

 

 

Eventi, problematiche e dati statistici generali 

  Lunedì (29.05) Vladimir Putin, su invito del presidente Emmanuel Macron, ha compiuto una visita in Francia. Dai primi commenti di diplomatici, analisti e corrispondenti dei mass-media russi risulta che i vari colloqui, le trattative informali di oltre tre ore tra i due Capi di Stato, la visita ad una esposizione dedicata ai tre secoli di relazioni fra Russia e Francia e alcuni altri incontri, hanno consentito ai presidenti di “comprendere meglio le reciproche posizioni e stabilire un primo contatto di lavoro mirato a cambiare l’attuale stato delle relazioni politiche bilaterali, caratterizzato da un “blocco” di molti meccanismi della collaborazione interstatale”. Nella conferenza stampa comune, i due leader hanno confermato le proprie divergenze su alcune problematiche; allo stesso tempo sono stati unanimi nel ribadire “il compito attuale più importante: la lotta al terrorismo”, nonché la “disponibilità ad agire insieme” – (le agenzie d’informazione, internet; Rossijskaja gazeta (RG) del 29 maggio, pag.2 e 8, nonché RG, pag.1-2: link: https://rg.ru/2017/05/29/vladimir-putin-provel-peregovory-s-emmaniuelem-makronom-v-parizhe.html, Vedomosti, pag.3, Kommersant (Kom-t), pag.1 e 3, Metro, p.8, Izvestia e molti altri quotidiani di oggi 30 maggio).
 
   Venerdì (26.05) in Russia si è celebrata la “Giornata dell’imprenditoria”. In quest’occasione la Banca Centrale ha appoggiato l’idea di estendere l’assicurazione dei depositi bancari degli imprenditori a tutti gli istituti finanziari di credito. Inoltre, il ministro Mikhail Abysov ha previsto “con sicurezza” che le attuali spese del business dovute ai controlli e alla sorveglianza eccessiva saranno dimezzate entro il 2024. Il sindaco di Mosca Serghej Sobjanin ha promesso di approvare a breve “un pacchetto di agevolazioni fiscali e di preferenze mirate a sostenere il business operante nella capitale”. Il presidente Putin ha prorogato per il prossimo quinquennio il mandato di Boris Titov, difensore civico dell’imprenditoria russa e di quella straniera operante nella FR. Nell’incontro al Cremlino Titov ha presentato al Capo dello Stato la relazione annuale sul lavoro del suo ufficio nel 2016 e sui principali problemi della comunità imprenditoriale: incertezza della situazione economica in Paese, numerosi procedimenti penali e fallimenti delle banche, burocratizzazione eccessiva della rendicontazione, molte demolizioni delle piccole e medie strutture commerciali in varie Regioni, mancata esecuzione delle soluzioni relative ai lavoratori autonomi in nero, ecc. Inoltre Titov ha proposto di introdurre un regime fiscale speciale per i ricchi e gli investitori privati, ovvero un’imposta sui redditi provenienti dalle fonti di guadagno straniere. Il provvedimento dovrebbe aiutare a rivelare i redditi nascosti offshore, facendoli ritornare in Russia – (RG, pag.2, Izvestia, pag.2, Kommersant (Kom-t), pag.4: link: https://www.kommersant.ru/doc/3311128, ed Expert № 22 p.6, del 29.5).
 
   Venerdì (26.05) a Kazan’ (capitale della Repubblica del Tatarstan) le delegazioni dei Paesi aderenti alla CSI (Comunità degli Stati Indipendenti) e all’UEE (Unione Economica Euroasiatica) hanno discusso e firmato una serie di documenti che prevedono una loro collaborazione più attiva nel settore delle innovazioni, nella riduzione delle barriere commerciali, nella lotta alla produzione contraffatta, nella difesa delle proprietà intellettuali, ecc. Lo scorso anno in seguito all’integrazione il settore agroindustriale dell’UEE è aumentato del 4% su base annua – (RG del 29.5, pag.2).
 
   Domenica (28 maggio) il nuovo aereo russo di media autonomia di volo MS-21 ha superato le prime prove in aria. Molti specialisti hanno previsto che questo velivolo di nuova generazione potrebbe competere bene con alcuni modelli di Boeing e Airbus. Allo stesso tempo hanno consigliato di non fare gli errori commessi durante la produzione e il lancio sul mercato di un “altra speranza dell’aeronautica civile russa, l’aereo SSJ-100”. In 7 anni sono stati prodotti 128 aerei e, purtroppo, solamente 92 SSJ-100 effettuano voli regolari, nonostante i 4 mld di USD, ovvero 4 budget per la creazione di un aereo medio, spesi per la sua progettazione e produzione. Attualmente il MS-21 segue il bilancio medio e, a parere di molti esperti, “promette di diventare un capolavoro dell’aeronautica civile russa” – (le agenzie d’informazione del 28.5; RG, pag.3: link: https://rg.ru/2017/05/28/passazhirskij-samolet-ms-21-sovershil-pervyj-polet.html, e Metro, pag. 4, del 29 maggio; Kom-t, pag.1 e 11, di oggi 30.5, ecc.).
 
   Sempre nella giornata di domenica circa 40 mila moscoviti e ospiti della capitale, di età compresa tra i 10 e i 78 anni (un record per la popolare manifestazione sportiva) hanno partecipato alla “Parata nazionale di biciclette” svoltasi a Mosca sul tracciato dell’“Anello dei giardini”. Dal primo giugno nella metropolitana di Mosca comincerà a circolare (prima sulla linea verde) un treno tematico abbinato al festival “Tempi ed epoche” dedicato al Medioevo, nonché ai secoli XVII-XX. Tra i passeggeri del primo treno ci sarà anche un “senatore romano” – (Izvestia, pag.12, Metro, pag.2, del 29 maggio).
 
   Lunedì (29.05) a Mosca e nella Regione circostante il brutto tempo, instabile, durato tutta la primavera, ha raggiunto il suo apice: un uragano con venti fino a 30 km/sec ha provocato 16 vittime, oltre 150 feriti e ingenti danni materiali: case distrutte, macchine schiacciate, linee di comunicazioni danneggiate, ecc – (tutti i mass-media, compresa la stampa nazionale e regionale).  
 

Economia 

   Situazione generale:
 
  Nell’analizzare il programma del Forum internazionale economico che avrà luogo a San Pietroburgo (1-3 giugno) molti esperti hanno dedotto che quest’anno l’assise comprenderà un numero maggiore di discussioni di carattere economico generale rispetto a varie presentazioni e manifestazioni ufficiose. Si prevedono un interessante “summit per i problemi energetici” e una serie di dialogi bilaterali tra gli imprenditori di diversi Paesi. Gli analisti hanno notato inoltre che quest’anno sarà prestata maggiore attenzione ai “contatti continui dei padroni di casa con le compagnie disposte a sviluppare progetti nella FR, malgrado le limitazioni commerciali in tutto il mondo”. Tra i principali eventi del forum che si terranno venerdì (02.06) sono annoverati l’intervento di Vladimir Putin, le sessioni dei capi di India e Austria, la relazione del presidente di Rosneft Igor’ Secin, nonché un dialogo tra businessman russi e statunitensi – (Kom-t del 18.5, pag.2).
 
Tra le numerose pubblicazioni dedicate al Forum segnalo innanzitutto un’approfondita rassegna speciale pubblicata dal settimanale Profil (№ 20 del 29.5, pag.16-47: link: http://www.profile.ru/economics/item/117562-prigovor-k-bednosti). La pubblicazione comprende le analisi di molti settori e di diversi aspetti della situazione in Russia: dall’attuale stato dell’economia (secondo il parere degli autori, “il Paese è ancora nel ristagno, con un divario sempre più profondo dallo sviluppo mondiale”) alla necessità di “demonopolizzare” lo sviluppo economico, all’industria del turismo e alla cinematografia nazionale.
 
  Nel caratterizzare la situazione economica attuale lo stesso Profil (pag.10), nonché Vedomosti (23.5, pag.5) ed Expert (№ 20 del 29.5, pag.4) hanno messo in evidenza che ad aprile i redditi reali pro capite disponibili sono diminuiti del 7,6% su base annua: da 31.455 rubli dell’aprile dell’anno scorso a 30.493 rubli. In tal modo, hanno notato gli osservatori, i redditi sono calati al livello del 2009. A febbraio l’indice della sicurezza di consumo ha continuato a restare nella zona negativa, costituendo -14,9 punti. Dall’altro lato, il Rostat ha constatato che ad aprile le spese della popolazione sono aumentate: molte persone ricorrono ai prestiti.
 
  Kommersant (29.5, pag.2: link: https://www.kommersant.ru/doc/3311035) ha supposto che il governo abbia definito “il futuro della riforma degli acquisti statali”. Il quotidiano in un lungo articolo ha raccontato la “storia” del problema, iniziata a fine 2013, spiegando la decisione dell’esecutivo di trasformare tutti gli acquisti statali in formato elettronico. Attualmente non sono state risolte solamente alcune questioni “periferiche” legate al funzionamento del sistema unito d’informazione. Ad ogni modo, dal primo giugno dell’anno prossimo i committenti avranno il diritto di scegliere le aziende fornitrici nel formato elettronico. Questo diritto diventerà un obbligo a partire dal primo gennaio del 2019.
 
  Circa due anni fa in Russia è stata costituita la Corporazione di sviluppo della piccola e media imprenditoria. Recentemente il Ministero dello Sviluppo Economico ha elaborato un ddl che “obbliga la Corporazione ad osservare una serie di normative simili a quelle bancarie”. Negli ultimi giorni i dicasteri finanziari hanno determinato come assicurare i mezzi finanziari delle PMI – (Kom-t del 24.5, pag.2, e del 26.5, pag.9).  
 
   Settori, grandi società e PMI:
 
  Il Rosstat e diverse fonti d’informazione indipendenti hanno rilevato la continuazione di un aumento moderato della produzione industriale. A parere di alcuni analisti, il livello della produzione ha superato l’indice massimo della seconda metà del 2014 e “il suo aumento è stato condizionato dalla crescita delle industrie della trasformazione e dell’approvviggionamento di energia elettrica”. Inoltre, molti specialisti hanno evidenziato un aumento del Pil (a marzo era +0,2% rispetto al mese precedente), rivelando la tendenza verso una ripresa dell’economia nazionale e un aumento degli investimenti (vedi Expert № 22 del 29.5, pag.4 e 96).
A questo punto metto in rilievo una speciale relazione di Expert (№ 22 del 29.5, pag.13 e 27-53 link:http://expert.ru/expert/2017/22/proizvoditelnost-truda-kulturnyij-aspekt/), in cui il settimanale ha approfonditamente trattato le numerose problematiche legate al livello attuale piuttosto basso della produttività del lavoro, nonché i diversi sistemi che dovrebbero aiutare le aziende e le società russe ad aumentarla a breve.
 
  Segnalo ora tre ampi supplementi tematici dedicati al settore farmaceutico (RG del 29.5, pag.A1-A4, ed Expert № 22 del 29.5, pag.62-69: il rating delle compagnie farmaceutiche per il livello dell’attivita d’investimento), al mercato del trasporto delle merci e alla logistica (link: https://www.vedomosti.ru/business/articles/2017/05/30/692057-dalnoboischiki-inflyatsiyu Vedomosti di oggi 30 maggio, pag. V1-V8:).
Agli analisti del settore dei trasporti, sarà senz’altro utile l’approfondita conversazione di Kommersant (30.5, pag.1 e 13) con Oleg Belozjorov, presidente di RŽD (Ferrovie russe SpA).
Nell’ultimo anno e mezzo la società statale ha lavorato principalmente in condizioni caratterizzate dalla diminuzione delle spese e dei sussidi statali. Attualmente il problema più importante della compagnia è il considerevole calo della redditività accompagnato da un aumento generale dei trasporti. Oleg Belozjorov ha spiegato con dovizia i particolari tecnici e finanziari di come il CdA di RŽD intende risolvere vari problemi e perché i vicepresidenti della società verranno sostituiti gradualmente dai direttori. Lo stesso presidente nell’ambito di una riforma corporate diventerà direttore generale.
 
  Anna Popova, capo dell’Agenzia federale “Rospotrebnadzor” (Controllo della qualità degli alimenti e delle merci di consumo) ha rilasciato un’intervista a RG (link: https://rg.ru/2017/05/25/anna-popova-do-potrebitelia-u-nas-dohodit-bezopasnaia-produkciia.html 26.5, pag.5:) in cui ha messo in evidenza l’aumento della produzione contraffatta e ha illustrato diversi provvedimenti proposti dal dicastero al fine di introdurre la responsabilità legale per i reati nel settore.
In un servizio di Kommersant (29.5, pag.12) si tratta della dinamica della produzione dell’olio di girasole (quest’anno potrebbe diminuire di circa 22 mld di rubli) e dei vari problemi legati agli operatori del mercato. A questo proposito segnalo che lo scorso anno l’export di oli e grassi dalla Russia ha fruttato $3,12 mld.
 
  Negli ultimi giorni molti giornali, tenendo conto della prossima estate, hanno dedicato notevole spazio alla descrizione e al commento dello stato attuale del turismo estero in Russia (Kom-t del 24.5, pag.12; e i settimanali del 29 maggio Expert № 22, pag.26, e Profil № 20, pag.38- 43) e del turismo interno (Izvestia del 25.5, pag.7).  
 
   Altre informazioni:
 
- la compagnia PSMA rus ha fermato la produzione di nuove automobili delle case Peugeot, Citroen e Mitsubishi nel suo stabilimento di Kaluga dal 29.05 al 20.06 al fine di “riorganizzare le catene di montaggio e di produzione” – (Vedomosti di oggi 30.5, pag.12);
 
- la VEB (Vnesheconombank) ha stanziato 6 mld di rubli ed è riuscita a ripristinare la produzione del gruppo “Stabilimenti di trattori”; nei prossimi 6 mesi saranno prodotte 46 unità di macchine per costruzioni civili e stradali – (link: https://www.kommersant.ru/doc/3306175 Kom-t del 25.5, pag.11:);
 
- la maggior parte dei naviganti russi rifiutano i nickname e preferiscono usare il proprio nome durante i contatti online – (Izvestia del 25.5, pag.3);
 
- il miliardario Roman Avdeev (proprietario della “Banca di credito di Mosca”, ecc) per la prima volta ha investito nei beni immobiliari per gli uffici, acquistando il business park “Solutions”. Attualmente il prezzo di molti beni immobiliari è pari al costo di costruzione – (RBK; 29.5, p.11).  
 

Finanza, fisco, dogana, leggi, settore assicurativo 

   Ad aprile il volume dei crediti concessi alle persone fisiche è aumentato del 17% su base annua: ammontava a 312 mld di rubli contro 266 mld di rubli nello stesso mese del 2016 – (Kommersant del 30.5, pag.2).
 
   La redazione di RBK è riuscita ad esaminare alcune documentazioni del Ministero delle Finanze, relative alle modifiche da apportare al Bilancio federale 2017 presentate dal governo alla GosDuma (la Camera bassa dell’Assemblea federale) venerdì 26 maggio (29.05, pag. 1, 8-9: (link: http://www.rbc.ru/economics/26/05/2017/592844e49a7947037db6da00). Il giornale e alcuni esperti intervistati hanno constatato che “quest’anno le uscite del bilancio (16.600 mld di rubli) supereranno di 175 mld le uscite del 2016 e di 362 mld di rubli quelle previste dalla legge federale “Sul Bilancio federale del 2017”.
 
   Nell’edizione di oggi 30 maggio la rivista “Kommersant-Den’ghi” № 23 ha pubblicato (pag.8- 9: link: https://www.kommersant.ru/doc/3303768) un ampio articolo sulla dinamica del superrafforzamento del rublo. In seguito a questo processo il rublo è diventato una delle valute più forti in tutto il mondo. A parere degli analisti, però, “è poco probabile che la divisa manterrà la sua forza per un lungo periodo”.
 
   Gli azionisti di Sberbank hanno deciso che quest’anno l’istituto finanziario stanzierà 135,5 mld di rubli (6 rubli per ogni azione) per pagare i dividendi. Alcuni esperti si sono detti convinti che nei prossimi anni i dividendi pagati dalla maggiore banca pubblica del Paese aumenteranno ancora. Oltre a questa nota RBK (29.5, pag.10) ha riportato alcune cifre ed indici sul sistema bancario russo. In particolare risulta che:
 
- al primo maggio di quest’anno in Russia hanno operato 600 organizzazioni di credito con il diritto di effettuare diverse operazioni bancarie; circa il 52% delle suddette organizzazioni si trovano a Mosca e nella Regione di Mosca;
 
- la Banca centrale ha concesso crediti al settore bancario per un importo totale di 2.726 mld di rubli (al primo maggio 2017);
 
- il volume dei depositi bancari delle persone fisiche al primo gennaio 2017 ammontava a 24.200 mld di rubli, ovvero il 4,2% in più su base annua;
 
- al primo gennaio 2017 gli attivi e i passivi congiunti del settore bancario hanno costituito 80.063 mld di rubli; nel 2016 sono diminuiti del 3,5%; ecc.
 
   Negli ultimi giorni la stampa ha trattato inoltre:
 
- un lodo della Corte Suprema della FR, secondo la quale, “i presititi delle organizzazioni microfinanziarie superiori a 1 mln di rubli sono illegali” – (Kom-t del 22.5, pag.1 e 10);
 
- la decisione del governo di “congelare” l’ulteriore discussione del progetto di legge relativo al cosiddetto “capitale pensionistico individuale”. Una discussione del concetto proposto recentemente dal Ministero delle Finanze e dalla Banca Centrale potrebbe cominciare solamente dopo una decisione politica delle massime autorità relativa ad una riforma generale del sistema pensionistico – (RBK del 25.5, pag.6-7, e Izvestia del 29.5, pag.1 e 6).
 
  In conclusione segnalo ai lettori il supplemento tematico a Kommersant del 29 maggio (pag.17-20 link: https://www.kommersant.ru/doc/3306816) dedicato a diversi aspetti e fattori dell’attività del mercato russo delle società giuridiche.  
 
 
 Cari lettori, grazie per l'attenzione. 

Cordiali saluti.
A cura di Valerij Shvetsov
e-mail: valerio.m@yandex.ru
Telefono - cell: +7 (916) 531-04-45

 


 Associazione Conoscere Eurasia - Via dell'Artigliere, 11 37129 Verona Italia - C.F. 93197240232 - P.IVA 03739750234 T: +39 0458020904 F: +39 0459299924 M: info@conoscereeurasia.it