Rassegna della Stampa Russa - 30.06.2017

 

 

Eventi, problematiche e dati statistici generali 

   Giovedì 29 giugno è ufficialmente entrata in vigore la proroga delle sanzioni economiche settoriali dell’UE contro la Federazione Russa fino al 31 gennaio 2018. A questo riguardo Aleksej Meshkov, ex ambasciatore in Italia e attuale vice ministro degli Affari Esteri della FR, ha espresso il proprio rammarico e ha evidenziato che “è soltanto una minoranza agressiva dell’Unione Europea a tenere le redini della politica estera”. Grigorij Rapota, segretario dello Stato alleato Bielorussia- Russia, ha sostenuto che le relazioni tra l’UE e l’Unione Economica Euroasiatica (UEE) “non si muovono dal vicolo cieco in cui si sono bloccate, soprattutto a causa della mancanza di un dialogo continuo e di fiducia reciproca”.
Nel suo intervento al quinto “Seminario eurasiatico” di Roma Tat’jana Valovaja, ministro dell’integrazione e della macroeconomia dell’UEE, ha constatato un rallentamento degli scambi commerciali con l’UE ma si è detta convinta che “la collaborazione con gli imprenditori italiani permetterà di regolamentare un dialogo con l’Unione Europea”. Antonio Fallico, presidente del CdA di Banca Intesa e dell’Associazione “Conoscere l’Eurasia”, nonché fondatore del suddetto Seminario di Roma, ha sottolineato che l’UEE “è un importante soggetto del mercato globale che consente di creare una nuova mappa geopolitica e geoeconomica”. Inoltre, ha dichiarato che nel primo trimestre di quest’anno “il volume degli scambi commerciali dell’Italia con i 5 Paesi membri dell’UEE è ammontato a 5,7 mld di euro, ossia il 14,7% in più rispetto al medesimo periodo dell’anno scorso”.
 
Oggi (30.06) il Presidente Putin ha accettato la proposta del CdM di prorogare l’embargo sugli agroalimentari prodotti nei Paesi occidentali ancora per un anno, fino al 31 dicembre del 2018 – (Interfax e le altre agenzie d’informazione del 28-30.6; Vedomosti, pag.2, e RG del 29.6, l’inserto “Lo Stato alleato Bielorussia-Russia”, pag.1-2: link: https://rg.ru/2017/06/28/grigorij-rapota-prinial-uchastie-v-piatom-evrazijskom-seminare-v-rime.html; Izvestia, pag.2: link: http://iz.ru/612565/pavel-panov/v-ocherednoi-raz-politika-beret-vverkh-nad-ekonomikoi, RG, pag.2, Vedomosti, Metro e gli altri quotidiani di oggi 30 giugno).
 
   Il governo, su proposta di Vjaceslav Volodin, presidente della GosDuma (la Camera bassa dell’Assemblea federale), ha iniziato a ritirare i progetti di legge e gli emendamenti che sono stati presentati durante le precedenti legislature o che non sono più attuali. Pochi giorni fa il CdM ha ritirato o richiesto di respingere 32 ddl. Attualmente la GosDuma deve prendere in esame ancora 116 progetti di legge presentati dal CdM alla Camera bassa durante il periodo dal 2005 al 2016 e oltre 160 ddl proposti durante l’attuale legislatura (la settima). Un gruppo di lavoro e le singole commissioni della Camera bassa dovranno esaminare ancora oltre 2 mila ddl e documenti che non sono più attuali. Questa attività sarà portata a termine entro l’inizio del 2018 – (Izvestia del 27.6, pag.3).
 
   Nei primi 5 mesi di quest’anno la polizia ha registrato 55.500 incidenti stradali, il 5% in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il numero delle vittime è diminuito del 10%. Nel 2016 gli incidenti stradali hanno provocato 20.308 decessi, ovvero 3 mila persone in meno su base annua e 7 mila persone in meno rispetto al 2014. Il quadro generale degli incidenti automobilistici varia da una regione all’altra. Ultimamente la situazione è cambiata in positivo nelle Regioni di Brjansk, Smolensk, Samara e di Belgorod ed è migliorata considerevolmente a Mosca e nella Regione di Mosca – (Izvestia; 19.6, pag.8: link: http://iz.ru/607185/valeriianodelman/smertnost-v-dtp-snizilas-na-10).
 
  Gli analisti dell’“Università delle finanze” presso il governo, insieme agli specialisti della compagnia assicurativa Rosgosstrakh, hanno calcolato che attualmente la vita del russo medio è stimata a 1,2 mln di dollari USA. La relativa somma media nel resto del mondo è notevolmente superiore: $2,6 milioni. È significativo che in un anno, nel 2016, il costo della vita in Russia sia raddoppiato: un anno prima rappresentava soltanto 624 mila dollari. All’inizio del 2017 i cittadini russi hanno stimato in 5,7 mln di rubli un compenso “ragionevole” per la morte dei loro cari, un milione in più rispetto all’anno precedente – (RBK, pag.12-13, e RG, pag.1 e 3, del 28 giugno).
 
   Iosif Stalin, Vladimir Putin, Aleksandr Pushkin, Vladimir Lenin e Pietro il Grande sono stati inclusi nella TOP-5 delle persone più importanti di tutti i tempi e di tutti i popoli. I partecipanti al sondaggio sociologico del “Centro Levada” hanno collocato alcuni stranieri illustri soltanto nella TOP-20: Napoleone è al 14o posto, Einstein al 16o e Newton al 19o posto – (Metro del 27.6, pag.10).  
 

Economia 

   Situazione generale:
 
  Secondo le massime autorità del Paese e molti esperti, il passaggio della Russia verso l’economia digitale richiede, in particolar modo, la preparazione di parecchie modifiche legislative riguardanti la creazione e le attività dei monopoli (i più grandi gruppi settoriali). Il presidente del CdM Dmitri Medvedev ha discusso le relative opportunità e alcuni aspetti giuridici e “tecnici” del problema con Igor’ Artem’jev. Il dirigente dell’Antitrust federale ha rivelato le varie esperienze della digitalizzazione registratesi in vari settori e in diverse industrie. Esse hanno dimostrato che “le leggi attuali sono parzialmente applicabili alle tecnologie moderne: Internet, big data, ecc) – (RG del 28.6, p.2).
 
  Giovedì (29.06) il governo ha preso in esame i diversi scenari dello sviluppo sociale ed economico del Paese nel prossimo triennio, nonché le principali caratteristiche del Bilancio federale e dei fondi extrabudgetari per gli anni 2018-2020. Dmitrij Medvedev ha evidenziato che, malgrado la “situazione non semplice”, simile a quella degli ultimi anni (prezzi non elevati del petrolio, limitata accessibilità ai mercati finanziari e alle tecnologie moderne, ecc) “l’economia russa è in grado di portare avanti la propria ripresa e anche una crescita ulteriore”. Il CdM ha concordato che le entrate del Bilancio federale del prossimo anno ammonteranno a 14,7 trilioni di rubli e le uscite a 16,2 trilioni. Il passivo di bilancio sarà di 1.500 mld di rubli, ovvero 2 volte in meno del passivo raggiunto nel 2016 – (Kommersant (Kom-t) del 29.6, pag.1-2; RG, pag.2: link: https://rg.ru/2017/06/29/pravitelstvo-predlozhit-putinu-prodlit-otvetnye-sankcii.html, e RBK, pag.8, di oggi 30 giugno).
 
  “Il regime delle sanzioni nei confronti della Russia durerà, come minimo, ancora 10 anni. Meno male che il mondo sta diventando policentrico e non orientato solamente all’economia dei Paesi occidentali” – questa è una delle numerose previsioni e osservazioni dell’accademico in economia Aleksandr Dynkin, ritenuto dai colleghi un “buon pronosticatore”. A suo parere, senza considerevoli cambiamenti dell’attuale modello economico e senza riforme “la Russia dovrà raggiungere, in relazione al livello dello sviluppo dell’economia nazionale, non gli USA ma il Messico e il Brasile”. Lo scienziato ha riconosciuto inoltre che “attualmente decifrare e prevedere le conseguenze di una successiva crisi globale non è semplice. Ora le minacce all’economia mondiale provengono innanzitutto dalla Cina. A mio avviso, una nuova crisi economica nel mondo non scoppierà nei prossimi 4-5 anni”, ha concluso l’accademico – (RG del 29 giugno, pag.1 e 11: link: https://rg.ru/2017/06/28/aleksandr-dynkin-bez-reform-rossii-pridetsia-dogoniat-ne-ssha-a-meksiku.html).
 
  Nel riferire i diversi aspetti dell’attuale situazione economica la stampa ha evidenziato:
 
un calo su base annua del 9% degli utili aziendali (senza le Pmi, le società di assicurazione e gli enti finanziati dal Bilancio federale) tra gennaio e aprile – (Kom-t) del 28.6, pag.2: “Monitoraggio”;
 
un serio ritardo di molte Regioni e di molti Territori della FR nei confronti dell’estinzione dei crediti budgetari: circa 40 mld di rubli contro 96 mld e 226 mld di rubli da pagare entro la fine dell’anno – (Izvestia del 27.6, pag.6);
 
una diminuzione dei dazi di importazione dal primo settembre 2017 concordati dalla FR durante l’adesione alla WTO nel 2012 – (link: https://www.kommersant.ru/doc/3336506 Kom-t del 27.6, pag.2:).
 
  Dal prossimo primo luglio le tariffe per i servizi comunali aumenteranno in maniera differente nelle singole regioni. Gli analisti del settimanale Profil (№ 24 del 26.6, pag.8-12: link: http://www.profile.ru/obsch/item/118102-povyshenie-po-grafiku) hanno riassunto le opinioni di alcuni esperti e hanno cercato di prevedere le varie conseguenze di questo aumento. Esso è stato definito dal Ministero delle costruzioni e dei servizi urbani e comunali “il più basso dell’ultimo quinquennio”.  
 
   Settori, grandi società e PMI:
 
  Negli ultimi giorni la stampa ha prestato grande attenzione alla meccanica nautica. Nell’edizione del 28 giugno RG ha pubblicato un supplemento settoriale (pag.1 e 12-13: link: https://rg.ru/2017/06/27/denis-manturov-sudostroitelnaia-otrasl-legko-perenesla-krizis.html), in cui spicca l’ampia intervista a Denis Manturov. Il Ministro dell’Industria e del Commercio ha rivelato che nel settore operano oltre 180 cantieri, aziende e stabilimenti, nei quali sono impegnate circa 185 mila persone. Dal 2013 la meccanica nautica non subisce perdite; nel 2016 il totale della produzione ha raggiunto 507 mld di rubli, il 7% in più rispetto al 2015. Il ministro ha evidenziato che gli ordini di produzione sono stati stabiliti fino al 2030. Attualmente la Russia continua a mantenere il secondo posto al mondo, dopo gli USA, per quanto riguarda la costruzione di nuove navi destinate alla Marina militare. Negli ultimi anni questa produzione ha costituito circa l’80% del totale ma in futuro questa percentuale diminuirà. Tra le ultime novità dell’ingegneria navale per la Marina militare ci sono un sottomarino dotato di un impianto energetico non dipendente dall’aria esterna (Izvestia del 19.6, pag.1-2) e una serie di aliscafi, motoscafi e fregate che hanno suscitato grande interesse, in particolar modo da parte degli specialisti ed esperti che hanno partecipato al Salone internazionale della nautica militare 2017 di San Pietroburgo (RG; 29.6, pag.6).
 
Pochi giorni fa Vladimir Putin ha ispezionato a Izhevsk i nuovi macchinari, le attrezzature e i prodotti finiti dell’ingegneria metalmeccanica e del complesso industriale militare durante una visita presso gli stabilimenti del gruppo Kalashnikov. In una riunione con i dirigenti di questi settori il vice premier Dmitrij Rogozin ha dichiarato che “le aziende stesse devono trovare investitori e progettare nuovi impianti, articoli e attrezzature per l’utilizzo civile”. Nei servizi da Izhevsk i quotidiani del 28 giugno - RG, pag.2, Kom-t, pag.3: link: https://www.kommersant.ru/doc/3337028, e Nezavisimaja gazeta, pag.2, - hanno messo in rilievo che il gruppo è diventato una società pubblico-privata, “con la quale collaborano alcuni “big” mondiali, come Boeing, Pirelli, ecc. “Il suo portafoglio degli ordini ammonta a $300 mln, ovvero 6 volte di più rispetto al periodo precedente all’introduzione delle sanzioni contro la Russia”.
 
  Kommersant (21.06, pag.9) ha messo in rilievo che la holding “Elicotteri russi” aumenterà fino al 50% la quota della produzione riservata all’uso civile. A questo punto segnalo che RBK nell’edizione di oggi (30.06, pag.10) ha pubblicato molti dati relativi ai risultati delle attività delle compagnie low-cost in tutto il mondo e in Europa. La compagnia low-cost russa “Pobeda” (Vittoria) nei primi 5 mesi ha trasportato 2,8 mln di persone mentre Aeroflot circa 35 mln di passeggeri.
 
  Nel suo supplemento “Scienza” il quotidiano Nezavisimaja gazeta (28.6, pag.14) ha dedicato uno spazio considerevole per dimostrare e riconfermare l’importanza della produzione di alluminio e di varie leghe di alluminio. Allo stesso tempo l’autore dell’ampio articolo mette in evidenza che “purtroppo in Russia l’utilizzo pro capite di questo metallo è di 8-10 volte inferiore agli altri Paesi industrializzati”.
 
  Molti giornali hanno focalizzato la propria attenzione sullo stato e sulle prospettive del settore dell’energia elettrica. In particolare, essi hanno discusso il motivo secondo cui sarebbe necessario diminuire i prezzi stabiliti dal Sistema energetico unificato (Nezavisimaja gazeta del 28.6, p.4: link: http://www.ng.ru/economics/2017-06-28/4_7017_megawatt.html) e l’efficienza dei contratti speciali d’investimento – (Kom-t del 22.6, pag.8). Lo stesso giornale Nezavisimaja gazeta nell’edizione del 21 giugno ha descritto (p.5) lo sviluppo dell’energia eolica che progredirà grazie alla cooperazione con l’olandese Lagerwey e altre società straniere.
 
In vista della prossima assemblea annuale degli azionisti della grande società Rosseti (gestisce 2,3 mln di km di linee di distribuzione di elettricità; nel 2016 ha aumentato l’utile netto del 2-5% su base annua, fino a 98,34 mld di rubli, ecc) Izvestia (19.6, p.5) ha trattato alcuni problemi legati alla compagnia e Kommersant (30.6. pag.13: link: https://www.kommersant.ru/doc/3337274) ha pubblicato una conversazione approfondita con Oleg Budarghin, direttore generale della holding.
Agli esperti del settore del trasporto automobilistico segnalo due articoli: sul trasporto delle merci (in RBK del 22.6, pag.8 si viene a sapere che lo scorso anno gli autoveicoli hanno trasportato il 39% degli spostamenti commerciali di merci) e su un ulteriore aumento delle vendite di nuovi camion (+69%) e LCV (+19%) a maggio (Kom-t del 27.6, pag.9).
Vedomosti ha rivelato che la grande società produttice di camion KamAZ ha ricominciato a firmare con i fornitori dei contratti a lungo termine, ovvero per 3-5 anni (19.06, pag.13: link: https://www.vedomosti.ru/auto/articles/2017/06/19/694906-kamaz) e che il gruppo intende aumentare gli stipendi ai suoi dipendenti dal prossimo ottobre (23.06, p.12). RG (23,6, pag.10) ha informato che AvtoVAZ ha cominciato a ricevere i primi ordini per il suo crossover esclusivo Lada X-Ray; l’autoveicolo costerà da 803 a 830 mila rubli.
 
  Nell’annata agricola 2016/2017 la Russia ha superato il record dell’anno precedente: ha esportato 35,1 mln di ton di cereali, ovvero il 3,8% in più. L’export di frumento ha costituito 26,8 mln di ton, il 9,3% in più su base annua – (Vedomosti del 29.6, pag.11). L’agenzia Infoline in una sua indagine sull’attività d’investimento dei produttori agricoli ha accertato, che “le sanzioni europee e la svalutazione del rublo hanno creato condizioni favorevoli per lo sviluppo della produzione agroalimentare in Russia” – (Kommersant del 30.6, pag.2, Monitoraggio: link: https://www.kommersant.ru/doc/3338647).
 
  Nelle pubblicazioni dedicate alla stagione turistica i giornali hanno evidenziato l’aumento dei voli verso i Paesi europei (Kom-t del 28.6, pag.12) e una crescita della domanda del turismo interno per l’élite (la rivista Kommersant-Den’ghi (№ 28 del 27.6, pag.44-45: link: https://www.kommersant.ru/doc/3325395).  
 

Finanza, fisco, dogana, leggi, settore assicurativo 

   In una settimana, dal 16 al 23 giugno, le riserve valutarie e quelle auree della FR sono aumentate di $2,4 mld (+0,6%) in seguito, soprattutto, alla collocazione degli eurobond per 3 mld di USD. In tal modo il totale delle riserve internazionali è ammontato (al 23 giugno) a $408,8 mld, ovvero al massimo importo dal dicembre del 2014 – (Kom-t del 30.6, pag.2).
 
   Nell’analizzare la dinamica dell’euro gli specialisti russi hanno messo in evidenza l’importanza della recente dichiarazione di Mario Draghi sui rischi derivanti dalla crescita dell’inflazione nelle economie dei Paesi facenti parte dell’Unione Europea. Gli esperti hanno inoltre previsto un’ulteriore aumento del corso del cambio della divisa europea nei prossimi mesi: fino a $1,15 e a 68-70 rubli per un euro – (Kom-t del 28.6, pag.10).
 
   Dalle pubblicazioni sull’attuale stato del settore bancario in Russia si viene a sapere che a maggio il totale della liquidità in valuta del settore bancario è calato di $4,3 mld, ammontando a 6,5 mld di USD (RBK del 27.6, pag.11) e che la Banca centrale è pronta a mettere in funzione un nuovo sistema per lo scambio dei dati dei clienti poco affidabili delle banche (RBK del 22.6, pag.1 e 9: link: http://www.rbc.ru/newspaper/2017/06/22/594a88f89a79472b7ebab936).
 
   Dal prossimo primo gennaio nella Federazione Russa comincerà a funzionare il cosiddetto registro dei “corrotti” che conterrà i dati dei funzionari statali e degli impiegati licenziati a causa di vari reati legati alla corruzione. Mercoledì (28.06) il Consiglio della Federazione (la Camera alta dell’Assemblea federale) ha approvato la relativa legge – (RBK del 27.6, pag.2-3, e RG del 29.6, pag.1 e 3: link: https://rg.ru/2017/06/28/s-1-ianvaria-2018-goda-v-rossii-nachnet-rabotat-reestr-korrupcionerov.html). Su alcuni altri problemi legati alla diffusione della corruzione in Russia, e sulle relative proteste dell’opinione pubblica hanno scritto i giornali del 19 giugno Vedomosti (pag.7) e Profil (№ 24 del 26.6, pag.8-12).
 
  La rivista Kommersant-Den’ghi (№ 28 del 27.6) ha descritto le attività delle società di assicurazione delle aziende agricole (p.16-17) e ha pubblicato un’intervista sul livello delle conoscenze finanziarie della popolazione russa (link: https://www.kommersant.ru/doc/3325363 p.28-30).
 
   L’“Institute of International Finance” (IIF) ha comunicato che nel primo trimestre di quest’anno il totale dei debiti arretrati accumulati in tutto il mondo ha raggiunto un nuovo record ammontando a $ 217 trilioni, ovvero al 327% del Pil globale. Il relativo totale nella Federazione Russa è piuttosto modesto: è pari solamente al 91,31% del Pil nazionale (al 31 marzo) – (RBK del 30 giugno, pag.1 e 13).  
 

Regioni e Territori della Federazione Russa 

  Nell’edizione di oggi riassumiamo in breve le numerose pubblicazioni dedicate ai diversi aspetti della vita sociale, economica e culturale della “nuova Mosca”, della Regione di Mosca e della capitale della Federazione Russa.
 
   Domani la nuova Mosca celebrerà il suo primo giubileo: 5 anni fa i confini della capitale sono stati allargati con i grandi territori della regione e la superficie della megalopoli è stata ampliata di 2,4 volte. In 5 anni nel nuovo territorio sono stati creati 103 mila nuovi posti di lavoro, sono state costruite 4 autostrade e 2 stazioni della metropolitana, 11 mln di metri quadrati di cui 8 mln destinati a nuove abitazioni, 5 ospedali, 30 scuole materne, 5 parchi, ecc. Entro il 2035 verranno creati oltre un milione di nuovi posti di lavoro, il 60% dei quali saranno destinati ai settori ad alto contenuto tecnologico – (RG del 15.6, pag.4, del 23.6, pag.5, e del 28.6, pag.10: un’intervista a Vladimir Zhidkin, capo del Dipartimento dello sviluppo dei nuovi territori della città di Mosca: link: https://rg.ru/2017/06/28/reg-cfo/vladimir-zhidkin-novaia-moskva-resurs-dalnejshego-razvitiia-stolicy.html, nonché alcuni giornali di oggi 30.06, compresi RG, pag.2, Metro, p.3, ecc).
 
   Dalle pubblicazioni dedicate alla Regione di Mosca si viene a sapere:
 
- dei nuovi progetti d’investimento che saranno realizzati nei prossimi anni (Izvestia del 6.6, pag.2: link: http://iz.ru/602851/egor-sozaev-gurev/putinu-dolozhili-o-roste-biudzheta-podmoskovia, e RG, pag.2, del 6 giugno);
 
- dell’avvio della costruzione di un nuovo stabilimento della Mercedes (Nezavisimaja gazeta del 21.6, pa.5);
 
- della demolizione delle case in cattivo stato (RG del 21.6, p.4);
 
- della lotta alle discariche illegali e della costruzione di alcuni nuovi inceneritori (RG del 22.6, pag.6, e RG di oggi 30.6, pag.11).
 
   Tra alcuni principali temi dei numerosi servizi, articoli, interviste, rassegne e reportage sulle problematiche della città di Mosca si segnalono:
 
- la considerevole approvazione della “renovazija” (l’ambizioso programma finalizzato al rinnovo immobilliare) da parte di circa l’80% degli abitanti delle case obsolete costruite 50-60 anni fa – (RG del 26.6, p.5, e Kom-t del 28.6, pag.1 e 12);
 
- un rilevante miglioramento dell’ambiente urbano (RG del 29.6, pag.10: la conversazione approfondita con il capo architetto di Mosca Serghej Kuznetsov: link: https://rg.ru/2017/06/29/reg-cfo/kuznecov-kachestvo-gorodskoj-sredy-ne-prosto-mnogo-mesta-i-zeleni.html);
 
- la costruzione del Secondo anello della metropolitana di Mosca, il notevole calo dei prezzi degli uffici e la creazione di nuove zone pedonali e dello “spazio sociale” nel centro della capitale (RG del 20.6, p.3, del 21.6, pag.8, e del 29.6, pag.6).  
 
 
 Cari lettori, grazie per l'attenzione. 

Cordiali saluti.
A cura di Valerij Shvetsov
in collaborazione con Anita Mengon e Paolo Cantarello
e-mail: valerio.m@yandex.ru
Telefono - cell: +7 (916) 531-04-45

 


 Associazione Conoscere Eurasia - Via dell'Artigliere, 11 37129 Verona Italia - C.F. 93197240232 - P.IVA 03739750234 T: +39 0458020904 F: +39 0459299924 M: info@conoscereeurasia.it